padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Ciao a tutti! Quest’oggi ho pensato di dare anch’io il mio piccolo contributo alla diffusione di un importante evento in programma in città il 22 ed il 23 giugno prossimi. Si tratta di una manifestazione di solidarietà e di sport organizzate dal Comitato “Padova for children” la onlus nata con l’intento di realizzare grandi eventi finalizzati alla raccolta fondi per la ricerca pediatrica e che da qualche anno a questa parte ci riesce alla grande.

 padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Quest’anno per evitare di dover scegliere tra una nuova edizione di “Swim for children” (come due anni fa) piuttosto che di una “Run for Children (come lo scorso anno), si è deciso di organizzarle entrambe.  24forChildren 2012 sarà infatti: 12 ore di corsa e 12 ore di nuoto per entrare per la terza e quarta volta nel Guinness World Records. La nuova sfida a favore della Fondazione Istituto di Ricerca Città della Speranza e dellAssociazione Santa Lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i popoli si terrà il 22 e 23 giugno in Prato della Valle.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Dalle ore 20 del 22 giugno alle ore 21 del 23 giugno si terranno ben due tentativi di record: 12 ore di corsa e 12 ore di nuoto. Per il primo record si correrà la staffetta dei 100 metri sulla pista di atletica già inaugurata lo scorso anno da Run for Children.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Gli atleti dovranno passarsi il testimone per 12 ore consecutive: dalle ore 20 di venerdì 22 giugno alle ore 8 di sabato 23 giugno 2012. Il record da battere è quello delle 2.395 persone che il 23 ottobre 2010, nello stadio Al-Yarmook di Gaza, hanno corso 100 metri a testa ininterrottamente per 12 ore. 
Per il secondo record, verrà attrezzata una piscina lunga 18 metri, ad una corsia, nella quale i nuotatori dovranno avvicendarsi per 12 ore consecutive: dalle ore 9 alle ore 21 di sabato 23 giugno 2012. Dopo il record ottenuto da Swim for Children nel 2010 quest’anno una formula inedita per un nuovo tentativo: l’obiettivo sarà quello di portare in acqua almeno 2.515 persone, il 50 per cento più uno del record sulle 24 ore.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Lo scorso anno ci fu un grosso coinvolgimento popolare che ricomprese la partecipazione di associazioni, gruppi sportivi, aziende ed enti pubblici con i loro dipendenti e tutte le realtà cittadine. Quest’anno sarà senz’altro così perchè già da tempo si è messa in moto la macchina organizzativa che porterà migliaia di padovani a partecipare a questa gara di solidarietà. Tutti a correre, quindi, o a nuotare, o quantomeno a presenziare a questo momento di festa per la città stessa che in questo modo vuole esprimere il proprio senso civico e dare il proprio contributo concreto all’attività della Città della Speranza e dell’Associazione S. Lucia (per approfondire gli obiettivi di questa raccolta fondi clicca quì). Per quanto riguarda la Città della Speranza è stata recentemente inaugurata la straordinaria Torre della Ricerca che ospiterà i laboratori e i ricercatori del Dipartimento di Pediatria dell’Università di Padova e darà spazio alle attività di ricerca scientifica di almeno 350 ricercatori. La Fondazione Città della Speranza si è impegnata a coprire tutte le spese di gestione dell’edificio e a sostenere con almeno un milione di euro l’anno i progetti di ricerca pediatrica che si svolgeranno all’interno, grazie anche alla partecipazione di partner pubblici e privati.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

L’Associazione S. Lucia, invece, vuol sostenere uno dei progetti sanitari pediatrici che verranno realizzati nella missione di Suor Laura Girotto ad Adwa in Etiopia. Le suore della missione Kidane Mehret, assieme ad un gruppo di medici italiani volontari, hanno concepito un progetto ambizioso: la costruzione di un centro ospedaliero che prevede circa 130 posti di degenza, diventando un punto di riferimento ancor più importante per la popolazione locale. 

Visitate il sito ufficiale http://www.24forchildren.it/ tramite il quale è possibile iscriversi (al momento in cui sto scrivendo sono 477 i “Runners” e 158 gli “Swimmers”) e seguire l’avvicinarsi dell’evento.

Guardate lo spot realizzato da PdTV, la prima web tv di Padova!

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,abano terme,terme euganee,consorzio abano e montegrotto,abano e montegrotto si,turismo padova terme euganee,welcome padova,padovacard,calcio,calcio giovanile,torneo di calcio giovanile città di abano,sport padova,21° edizione torneo di calcio giovanile abano terme,abanomontegrottosi,abano,thermal,calcio padova,cittadella,atalanta,milan,inter,juventus,fiorentina,udinese,napoli,psg,bayer leverkusen,nordsjaelland copenaghen,ajax,benfica

Ciao a tutti, il post di oggi è dedicato ad un evento sportivo che si pone come di assoluta importanza e valore nonchè come evento di rilevanza internazionale nella sua categoria. Mi riferisco alla 21° edizione del Torneo Internazionale Calcio Giovanile “Città di Abano Terme” che  rappresenta il principale torneo internazionale di calcio giovanile, nella categoria “esordienti” [annata 1999] del panorama calcistico europeo.padova,abano terme,terme euganee,consorzio abano e montegrotto,abano e montegrotto si,turismo padova terme euganee,welcome padova,padovacard,calcio,calcio giovanile,torneo di calcio giovanile città di abano,sport padova,21° edizione torneo di calcio giovanile abano terme,abanomontegrottosi,abano,thermal,calcio padova,cittadella,atalanta,milan,inter,juventus,fiorentina,udinese,napoli,psg,bayer leverkusen,nordsjaelland copenaghen,ajax,benfica 

Dal 24 al 29 aprile, infatti, le migliori squadre italiane ed europee si sfideranno in un torneo internazionale di calcio giovanile, che ha già 20 anni di storia e che, edizione dopo edizione sta accrescendo il suo prestigio tra gli “addetti ai lavori”  in virtù dell’alto profilo tecnico e dell’eccellenza dei servizi offerti dal Comitato Organizzatore. L’edizione di quest’anno ha visto moltiplicare anche l’impegno da parte dell’amministrazione pubblica e gli operatori del turismo per fare di questo evento anche una vetrina per il nostro territorio. Tutte le squadre vengono ospitate ed interamente spesate in alberghi di 3 e 4 stelle di Abano e Montegrotto Terme, con il servizio di trasporto garantito. La realizzazione di un tale servizio è frutto di una partnership efficace con il Consorzio Terme Euganee, APT Terme Euganee, Comune di Abano, con alcune società sportive locali e con le aziende/realtà commerciali locali (Piscine Columbus, Alì Supermercati, Fidia Farmaceutici, ecc).

padova,abano terme,terme euganee,consorzio abano e montegrotto,abano e montegrotto si,turismo padova terme euganee,welcome padova,padovacard,calcio,calcio giovanile,torneo di calcio giovanile città di abano,sport padova,21° edizione torneo di calcio giovanile abano terme,abanomontegrottosi,abano,thermal,calcio padova,cittadella,atalanta,milan,inter,juventus,fiorentina,udinese,napoli,psg,bayer leverkusen,nordsjaelland copenaghen,ajax,benfica

Il Torneo gode del patrocinio dei principali enti sportivi, quali CONI, FIGC e CSI, oltre al riconoscimento della UEFA, un torneo, che, nelle speranze e nella volontà degli organizzatori vorrebbe arrivare a rappresentare per la categoria “esordienti” quello che rappresenta il più famoso torneo di Viareggio per i “primavera”. L’assessore Angelo Montrone, indimenticato giocatore del Calcio Padova , ha dichiarato di aver costruito ottimi rapporti con società quali Barcellona, Chelsea, Real Madrid, Manchester United, a tal punto di sperare di vedere questi top club tra i partecipanti delle prossime edizioni dopo aver ricevuto da questi apprezzamenti su questo torneo e di averlo ben valutato in prospettiva. Ma rileggendo il calendario delle competizioni l’assessore Montrone si dichiara ugualmente orgoglioso del lavoro svolto: “verranno le più grandi squadre italiane e alcune tra le migliori formazioni europee come Paris Saint Germain e Ajax, che giocherà la partita d’apertura contro l’Inter, campione in carica” (vedi immagine della premiazione della scorsa edizione).

