orologio.jpgBuon venerdì è un piacere rivedervi. Tutto bene? “Sieti caldi?” come disse Madonna in uno dei suoi primi concerti in Italia? Molto bene, anche perchè ne avrete bisogno in questo fine settimana padovano. Mentre stavo per mettermi a scrivere, rivedendo gli appunti presi per questo post, improvvisamente ho avuto una sorta di allucinazione visiva. Avete presente un prisma triangolare? Per chi non fosse un patito di geometria ma fosse amante del rock è quella piramide che si trova raffigurata nella copertina di dell’album “The Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd. Se vi entra raggio di luce ne esce tutto lo spettro dei colori. Nel mio trip mentale, questi fasci colorati entravano a loro volta in altri prima generando nuovamente altri fasci di colore e così via all’infinito.
cromatica manifesto.jpgQuesta immagine rende piuttosto bene il numero di eventi, concerti e appuntamenti che avranno luogo in questo fine settimana di carnevale. Grazie a Cromatica possiamo tranquillamente dire che ce n’è veramente di tutti i colori e per tutti i gusti. Dell’iniziativa ne hanno già parlato diffusamente sia Silvia che Alberto per cui, un po’ pigramente, vi rimando ai rispettivi post per un approfondimento e soprattutto al molto ben curato e aggiornato sito www.carnevalepadova.com. Ma non perdiamoci ulteriormente in preamboli e tuffiamoci nel caleidoscopico mare di eventi del weekend da venerdì 8 a domenica 10 febbraio.

Parto dagli incontri con l’autore per segnalarvi che venerdì 8 febbraio alle 16.30 alla Libreria Laformadelibro di via XX Settembre sarà ospite l’attore teatrale, regista, scrittore e drammaturgo Ascanio Celestini che presenterà il suo ultimo libro “Pro patria” (Einaudi 2012), storia di un detenuto condannato alla reclusione ascanio-celestini-pro-patria-69-46.jpgfino al giorno 99 del mese 99 dell’anno 9999 e del suo “Discorso sulla controvertigine”, in compagnia del fantasma di Mazzini, di un secondino detto «l’intoccabile» e del «Negro Matto Africano», che ha trovato un sistema infallibile per evadere. Se al piacere di una buona conversazione volete unire anche la salutare attività della passeggiata culturale fatevi trovare alle 17.30 al Bar del Palazzo del Bo da dove partirà un minitour nel cuore della città, alla ricerca di aneddoti, curiosità e sapori di Padova con Paola Tellaroli, autrice di “101 cose da fare a Padova almeno una volta nella vita” (Newton Compton Editori). Possiamo poi venendo verso il Liston fermarci alle 19.00 allo Spazio Superflash Store in piazza Cavour per assistere alla presentazione del libro “Il potere è nella mente” (Rizzoli) del mentalista italiano Francesco Tesei. Sempre venerdì, spostandoci però al San Gaetano alle 21.00, non possiamo perdere l’incontro con Gene Gnocchi condotto da Pierangelo Serio e Isacco Tognon. Quattro chiacchiere informali per parlare di lui, di noi e del mondo con un vero fuoriclasse della comicità. Domenica 10, sempre al San Gaetano, sarà ospite anche il regista-autore Enrico Lando che, dal 2009 dirige, per MTV, la fortunata serie televisiva, nonchè due fortunati film, de “I Soliti Idioti”.

Appnti-per-una-corretta-gestione_Federico-paino_2.jpgIn questo weekend non possiamo tralasciare anche il teatro. La programmazione sempre ricca del circolo Carichi Sospesi propone, venerdì 8 alle 21.30 il terzo appuntamento con la rassegna “Carichi di Scena”. Sul palco di vicolo portello lo spettacolo “Appunti per un’accorta gestione demografica”, monologo, di e con Federico Paino, vincitore del Next Generation Festival 2012. Un uomo solo con se stesso in una stanza vuota in un silenzio artificiale, fitto di rumori impercettibili e indeterminati in cui solo dalla segreteria arrivano gli unici segni umani dal mondo esterno. Nella vita perfettamente organizzata di un impiegato qualunque, che anonimamente coltiva in segreto ideologie razziste e violente, deliri apocalittici, ma anche tenere aspirazioni amorose, timori e premure infantili e comiche, irrompe un delitto compiuto “senza colpa”. Al Piccolo Teatro in via Asolo è in cartellone “Il marito di mio figlio” commedia degli equivoci di Daniele Falleri a cura di Teatro delle Lune di Montebelluna con la regia di Roberto Conte. Al Gran Teatro Geox, per tutto il aldo-giovanni-e-giacomo.jpgfine settimana è protagonista, invece, il trio comico più famoso d’Italia, Aldo Giovanni e Giacomo che, a sette anni dal successo di Anplagghed, spettacolo campione assoluto di incassi nella stagione teatrale 2005/2006, tornano a esibirsi nuovamente dal vivo.

Per la musica abbiamo solo che l’imbarazzo della scelta. Per gli appassionati musica classica, venerdì 8 febbraio alle 20.15, il Quartetto Auryn, accompagnato dalla viola di Volker Jacobsen, eseguirà all’Auditorium Pollini, il Quartetto in fa maggiore di Grieg, il Quintetto op. 97 di Dvorak e il Quintetto op. 88 di  Brahms.