padova,abano terme,terme euganee,consorzio abano e montegrotto,abano e montegrotto si,turismo padova terme euganee,welcome padova,padovacard,calcio,calcio giovanile,torneo di calcio giovanile città di abano,sport padova,21° edizione torneo di calcio giovanile abano terme,abanomontegrottosi,abano,thermal,calcio padova,cittadella,atalanta,milan,inter,juventus,fiorentina,udinese,napoli,psg,bayer leverkusen,nordsjaelland copenaghen,ajax,benfica

Le 16 squadre presenti al Torneo porteranno ad Abano Terme la permanenza di oltre 400 atleti under 12 a cui si uniranno i dirigenti e le famiglie. Storicamente il torneo ha visto una presenza massiva di pubblico partecipante alle gare, coinvolto attraverso la campagna mediatica che coinvolgerà televisioni, un sito web ed una pagina facebook dedicati, la diretta web tv. Si calcola un bacino di utenza di oltre 1000 persone che parteciperà alla manifestazione compresi ovviamente anche tutta quella rete di addetti ai lavori tra cui tecnici, allenatori ed osservatori pronti a scovare tra questi ragazzini i potenziali campioni del futuro. In occasione delle premiazioni del 1 maggio interverranno testimonial sportivi di alto livello, i politici delle amministrazioni coinvolte (Regione Veneto, Provincia, Comune di Abano Terme) e delle Federazioni (FIGC), degli Enti deputati (CONI, CSI) e dei main partner. 

padova,abano terme,terme euganee,consorzio abano e montegrotto,abano e montegrotto si,turismo padova terme euganee,welcome padova,padovacard,calcio,calcio giovanile,torneo di calcio giovanile città di abano,sport padova,21° edizione torneo di calcio giovanile abano terme,abanomontegrottosi,abano,thermal,calcio padova,cittadella,atalanta,milan,inter,juventus,fiorentina,udinese,napoli,psg,bayer leverkusen,nordsjaelland copenaghen,ajax,benfica

La formula del torneo prevede la suddivisione delle 16 squadre in 4 gironi da 4 squadre ciascuna che si contenderanno nella fase di qualificazione l’accesso ai quarti di finale e poi via via sfide ad eliminazione diretta fino alla finali di domenica 29 aprile. Nel girone A sono stati inseriti i tedeschi del Bayer Leverkusen, il Milan, la Fiorentina e la squadra di casa, l’Abano. Nel girone B giocheranno i francesi del PSG (Paris Saint Germain), la Juventus, l’Atalanta e l’altra squadra di casa, il Thermal Abano. Nel girone C i portoghesi del Benfica, i danesi del NordSjaelland Copenaghen, il Napoli ed il Padova. Nel girone D Ajax, Inter, Udinese e Cittadella. Scaricatevi quì il programma ufficiale, visitate la pagina facebook del torneo nonchè il sito ufficiale.padova,abano terme,terme euganee,consorzio abano e montegrotto,abano e montegrotto si,turismo padova terme euganee,welcome padova,padovacard,calcio,calcio giovanile,torneo di calcio giovanile città di abano,sport padova,21° edizione torneo di calcio giovanile abano terme,abanomontegrottosi,abano,thermal,calcio padova,cittadella,atalanta,milan,inter,juventus,fiorentina,udinese,napoli,psg,bayer leverkusen,nordsjaelland copenaghen,ajax,benfica

Un torneo quindi di alto livello, organizzato con serietà, professionalità, senza lasciare nulla al caso e che attrarrà quindi molte persone sul nostro territorio. AbanoMontegrottoSi, centro unico ed ufficiale di prenotazione alberghiera dell’Associazione Albergatori Termali di Abano e Montegrotto e del Consorzio Terme Euganee, ha già messo on line le Offerte speciali molto convenienti per chi verrà alle Terme Euganee per il torneo, per cui famiglie, parenti e amici dei giovani calciatori potranno cogliere l’occasione di seguire il campioncina in erba e godersi qualche giorno di relax presso le rinomate Terme di Abano e Montegrotto, nei pressi del parco dei Colli Euganei con tutto quel che ne consegue in termini di bellezze naturalistiche, di interesse enogastronomico (visitate il sito della Strada del Vino dei Colli Euganei) e di attività sportiva in bellissimi percorsi immersi nella natura (visita il sito ThermaeSport). Ovviamente senza dimenticare Padova, una tra le più importanti città d’arte italiane che in questo periodo ospita anche l’importantissima mostra “De Chirico, Fontana e i grandi maestri del Novecento.  Un secolo tra realtà e immaginario”. Per chi pernotterà nell’area termale suggerisco anche il nuovo percorso del City Sightseeing Bus, il bus rosso a due piani che vi guiderà nel tour della città e che permette di scendere ad ogni fermata di interesse per poi riprenderlo allo stesso punto per proseguire (guardate il video).

padova,abano terme,terme euganee,consorzio abano e montegrotto,abano e montegrotto si,turismo padova terme euganee,welcome padova,padovacard,calcio,calcio giovanile,torneo di calcio giovanile città di abano,sport padova,21° edizione torneo di calcio giovanile abano terme,abanomontegrottosi,abano,thermal,calcio padova,cittadella,atalanta,milan,inter,juventus,fiorentina,udinese,napoli,psg,bayer leverkusen,nordsjaelland copenaghen,ajax,benfica

Trattandosi quindi di un evento di interesse turistico segnalo inoltre due riferimenti utili per chi verrà sul nostro territorio in occasione del torneo o come turistia in qualsiasi periodo dell’anno. Il sito fondamentale è quello ufficiale dell’ente turistico, vale a dire Turismo Padova Terme Euganee e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie! 

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

14090_850px.jpg

Ciao, quest’oggi vi presento un grande evento sportivo che Padova ospiterà tra una decina di giorni, dall’8 all’11 marzo. Si tratta della “Final eight” per l’assegnazione della Coppa Italia di Calcio a 5, uno sport che è in crescita in tutta Italia ed in Veneto in particolare. Padova, anche grazie all’investimento per il restyling del palazzetto dello sport di S. Lazzaro, ora PalaFabris, e per valorizzare lo stesso impianto, sta ospitando molti eventi sportivi di sicuro richiamo, oltre ai concerti organizzati da Zed e, per quanto riguarda il calcio a 5, stanno ricevendo in cambio un’immagine da capitale di questo sport.

f8.jpg

La Final Eight 2012, che assegnerà la 27esima Coppa Italia di serie A di calcio a 5 non è infatti il primo grande evento legato al calcio a 5  visto che torna Padova per il terzo anno consecutivo, dopo le edizioni 2010 e 2011, un grande successo con un sold out di oltre 15mila presenze, senza contare la “tre giorni” dell’Elite Round di Uefa Futsal Cup, la “Champions League” del calcio a 5 europeo (rileggi il post di presentazione di quell’evento) e considerando il fatto che una squadra della nostra provincia, la Luparense, di S. Martino di Lupari, è in testa alla classifica e parteciperà con la sua squadra maggiore così come con la sua Under 21!

ART23093.jpg

L’importante manifestazione si svolgerà al PalaFabris (4.000 posti, tutti a sedere) dall’8 all’11 marzo secondo la formula inaugurata l’anno scorso, che prevede anche lo svolgimento in contemporanea della Final Eight Under 21. La scorsa settimana a Palazzo Moroni è stata presenta la manifestazione e sono stati effettuti i sorteggi per determinare gli accoppiamenti per i quarti di finale in programma giovedì 8 marzo per la serie A e il giorno successivo per l’Under 21. “Siamo orgogliosi -ha dichiarato l’assessore allo Sport Umberto Zampieridi ospitare anche quest’anno la Final Eight: sono manifestazioni come questa che riempiono di significato l’operazione di recupero del palazzetto, intervento costato quasi 5 milioni di euro. Abbiamo scelto di ristutturare il palasport San Lazzaro e di candidarci ad ospitare eventi di grande rilievo, che s’inseriscono in un discorso più ampio di promozione sportiva, in questo caso di una disciplina in continua crescita nella nostra città” Guardate il video di presentazione con l’intervento dell’assessore allo sport Umberto Zampieri.

14217_476px.jpgIl grande seguito del futsal e il valore della struttura sono i motivi alla base di una scelta che il presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli non esita a definire vincente: “Sono circa 300 le società venete di calcio a 5, molte di esse si trovano a Padova, città che abbiamo scelto per la sua centralità e perché dispone di un impianto che rinnovato possiamo definire di rilievo internazionale”.

Grande spettacolo quindi al PalaFabris a partire da giovedì 8 marzo, quando si sfideranno le prime otto classificate del campionato di serie A. I quarti di finale vedranno in campo Marca Futsal-Montesilvano alle ore 10.30, quindi alle 15.30 Asti Acqua Eva-Acqua&Sapone Fiderma; seguono alle 17.30 Lazio-Promomedia Sport Five Putignano, si chiude alle 20 con Alter Ego Luparense-Bisceglie. L’ingresso è libero. Anche quest’anno la manifestazione sostiene la Città della Speranza in prima linea nella lotta alle leucemie e ai tumori infantili.

Per chi non potrà essere a Padova, Rai Sport garantisce la copertura completa dell’evento, tutte le sette gare della Final Eight di Serie A vengono trasmesse sui canali Rai: su Rai Sport 1 i quarti e le semifinali; su Rai Sport 2 la finalissima. Per chi sarà a Padova e vorrà seguire dal vivo l’evento l’ingresso alle partite è gratuito!!!

Guardate il trailer dell’evento realizzato da PDTV, la web tv di Padova! 😉

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 1000 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,uefa futsal cup,futsal,calcio a 5,palafabris,pallazzetto sport padova,sport,elite round di uefa futsal cup,turismo padova terme euganee,marca futsal,montesilvano,uragan ivano frankovsk,slov matic bratislava.

Ciao a tutti! Quest’oggi vi presento un evento sportivo di assoluto rilievo in programma a partire da domani e per tutto il fine settimana. Padova tornerà protagonista di una competizione sportiva internazionale come accadde ad inizio dell’estate scorsa quando in un unica giornata, a distanza di poche ore e di pochi km, si disputò la finalissima del Campionato del Mondo di Rugby under 20 allo stadio Plebiscito ed un’importante sfida di World League di pallavolo all’interno del PalaFabris, il rinnovato palazzetto S. Lazzaro.padova,uefa futsal cup,futsal,calcio a 5,palafabris,pallazzetto sport padova,sport,elite round di uefa futsal cup,turismo padova terme euganee,marca futsal,montesilvano,uragan ivano frankovsk,slov matic bratislava.

Il top del futsal europeo, infatti, si incontrerà a Padova per tre giorni. Giovedì 17, venerdì 18 e domenica 20 novembre il Palfabris ospiterà l’ Elite Round di UEFA Futsal Cup, la Champions League del calcio a 5, protagoniste quattro tra le migliori compagini europee quali i campioni d’Italia della Marca Futsal, i campioni d’Europa del Montesilvano (squadra detentrice del titolo, vedi foto a sinistra), gli ucraini del Uragan Ivano Frankovsk e i campioni slovacchi dello Slov Matic Bratislava. Padova quindi come Barcellona, Lisbona e Mosca, visto che anche queste altre città ospiteranno un girone dell’Elite Round di UEFA Futsal Cup. Ogni squadra prima classificata nei quattro gironi di Elite Round avrà diritto a partecipare alla Final Four di UEFA Futsal Cup.

padova,uefa futsal cup,futsal,calcio a 5,palafabris,pallazzetto sport padova,sport,elite round di uefa futsal cup,turismo padova terme euganee,marca futsal,montesilvano,uragan ivano frankovsk,slov matic bratislava.“Dopo la Final Eight di Coppa Italia di serie A (guarda il video trailer della manifestazione della scorsa primavera per entrare nel clima ed immaginare l’atmosfera del grande evento di questa Uefa Futsal Cup!), che ospitiamo da tre anni-ha dichiarato l’assessore allo sport Umberto Zampieri alla presentazione dell’iniziativa che si è svolta questa mattina a Palazzo Moroni-ecco un evento che proietta la nostra città sullo scenario internazionale di questa disciplina sportiva. Un appuntamento importante, che valorizza il palazzetto rinnovato, dove vogliamo portare manifestazioni di alto livello come questa, che fanno da traino per la promozione della pratica sportiva”.

Ad aprire l’ Elite Round di UEFA Futsal Cup sarà la partita Montesilvano-Uragan, che si disputerà giovedì 17 alle 18.30; alle 20.30 sarà invece il turno del Marca Futsal, che incontrerà lo Slov Matic Bratislava.. Stesso orario per le partite di venerdì, con le italiane impegnate ancora con le straniere. Domenica 20 novembre alle 16.15 la sfida Uragan-Slov Matic Bratislava seguta alle 18.30 dall’incontro Marca Futsal- Montesilvano. 

padova,uefa futsal cup,futsal,calcio a 5,palafabris,pallazzetto sport padova,sport,elite round di uefa futsal cup,turismo padova terme euganee,marca futsal,montesilvano,uragan ivano frankovsk,slov matic bratislava.

Quando a Padova vengano ospitate manifestazioni ed eventi di così importante rilievo internazionale sono molto contento ed orgoglioso e spero che anche molti altri concittadini lo siano, a scapito di quelli che dicono di vivere in una “piccola” città dove non succede nulla e dove l’erba del vicino è sempre più verde. Eventi sportivi e anche musicali, visto che al PalaFabris così come al Gran Teatro Geox, vengono ospitati sempre più eventi di rilievo internazionale (il 29 arrivano gli Smashing Pumpinks…) che danno visibilità alla città e le restituiscono una migliore immagine. Spero un giorno di poter scrivere di eventi sportivi importanti di rilievo nazionale con protagonista anche il Calcio Padova, magari in un stadio Euganeo rinnovato se non in uno stadio di proprietà…se dobbiamo sognare facciamolo ad alta voce! 😉 

Biglietto intero singola giornata € 6; biglietto ridotto (dai 6 ai 14 anni) singola giornata € 1; abbonamento per le tre giornate € 15. Richiesta biglietti a ticketuefa@marcafutsal.com. 

PS: Mi aiutate a far crescere la pagina facebook del blog? Si dai!! 😉 Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo e, sempre se si va, segnalate la pagina facebook del blog ai vostri amici o a chi pensate possa essere interessato. Partecipate, dite la vostra, commentate, proponete iniziative, collaborazioni, datemi i vostri suggerimenti! 😉

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

padova,turismo padova terme euganee,sport,padova sport,padova 21,mezza maratona,padova 21 mezza maratona di padova,atletica,agenda 21,strapadovavivaCiao a tutti, questo mercoledì inauguriamo un nuovo spazio di questo blog e cioè lo spazio “guest blogger” aperto a chi volesse in prima persona scrivere un post per segnalare un evento, presentare un’associazione o una qualsiasi attività culturale. Ovviamente lo spazio verrà concesso compatibilmente con le richieste e l’esigenze di pubblicazione di chi scrive cioè io, Alberto Botton, e di Laura Sicolo, curatrice della rubrica “Padova creativa“. Se volete essere il prossimo “guest blogger” scrivetemi al seguente indirizzo: vpadovablog@virgilio.it.

Quest’oggi lo spazio è tutto per Marco Lorenzi, responsabile comunicazione  Show Personal Training Club di Padova, che personalmente ho conosciuto qualche anno fa come brillante creatore e gestore di Biancoscudati.net, il primo portale web dedicato al Calcio Padova ed ai suoi tifosi. Marco Lorenzi, appassionato di sport e tifoso del Calcio Padova è sostenitore di tutta la Padova sportiva. Laureando magistrale in Management dello Sport e delle Attività Motorie (a Firenze) da poche settimane fa parte dello staff di Padova 21, la mezza maratona di Padova.

padova,turismo padova terme euganee,sport,padova sport,padova 21,mezza maratona,padova 21 mezza maratona di padova,atletica,agenda 21,strapadovavivaE’ tempo di running, è tempo di Padova 21. La nostra Città sarà protagonista, il prossimo 9 ottobre, della sua prima Mezza Maratona, per 21,097 chilometri che si snoderanno interamente tra le vie del centro cittadino. Sarà un’occasione imperdibile per gli appassionati di running, ma anche per i cittadini che più semplicemente volessero trascorrere una bella domenica mattina alla (ri)scoperta della propria Città, osservandone da vicino gli scorci più suggestivi, il tutto nella bellezza intrinseca dell’attività sportiva, con tutti i benefici che questa può portare.
Il percorso, che avrà punto di partenza e d’arrivo nella suggestiva cornice di Prato della Valle, muoverà attraverso le vie del centro, attraversando ponti e riviere, finendo per lambire i luoghi più rappresentativi dello sport patavino. Tra questi, il PalaFabris di zona San Lazzaro.
Organizzata da Show Personal Training Club di Padova, la manifestazione è patrocinata dal Comune di Padova, dalla Provincia di Padova, dalla Regione Veneto (oltre a FIASP, FIDAL, CONI Veneto), ed organizzata congiuntamente ad un altro evento che nella stessa giornata di domenica 9 ottobre animerà il cuore di Padova: la StraPadovaViva, marcia non competitiva con diversi percorsi orientati alle diverse esigenze degli sportivi. Saranno presenti anche personalità del mondo istituzionale padovano, tra le quali ad esempio il Vice Sindaco Ivo Rossi, che della Mezza Maratona sarà ambasciatore ufficiale.

padova,turismo padova terme euganee,sport,padova sport,padova 21,mezza maratona,padova 21 mezza maratona di padova,atletica,agenda 21,strapadovavivaPerché Padova 21? Ventuno sono i chilometri del percorso di una mezza maratona. Ma 21 è anche il numero dell’Agenda 21 (letteralmente: cose da fare nel XXI secolo), vero e proprio manuale dello sviluppo sostenibile del pianeta, emanato dalle Nazioni Unite. Padova 21, inoltre, è l’ufficio comunale che di tale ambizioso programma si fa portavoce attraverso l’attuazione di un piano strategico di lungo respiro.
La manifestazione coglie dunque l’occasione per veicolare messaggi legati allo sviluppo sostenibile, coinvolgendo la popolazione e promuovendo l’educazione a una corretta alimentazione: vivere bene con se stessi e in completa armonia con l’ambiente circostante, a partire dalla propria città. Ecco è il concept, l’idea dalla quale nasce e si sviluppa questo evento.

padova,turismo padova terme euganee,sport,padova sport,padova 21,mezza maratona,padova 21 mezza maratona di padova,atletica,agenda 21,strapadovavivaNon è un caso che tra i main sponsor di Padova 21 vi siano due realtà imprenditoriali quali Fabris Edilecologia e Ceoldo Real Estate, aziende che da anni perseguono i sopracitati obiettivi, creando un efficace connubio tra valori sportivi e la propria mission aziendale.
Marco Fabris, di Fabris Edilecologia (azienda di Cadoneghe con una storia che affonda le proprie radici nel 1946) descrive così la propria partecipazione in veste di azienda sponsor, nonché di runner che parteciperà alla Mezza Maratona: «La nostra azienda opera nel settore ambientale, nello specifico con la bonifica delle coperture di capannoni industriali e del loro rifacimento, nell’ottica di perseguire uno sviluppo sostenibile attraverso lo sfruttamento di energie rinnovabili. Crediamo nello sport quale medium fondamentale per veicolare un messaggio trasparente e positivo, perché portatore di valori intrinseci dai quali non si dovrebbe prescindere. La Padova 21 porterà il running per le vie del centro, unendo la bellezza ed i benefici dell’attività fisica alla riscoperta dei luoghi dello sport patavino ed alla solidarietà».

padova,turismo padova terme euganee,sport,padova sport,padova 21,mezza maratona,padova 21 mezza maratona di padova,atletica,agenda 21,strapadovaviva
Solidarietà: un concetto che non può certo mancare nell’anima di una manifestazione competitiva alla sua prima edizione, ma che si candida a divenire appuntamento fisso nel calendario degli eventi sportivi di Padova. Non mancheranno le iniziative benefiche, nella Padova 21.
Da sempre Show Club Personal Training, organizzatore dell’evento, è una realtà attiva nel sostegno concreto alla ricerca in ambito medico, tramite contributi associativi e sponsorizzazioni, nonché attraverso l’organizzazione di eventi ad hoc sul territorio.
In accordo con StraPadova Viva, parte del ricavato della Padova 21 sarà devoluto all’Associazione Veneta per la lotta contro la Fibrosi Cistica Muscoviscidosi.
La Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta è una ONLUS che da 40 anni opera in ambito regionale veneto con varie iniziative disseminate sul territorio per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla Fibrosi Cistica e per l’organizzazione di raccolte fondi a sostegno delle proprie finalità.

padova,turismo padova terme euganee,sport,padova sport,padova 21,mezza maratona,padova 21 mezza maratona di padova,atletica,agenda 21,strapadovavivaNon manca nulla, nel cartello di un evento che saprà affascinare i runner in gara, ma anche i cittadini che vedranno la Mezza Maratona Padova 21 correre sotto casa. Gli ingredienti per una domenica di attività fisica tra le vie di Padova ci sono tutti: non resta che iscriversi e partecipare alla Padova 21. Con appuntamento in Prato della Valle, domenica 9 ottobre. Lo start è fissato per le ore 9.00. Puntuali, perché la Padova 21 vuole correre veloce lungo i suoi 21,097 chilometri nel cuore di Padova.

Per iscriversi
Per essere protagonisti della Padova 21, è possibile iscriversi in due diverse modalità. Il costo della quota d’iscrizione è di 20 €.
Online
È possibile espletare l’iscrizione online accedendo al sito http://www.enternow.it/race.php?idms=39 e compilando il modulo preposto all’iscrizione.
Iscrizione tradizionale
È possibile effettuare l’iscrizione anche in maniera tradizionale: basta scaricare la scheda d’iscrizione in pdf da http://www.showclub.it/wp-content/uploads/2011/09/Scheda-Iscrizione-Padova-21-2011_low.pdf, stamparla, compilarla e spedirla a mezzo posta a: TDS S.r.l. Via Delle Macchine, 14 – 30038 Spinea (VE), oppure via fax allo: +39 041 5088346. È necessario allegare anche la ricevuta del versamento effettuato, nonché copia del certificato di idoneità sportiva agonistica oppure copia della tessera F.I.D.A.L.
Modalità di pagamento
Il pagamento può avvenire: con carta di credito circuito Visa o Mastercard, inviando la documentazione prevista al numero di fax +39 041 5088346; a mezzo bonifico bancario intestato a Show Athlets Association Atletica Leggera ASD presso MPS Antonveneta – IBAN: IT53P0504012112000000136185.

padova,lega italiana fibrosi cistica,turismo padova terme euganee,sport,padova sport,padova 21,mezza maratona,padova 21 mezza maratona di padova,atletica,agenda 21,strapadovaviva 

Per informazioni
www.padova21.it
www.showclub.it
Show Club Personal Training Club
Sede di vicolo Cigolo, 15
35123 – Padova
Tel.: +39 049.8161686
Fax: +39 049.8161680
info@padova21.it 

(Marco Lorenzi responsabile comunicazione  Show Personal Training Club) 

PS: Grazie a Marco per questo post. Tutti i runners padovani che fanno tanto gli splendidi (hehe ;)) lungo l’argine scaricatore si iscrivano! Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

My LinkedIn: Alberto Botton

768586036.jpgCiao a tutti, la primavera è iniziata e giornate più miti invitano a rimettersi in tenuta sportiva per trovare un po’ la forma fisica magari persa questo inverno per via degli stili di vita un po’ sregolati e regimi alimentari non proprio orientati al salutismo. Parlo per me ovviamente poichè molti si tengono in forma tutto l’anno…Già ieri l’argine sul canale Scaricatore era pieno di persone che passeggiavano, correvano, andavano in bicicletta e senz’altro per i prossimi mesi  quest’argine tornerà ad essere frequentatissimo dai padovani  amanti del “jogging”. Per chi ama far sport (dovremmo farlo un po’ tutti!), per maschietti e femminucce, volevo far presente che oggi riprendono le “easy activities” sui Colli Euganei e sul territorio termale circostante! Sapevatelo eh! 😉

Non è da molto tempo che parlandovi della serie di convegni organizzati dall’azienda turistica Turismo Padova Terme Euganee su Turismo@Innovazione vi ho presentato il club di prodotto ThermaeSport, un consorzio di alberghi termali ed enti turistici, sicchè un connubio tra  la professionalità degli operatori del turismo e dell’accoglienza termale euganea. Ve ne avevo parlato per le applicazioni tecnologiche quali l’uso del gps e degli strumenti google come google map ed earth a supporto delle iniziative che già erano state proposte lo scorso anno (rileggi il mio post “Turismo ed attività sportiva con “ThermaeSport” per capire di cosa sto parlando ma rileggilo veramente eh! ;)). Mi riferisco proprio alle “easy activities”, un calendario di piacevoli escursioni di nordic walking e bike in compagnia di activity leaders innovativi, nell’incantevole scenario del Parco Colli Euganei. Pensate per il turista termale ma anche per i cittadini, perchè no, le easy activities vogliono rappresentare un’occasione privilegiata per ritrovare equilibrio, benessere e bellezza. Un’opportunità per scoprire il territorio, quindi, apprezzare le sue caratteristiche e godere di quello che sa offrire facendo attività motorie per tutti per trascorrere piacevoli ore all’aria aperta seguiti da personale qualificato  e conoscendo e facendo gruppo con le altre persone che partecipano alle stesse attività.

1235631054.jpegDa oggi 28 marzo al 3 giugno e dal 29 agosto al 28 ottobre 2011 un calendario di piacevoli escursioni open air condotto da activity leaders qualificati, svolto in compagnia, in forma ludica e non impegnativa. Riprendono per il terzo anno consecutivo le Easy Activities, occasione per ritrovare forma, benessere e buon umore nel contesto del Parco Colli Euganei in un perfetto connubio con le Terme. Il ritrovo presso gli uffici turistici di Abano e Montegrotto Terme.  L’attrezzatura,  l’acqua e il buon umore sono fornite dall’organizzazione. Si consiglia un abbigliamento confortevole e scarpe da allenamento.

easy_activities (19).jpgScopri il calendario cliccando sull’“easy activity” a cui vuoi partecipare per vedere i giorni, gli orari ed i luoghi di ritrovo per la partenza! Potrai scaricarti anche il “virtual tour” su google earth ed immaginarti già il tipo di attività sportiva proposta, i luoghi che verranno attraversati, i paesaggi, e anche i dislivelli di pendenza nel caso degli itinerari sui Colli per capire il livello di difficoltà! Caricando il file sul vostro palmare o smartphone (attenti che in alcune zone potrebbe non avere campo…) potrete avere uno strumento che vi accompagna se decidete di andare da soli a svolgere la vostra attività sportiva preferita.

Potete interagire con ThermaeSport attraverso i social network! Vai alla pagina facebook di Terme Sport e diventa “fan” cliccando su “mi piace”, segui Terme Sport su twitter, guarda le foto di Terme Sport su flickr, e i video sul canale youtube di Terme Sport!

Per i turisti segnalo la pagina dell’ospitalità ThermaeSport per scegliere l’albergo dove pernottare ed avere altri riferimenti sul turismo termale e di tutta la città, come ad esempio la PadovaCard, vero lasciapassare per scoprire in modo vantaggioso e facile il patrimonio artistico di Padova, le bellezze naturali del suo territorio e gli eventi e le mostre in programma in questo periodo.  Non mi resta che augurare buon divertimento a tutti, ai padovani e soprattutto ai turisti (e magari le easy activities potrebbe essere l’occasione per fare nuove amicizie) che decidessero (e farebbero bene!!) di trascorrere qualche giorno sul territorio termale euganeo trascorrendo qualche piacevole ora praticando della salutare attività sportiva! Ciao! 😉

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

101-festa.jpgQuest’oggi, dopo l’attesa quanto insperata vittoria di sabato scorso a Pescara, ho pensato di parlare del Padova e di fare qualche riflessione su questo momento. Non sono particolarmente fanatico del gioco del calcio, anzi, potendo sciegliere tra una partita ed una serata al cinema preferirei il cinema ma quando si parla di Calcio Padova si rovescia tutto perchè sono un tifoso di questa squadra e solo chi ha questa passione mi può capire e lo sono da quando ho 7 anni e da quando mio padre per la prima volta mi portò al mitico Stadio Appiani. Non c’è Milan, Inter o Juventus che tenga…non mi interessa niente se non delle vicende della squadra della nostra città, la squadra dalla maglia biancoscudata, non a caso questo post finirà nella categoria dedicata “Calcio Padova 1910” in cui ho dato libero sfogo ai miei “deliri” scudati…eheh 🙂

Questo campionato, come tutti i campionati del Padova, è travagliatissimo…Non ricordo un campionato in cui poter seguire la squadra in tutta serenità o perchè si ambiva a risultati importanti, come una promozione, o piuttosto si “soffriva”, sportivamente parlando, per ottenere una salvezza nella propria categoria. Pure quest’anno, dopo un inizio spumeggiante ci siamo trovati in una fase di tracollo, un’emorragia di punti che ci ha portato ad una situazione di classifica precaria. Ora, dopo il cambio dell’allenatore, via Calori per il giovane Dal Canto, abbiamo ottenuto la prima vittoria fuori casa (vedi gli highlights di Pescara-Padova 0-2) e speriamo di risollevarci un po’ ma, come sempre, chi segue il Padova deve mettere in preventivo di “frequentare” un ambiente in cui tensione ed emozioni di natura contrastante sono all’ordine del giorno e questo, onestamente, un po’ mi ha stancato, sul piano “nervoso” e anche sul piano “sportivo”.

jpg_3416249.jpgSi dice che Padova sia una piazza con un pubblico esigente e questo è vero ma i risultati ed il sogno della serie A si raggiungono con il tempo e la programmazione che può durare più di qualche anno, tempo e programmazione che stridono con una certa isteria collettiva che fa si che dopo 2 vittorie ci si esalti oltremodo così come 2 sconfitte ci si deprima. Forse la società non ha parlato in modo univoco. L’obiettivo di quest’anno doveva essere un campionato “sereno” di transizione, come detto dal d.s Rino Foschi e forse male ha fatto il presidente ad esaltarsi ed ad illudere la piazza iniziando a parlare di play-off in modo prematuro, per quanto i risultati alll’inizio lasciassero bene sperare. Poi questi si son fatti  deludenti negli ultimi mesi ed hanno scontentato il pubblico che si era, appunto illuso, di ottenere risultati importanti, fino ad arrivare alla rabbia e alla contestazione di Cittadella che ci sta tutta, ci mancherebbe ,perchè la squadra ha giocato davvero male così come si sa che nel calcio l’allenatore che non ottiene risultati rischia il posto, così come qualunque manager di un’azienda, del restp. Il calcio però non è una scienza esatta e, come detto all’inizio, per ottenere certi risultati non si può continuare a cambiare allenatori e squadra in continuazione…L’esonero di Calori, come detto, visto il momento negativo della squadra, ci sta perchè la situazione delicata necessitava di una scossa ma il cambio continuo di allenatori e giocatori (una media di due allenatori a stagione da qualche anno a questa parte…) non dovrebbe diventare il “leit-motiv” della gestione del Padova altrimenti non si andrà mai da nessuna parte ed il tifoso dovrebbe accettarlo senza pretendere tutto e subito, altrimenti si finisce col crere aspettative deleterie, facili illusioni e conseguenti delusioni che poi, ogni anno, portano a rivoluzionare di nuovo tutto per poi dover ricominciare ogni volta daccapo.

Schermata2011-03-18a14.29.12.pngOra, da quì alla fine del campionato, sosteniamo la squadra ed il nuovo allenatore Dal Canto (foto a destra), il più giovane tra A e B (36 anni), confidando che capitan Italiano (sopra a sinistra al tiro) riesca con la sua personalità a trascinare i suoi compagni, in modo tale da raggiungere tutti assieme la salvezza e garantirci un altro campionato di serie B per poi, anno dopo anno, crescere e mettere le basi per maggiori successi perchè la pazienza che chiedo non è senz’altro sinonimo di rassegnazione o mancanza di ambizione. Padova ha le potenzialità e dovrebbe avere l’ambizione per arrivare in serie A e restarci per tanti anni, facendo campionati brillanti, nella speranza, in questo modo, di aumentare le simpatie di cui gode in città (fino a questo momento non molte o quantomeno non abbastanza secondo me)…1298396393966_stadio2.jpgPersonalmente non mi interessa fare 2 campionati di serie A da ultimi posti in classifica: l’obiettivo dovrebbe essere quello di farne 10 di serie A a buoni livelli ecco perchè è necessaria pazienza e programmazione e magari un bel restyling dell’Euganeo come quello proposto dagli architetti padovani Baracco e Camuffo che vedete nella foto a fianco (rileggi l’articolo pubblicato da “Il Mattino di Padova”), il mio vero sogno per il futuro del Padova ,perchè senza uno stadio dignitoso, anzi bello, ogni discorso ambizioso è difficile da affrontare, secondo la mia opinione, ovviamente.

acp.jpegSarà banale ma, a mio avviso, anche “snobbare” la squadra della propria città come succede in uno sport popolare e diffuso come il calcio a vantaggio delle grandi squadre più titolate, sarà anche normale come qualche amico mi ha detto, ma è secondo me espressione di un certo provincialismo di cui soffre la nostra città che invece meriterebbe un maggior “attaccamento” così come lo meriterebbe il Calcio Padova perchè, non dimentichiamocelo, il Padova ha una storia di 100 anni più che dignitosa! Sarà che tutti vogliono un po’ “viaggiare in prima” e allora si sentono più realizzati a definirsi tifosi di squadre più famose e vincenti a livello nazionale ed internazionale…

Se nei suoi primi 100 anni di storia il Calcio Padova ha fatto molta serie C, parecchia serie B e poca serie A, non c’è scritto quindi da nessuna parte che nei successivi 100 la situazione non si possa invertire e molto dipende dalla mentalità dell’ambiente per cui Forza Padova!!!..fin da sabato sera (ore 20,45) nella difficilissima partita contro l’Atalanta! (vedi info sulla prevendita)

E, per finire, come sempre, ricordo a chi “passa” da queste parti per la prima volta la pagina facebook di questo mio blog (FB: “Il blog di Padova) e magari, se vi va, di suggerirla ai vostri amici in modo tale di allargare la community. Ovviamente, la bacheca della pagina è aperta a singoli ed associazioni che volessero suggerire, segnalare eventi, iniziative e temi di discussione, perchè no? Ciao e alla prossima!

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

la corsa sui Colli Euganei.jpgLo scorso 15 febbraio sono stato al centro culturale Altinate- S.Gaetano per il convegno “Innovation day” che vi avevo presentato nel mio post “Google Innovation Day: le nuove tecnologie al servizio del turismo“. Non vi farò il resoconto della giornata (che potete leggere quì dal sito di Turismo padova Terme Euganee) ma vi volevo parlare di un’opportunità per tutti i turisti e i padovani che già ha avuto un ottimo successo nelle precedenti edizioni e che ora si propone con ulteriori servizi innovativi a disposizione, spiegati e presentati nel corso del convegno.

Smetto di fare il misterioso dicendo subito che mi riferisco alle “easy activities” promosse dal “Club di prodotto” ThermaeSport (cui partecipano oltre ad enti turistici anche diversi hotel) nello splendido scenario dell’area termale e collinare euganea. Riprende infatti calendario delle piacevoli escursioni di nordic walking e bike in compagnia di activity leaders innovativi, nell’incantevole scenario del Parco Colli Euganei. Pensate per il turista termale ma non solo, le easy activities vogliono rappresentare un’occasione privilegiata per ritrovare equilibrio, benessere e bellezza. Un’opportunità per scoprire il territorio, quindi, apprezzare le sue caratteristiche e godere di quello che sa offrire facendo attività motorie per tutti per trascorrere piacevoli ore all’aria aperta seguiti da personale qualificato  e conoscendo e facendo gruppo con le altre persone che partecipano alle stesse attività. Mi risulta che all’interno delle easy activities ci siano momenti di relax dopo le fatiche giornaliere (magari proprio con un trattamento termale) ma anche momenti di pausa e di ristoro in occasione dei quali è possibile far visita ad azienda agricole e fare una ricarica di energia con i prodotti della terra e delle vigne…senza esagerare immagino visto che poi si deve tornare alle “activities” per quanto “easy”…
Nel sito dell’ente turistico provinciale Turimo Padova Terme Euganee è presentata l’offerta per la vacanza attiva sui Colli Euganei, un modo per vivere il territorio euganeo facendo attività sportive quali il cicloturismo, l’escursionismo lungo i sentieri e il nordic walking.

Navigando nella rete ho trovato un’intervista a Elisa Bortolotto, referente ThermaeSport presso l’Azienda Turismo Padova Terme Euganee che potete leggere cliccando quì. Dalla voce di Elisa Bortolotto ho appreso le novità e le innovazioni inserite nel progetto in occasione del convegno al centro culturale Altinate- S.Gaetano presentate assieme a Massimo Nicolodi di Global base,  società partner di Google.

termesport1.jpegVi starete chiedendo cosa ci sia di particolarmente innovativo nel fare delle passeggiate sui colli o nel fare una biciclettata in compagnia. Ora vi spiego. Nel corso del convegno del 15 febbraio scorso sono state infatti presentati gli strumenti che sono a disposizione del turista oggi. Se gli itinerari giscover non sono una novità di quest’anno a Padova (guarda tutti gli itinerari scaricabili) ora è possibile scaricare anche gli itinerari che vengono proposti nelle “easy acvities” sul territorio collinare così che, visualizzandole sul proprio palmare o smarth phone che sia, sarà possibile intraprendere il percorso in totale autonomia e nei giorni che si preferisce.

thermaesportlogo.jpegDal sito ThermaeSport trovate sulla sinistra gli itinerari proposti presentati da video, con immagini dei luoghi attraversati mentre sulla destra, il percorso è visualizzato sulla mappa interattiva di google earth con informazioni preziose ed interessanti per chi dovrà attraversarlo a piedi o in bicicletta come ad esempio le quote di altitudine, i dislivelli, il tempo previsto per completare il percorso e la velocità consigliata etc etc. Il sito si presta ad un’interattività per cui è possibile registrarsi, inserire foto, partecipare a community sicchè come spiegato nel servizio del tg relativo al convegno “Innovation day” che pubblico a fondo pagina si tratta di tecnologie a supporto del turismo e di attività tradizionali poichè il sudore e la fatica che si fa pedalando in bicicletta quelle sono reali altrochè virtuali (ma ogni decide da se come farsi del male…ehehe scherzo!) ma queste nuove tecnologie sono in grado di “solleticare” l’immaginazione e di rendere l’esperienza il più completa possibile condividendo immagini, emozioni, pensieri e sensazioni con gli altri partecipanti o con chi consulta il sito pensando di voler vivere quelle stessa esperienza in futuro.

maptspo-jpeg.jpegNel canale youtube di MrsGioia71 (ThermaeSport) si possono vedere tutti i video di presentazione dei vari percorsi delle Easy Activities.

Thermae Sport ha anche una pagina su facebook (che ho aggiunto tra le mie preferite nella pagina facebook del mio blog) dove potete ricevere informazioni, commentare e raccontare la vostra esperienza nelle “easy activities”, postare foto e video, dare consigli e è suggerimenti allo staff. Thermae Sport  è anche su Flickr, il social network dedicato alla fotografia!

Dal 28 marzo al 3 giugno 2011 le Easy Activities Vi apettano alle Terme Euganee di Abano e Montegrotto!

Per info www.thermaesport.it, mail a  terme.sport@turismopadova.it  Ufficio Informazioni Turistiche Abano/ Montegrotto Terme, tel. 049.8669055 o 049.8928310

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

37434_1417324871752_1191529377_31142569_7880416_n.jpgTorno a scrivere un post per la categoria Calcio Padova 1910 per parlare di una questione di attualità a Padova ed in tutta Italia.

Ebbene i tifosi italiani sono in questi di giorni di fronte ad una scelta per via del discusso provvedimento, anticipato per altro da anni , della cosidetta Tessera del Tifoso. Se ne discute nei bar, per strada e soprattutto nei forum su internet e sui social network. Si tratta di una circolare ministeriale che il Ministro Maroni ha inviato alle società calcistiche per far sì che queste colleghino la campagna abbonamenti alla sottoscrizione di una tessera il cui rilascio è deciso dalle questure italiane dopo il controllo dei dati dei richiedenti. Tu tifoso, se vuoi farti l’abbonamento devi chiedere il permesso alla questura fornendo i tuoi dati e la tua foto. Insomma un nome accattivante quello della tessera del tifoso per descrivere quella che di fatto è una schedatura. Un’iniziativa unica in Europa e nel mondo così come già è una prerogativa italiana quella di vendere biglietti nominali: cioè solo in Italia per acquistare un biglietto per un partita di calcio devi presentare la carta d’identità e fornire i tuoi dati. Ora con la tessera pure gli abbonamenti saranno controllati anche grazie ad un chip, inserito nella tessera, del tipo a codice RFID che non permette di rintracciare il possessore ovunque ma è in grado di tracciarne i movimenti (!). E il tutto per una partita di calcio…In molti casi, a discrezione delle società, le tessere sono collegate a circuiti bancari così i tifosi gireranno con una carta di credito in più e a queste banche pagheranno le commissioni per gli acquisti dei biglietti per le eventuali trasferte etc etc, oltre al costo della tessera stessa. Quindi anche un business per le banche. Va dato atto alla società Calcio Padova di non aver fatto questa scelta assieme a poche altre.

9519_1193706201425_1191529377_30630474_3316166_n.jpgIo avevo già deciso per conto mio da tempo e ritengo sia ingiusto che tutti gli spettatori di uno stadio vengano trattati come potenziali teppisti e violenti (che comunque possono entrare pagando il biglietto) ma che piuttosto debba essere tutelata libertà, privacy a tutti e puniti giustamente i violenti e chi si comporta in modo inadeguato. Per me una decisione da cittadino prima che da tifoso. Per andare al cinema o ad un concerto non vengo schedato e sebbene gli stadi siano luoghi pubblici (?) dove ci sono, ci sono state manifestazione di violenza non mi sento responsabile di queste e non credo che limitare le libertà sia il modo per risolvere certi problemi. Recentemente il presidente del Palermo Maurizio Zamparini ha rilasciato al Fatto Quotidiano un’intervista illuminante che condivido in pieno (leggi l’intervista completa riportata da un blog). Dice Zamparini:“Basta vedere cosa accade nel resto d’Europa. Francia, Inghilterra, Germania Svezia, Danimarca. Devo continuare? In quei paesi non c’è nessuna tessera del tifoso e non ci sono ostacoli. tornelli, gabbie, violenza.” E poi ancora “Avremmo dovuto fare come Margaret Thatcher, anni fa in Inghilterra. Guerra senza quartiere ai teppisti e contestuale libero spazio di espressione ai tifosi veri. Noi abbiamo preferito un compromesso al’italiana, cioè fare pagare alla brava gente, il 99 per cento della popolazione sportiva, il prezzo dell’inazione. Filtraggi, controlli, vessazione, ostacoli in nome della presunta sicurezza. Tutto con risultati disastrosi. La costrizione della libertà individuale, senza ottenere la pace sociale. L’Italia è uno Stato di Polizia. Lo è sempre stata. I governanti conoscono solo la limitazione della libertà, l’aggressione del principio stesso di quel concetto e quest’aspetto, oltre a ripugnarmi, mi addolora profondamente”. Per cui invito tutti a valutare ed ad informarsi attentamente prima di accettare questa iniziativa, che ripeto non è legge (ma una circolare ministeriale), e che comunque lascia aperte delle alternative, quella di acquistare i biglietti ad esempio, per quanto nominali.

Si tratterà solo di calcio ma comunque si tratta di una manifestazione “normale” della nostra società e personalmente dissento su questa iniziativa perchè la lotta alla violenza non si fa limitando i cittadini e chiunque voglia andare allo stadio. Di fronte a questo provvedimento, ripeto, molto discutibile, molte delle tifoserie italiane, in particolare le curve (ma non solo) stanno reagendo in vario modo: chi sciogliendo la tifoseria organizzata (i tifosi della Lazio), chi obbediendo supinamente (i tifosi dell’Inter) chi, lasciando autonomia di scelta ai singoli tifosi chi promuovendo un’azione di protesta e un No deciso come quelli del Padova che si rifiutano di essere schedati e subire l’ennesima iniziativa antiliberale rinunciando a sottoscrivere abbonamenti e tessere per poi acquistare legittimamente i biglietti prima di ogni singola partita.

36012_1417341272162_1191529377_31142617_5904622_n.jpgI ragazzi della Curva Fattori dopo una riunione molto partecipata hanno detto No alla Tessera del Tifoso inoltrando il seguente comunicato e dicendo molto chiaramente che se si vuol far vivere il tifo passionale, folkloristico e la parte bella delle curve italiane la scelta da fare è quella di andare allo stadio legittimamente con il biglietto anzichè l’abbonamento poichè scegliere la tessera significa essere ricattati ed espulsi dallo stadio anche solo per alzarsi dai propri seggiolini. Già da anni è proibito l’uso di tamburi , per fare entrare gli striscioni ,che hanno fatto la fortuna di Cristiano Militello (guarda la sua video-intervista sulla tessera del tifoso) su Striscia La notizia con la sua rubrica Striscia lo Striscione, bisogna chiedere permessi ed autorizzazioni, insomma il calcio perderà la passione ed il colore delle curve italiane (ecco perchè ho barrato alcune foto della tifoseria del padova), certe coreografie e vedere ragazzi in piedi a sventolare le proprie bandiere (già ora quelle grandi sono proibite) potrebbe non essere più ammesso così come le feste sugli spalti  quale quelle di Trieste, il giugno scorso( se ne parla nel forum “Padovanità” cliccando quì). Il risultato in futuro sarà quello di un pubblico silenzioso, seduto e timoroso di essere cacciato anche solo per aver inveito contro l’arbitro. Un teatrino solo parziale perchè gli stadi italiani, salvo rare eccezioni, sono per lo più orrendi, scomodi e fatiscenti, non hanno nulla a che vedere con i veri “teatri” del calcio che ci sono in Inghilterra o Germania. Insomma la morte del tifo organizzato. E’ questo che si vuole? Non credo che uccidere la passione dei tifosi sia il modo per contrastare la violenza perchè temo che i violenti troveranno comunque modo per sfogare i propri istinti.

Con tutte le società calcistiche che falliscono lungo tutta la penisola, il problema del calcio non sono di certo i tifosi, costretti a pagare colpe non proprie, tifosi che rappresentano la vera anima passionale di un gioco che era il più bello del mondo e che nel nostro paese sembra avviato ormai verso un’inesorabile declino.

“Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza”

(Benjamin Franklin)

 

P1030671.JPGQuello che è successo sabato sera allo stadio N. Rocco di Trieste lo saprete tutti ed è stato tanto incredibile quanto bello! I tifosi del Padova potrebbero fare uno spot sul calcio per raccontare a chi tratta con snobismo gli appassionati di calcio come questo gioco possa regalare emozioni incredibile e contrastanti.

Ebbene dovevamo vincere come lo scorso anno a Busto Arsizio e così è stato. L’incredibile è come ci siano riusciti dopo che per tutta la seconda parte della stagione avevamo visto una squadra in seria difficoltà che nonostante tutti i tentativi, cambio allenatori compreso, non riusciva a schiodarsi dalle ultime posizioni della classifica. Tantè, dopo il pareggio della partita d’andata dei play-out il Padova aveva un solo risultato per poter mantenere questa serie B e cioè la vittoria e in tanti avevamo temuto di non farcela questa volta. Già il timore è pur sempre un’emozione. La speranza è anche un’emozione così come la passione e la voglia di dimostrarla di fronte ai nostri avversari triestini. Con queste emozioni nel cuore abbiamo preso il biglietto e sabato chi in autobus chi in auto ci siamo avviati lungo l’autostrada verso Trieste. Personalmente, con amici sono stato in spiaggia a Lignano, un po’ di sole, qualche  “finezza” a calcio sul bagnasciuga da veri globertrotters del football così tanto per stemperare la tensione del pre partita. Già la tensione, un’altra emozione.

P1030663.JPGPoi di nuovo in strada verso il capoluogo giuliano: Gonars, Palmanova, la città a pianta ottagonale, Redipuglia, ricordi di visite con la scuola all’Ossario, Ronchi dei Legionari, Monfalcone, Duino, Sgonico, Prosecco con il vicino castello di Miramare. Paesaggio bellissimo, aspro come le colline del Carso, sacre alla patria, duro come il carattere della gente di questi posti e, per un bongustaio, quale sono questa zona non può non farmi pensare alla cucina ed in particolare ai suoi vini, al Collio. Zona di frontiera dalla vegetazione fitta e selvaggia laddove l’arido terreno carsico non la vince.

Trieste. Arriviamo 10 minuti prima del fischio d’inizio, i controlli all’ingresso, e dentro al settore ospiti già ribollente di tifo e passione. Migliaia di bandierine a scacchi bianchi e rossi sventolano quasi a nascondere la visuale del campo. La tensione, il timore si tagliano con un coltello e allora via con i cori. Partiti. Padova in attacco, cross dalla destra, deviazione, calcio d’angolo. Bene così, subito in attacco!! Renzetti, cross, Vantaggiato al limite dell’area, che fa? cincischia, caracolla, si accentra, tiro: GOOOOOOOOOOOOLLLLLLL: Delirio tra i quasi 3000 tifosi padovani, abbracci, urla di gioia, di liberazione, facciamo uscire via dalllo stomaco la tensione, Goooolll!! Ma la partita è lunga. Alla Triestina basta un solo gol…E quando attaccano loro, sono fischi e buuh quasi ad esorcizzare la paura. I tifosi del Padova sanno che dovranno soffrire fino al 95°: è sempre stato così! Le occasioni nel primo tempo le abbiamo entrambi, noi e loro ma ci siamo, la squadra sta giocando davvero bene ma attenzione…Agliardi paratona incredibile su colpo di testa di Godeas!

jpg_2085455.jpgSecondo tempo: speriamo che passi in fretta! La tensione è sempre ai massimi livelli, scoppia qualche petardo lanciato da qualcuno dei nostri. Meglio non fare cazzate ragazzi, non vorrete mica che sospendano la partita mentre la stiamo vincendo, no? Mamma mia, la Triestina si è appena mangiata il gol del pareggio. Non voglio vedere lo stadio esplodere per il pareggio degli alabardati. Ancora Federico Agliardi vola all’incrocio dei pali a deviare un tiro pericolosissimo che sarebbe stato il gol dell pareggio triestino. Infatti, da Jidahi a vantaggiato e poi Cuffa, idole delle folle, che fa? tunnell all’avversario! lo aggira, palla ancora sui suoi piedi, Cuffa, tiro: GOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLL Claudio Matias Cuffa!! L’argentino con le braccia al cielo e lo sguardo spiritato corre verso il suo pubblico!! (vedi a destra foto dal sito de “Il Mattino di Padova”) E sono 2: agli abbracci, alle urla e ai cori del 1° gol si notano anche lacrime a rigare il viso di qualche tifoso, troppa la tensione e la paura di non farcela ma ora più che mai ce la possiamo fare. Attenti però, non è finita, se fanno un solo gol poi loro possono attaccare per cercare il pareggio anche alla fine, in mischia. Il calcio è imprevedibile, può succedere sempre di tutto e i tifosi del Padova lo sanno, no? Anche lo scorso anno il gol della Pro Patria ci costrinse ad un finale da infarto. Non vorremo mica ripeterci, vero? Certo che no e allora Di Nardo si invola sulla fascia inbeccato da Italiano, palla in centro area per l’accorente giovane “bocia” Bonaventura e sono 3! S.Antonio (festeggiato il 13 giugno giorno successivo alla partita) ci ha dato una mano anche stavolta! 😉 Triestina 0 Calcio Padova 3!! Ora la tensione sparisce come la paura, la speranza non serve, ora c’è solo gioia, senso di liberazione e felicità: sarà serie B anche il prossimo anno!!

30247_10150213245135611_897215610_13296066_1288520_n.jpgLa squadra sotto la curva (vedi foto a sinistra di Marianna Pagliarin), i 2500 a cantare e a zittire il Nereo Rocco di Trieste (come per tutta la partita del resto!), “Ma quando torno a Padova” è sempre l’inno!(vedi il video a fondo pagina e leggi il post “…ma quando torno a Padova“) Bandiere e sciarpe a colorare questa serata! Una festa, abbiamo vinto e lo abbiamo fatto in uno stadio serio, bellissimo che vorremmo tutti anche a Padova, stiamo festeggiando la nostra Champion’s Leaugue! Finchè non potremmo avere ambizioni più elevate questi sono i nostri grandi successi sportivi e dovremo tutti esserne orgogliosi, tifosi e cittadini di Padova, tutti! Vedo la vicepresidentessa Barbara Carron commossa e dal labiale che ci rivolge leggo “Avete un cuore grande così!” E come potrebbe essere altrimenti? Come “sopportare” tutte queste emozioni senza mai perdere l’attaccamento alla squadra e la passione per questa maglia bianca con lo scudo sul petto (stasera nella versione portafortuna gialla) senza avere un cuore grande così.

Sono fiducioso per il futuro che società e squadra sapranno analizzare gli errori di questo campionato ed imparare da questi! Le sconfitte, nello sport come nella vita, fortificano lo spirito e nonostante le delusioni di quest’anno e le sconfitte siamo ancora quì a sostenere la squadra della nostra città e per questo abbiamo vinto anche noi!

PS: Segnalo il rinnovato forum Padovanità, il forum  di tutti i tifosi del Padova, della tribuna Fattori e di tutti i settori!