Notevole anche il numero degli appuntamenti dedicati al jazz. Venerdì 8 febbraio al Pedrocchi suonerà un ensemble giovane ma ormai già affermato sulla scena jazz nazionale, gli Or-Crank Trio, con Enrico Di Stefano al sax tenore, Giulio Campagnolo all’organo hammond e Andrea Davì alla batteria. Sabato 9 proseguono, inoltre, gli appuntamenti con la rassegna “Ombre di Jazz” alla Risorta 2-guano_padano.jpgOsteria del Refosco di via Carlo Cassan che vedrà protagonista il trio “Standard Socks”, composto da Simone Massaron alla chitarra, Giulio Corini al contrabbasso e Nelide Bandello alla batteria. Il trio proporrà standard e improvvisazioni basate sull’interplay, concetto presente anche nella musica colta ma che nel jazz ha trovato la sua massima esaltazione. Domenica 10, invece, all’Osteria 3 Quarti di Riviera Mugnai jazz lunch con i Guano Padano, una band che vede Danilo Gallo al basso, Alessandro “Asso” Stefana alla chitarra e Zeno De Rossi alla batteria, questi ultimi in forza stabile alla band di Vinicio Capossela. Per il fine settimana, inoltre, lo  Spazio Gershwin, ha curato esibizioni live in via Santa Lucia e via Altinate, a base di swing e jazz da New Orleans a Chicago.

Il Terminal di Padova propone, venerdì 8 febbraio, una “pulp night” dedicata alle atmosfere, e alle colonne sonore, dei film di Quentin Tarantino. Sul palco di via Palestro si esibirà lo Stefano Silenzi Blues Trio. In questo progetto, Stefano Silenzi,  silenzi3.jpgtorna, alla chitarra elettrica, suo elemento naturale e alla voce accompagnato come sempre da musicisti d’eccezione: Ivan Prevedello al piano, Max Gagno al basso e Bob Parolin alla batteria. Una serata con rigoroso dress code in onore del regista di Pulp Fiction, Kill Bill e di Django Unchained. Sabato 9 sarà il turno degli Still Stones, gruppo di amici con la passione per la musica, che nel 2009 cominciano a proporsi al pubblico con gli energici e sempre attuali brani dei mitici Rolling Stones, riarrangiati per una band di cinque elementi: voce e armonica, due chitarre, basso e sassofono, batteria. Mentre domenica spazio alla musica rock a 360 gradi con il gruppo dei The Roller.

Al Fishmarket venerdì 8 febbraio si compirà un viaggio trentennale nel blues, al fianco di stelle come Etta James, Taj Mahal, John Mayall, Robben Ford e Brian Auger. Protagonista Rudy Rotta, un vero eroe delle sei corde che riproporrà dal vivo brani tratti dall’ultimo disco “Blue Inside” e le pietre miliari di una carriera che l’ha portato ad essere celebre anche negli Stati Uniti.

soft-pack-sito.jpgSe amate il sound dei Velvet Underground, The Stooges e dei The Strokes l’appuntamento è, invece, sabato 9 febbraio ore 21 al Bastione Alicorno in Piazzale Santa Croce con i The Soft Pack.  Canzoni veloci e dirette, costruite sui riff di chitarra con un’energia punk, suoni abrasivi figli del garage rock anni Sessanta e del lo-fi americano degli anni Novanta. Sempre sabato 9 febbraio alle ore 21,30 ai Carichi Sospesi il live ribollente dei Bube Sapràvie, una miscela originale, minestrone ribollente di vegetali ispirazioni da cui spuntano echi circensi, nostalgie Osteuropee e Sudamerindie, voli spaziali e molto altro ancora.

Si chiude, infine, domenica 10 in Piazza dei Signori con il grande concerto di Carnevale con Miki & Gio, i Tunatones, i Mannachi, Ska J e i Megahertz che accompagneranno l’aperitivo dalle 16.00 alle 21.00 Una festa musicale gratuita, un regalo per tutta la cittadinanza e i visitatori di Cromatica, il nuovo carnevale di Padova.

2013-granballo-pedrocchi.jpgNon si può tuttavia dimenticare una delle tradizioni carnevalesche per eccellenza: il ballo in maschera. Venerdì 8 febbraio, alle ore 20.30, nella splendida cornice del Caffé Pedrocchi, Team for Children ha organizzato un  Gran Gala di beneficienza a sostegno del reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale di Padova. Dopo l’aperitivo, a cui sarà abbinata una selezione di degustazioni enogastronomiche proposte dal Caffè Pedrocchi, seguirà la cena di gala servita nella prestigiosa Sala Rossini accompagnata dalle note del Conservatorio Pollini. L’eleganza e la raffinatezza musicale del dj Fabio Parodo e la simpatia di Nanà Saturno chiuderanno la cornice di una notte indimenticabile dell’eleganza, tra maschere, colori e costumi d’epoca nel cuore della città. (per informazioni Team for Children T. 346-0027482 o Caffè Pedrocchi T. 049 878 123).

bellitalia-logo.jpgRimanendo in tema enogastronomico non posso esimermi dal segnalare che durante tutto il fine settimana nei moltissimi bar e caffè di Padova verranno proposti aperitivi e degustazioni a tema con il carnevale e con i colori di Cromatica. Tra le molte iniziative segnalo che venerdì 8 febbraio, al Ristorante Per Bacco di Pontecorvo la serata inizia con un aperitivo infuocato a base di Bloody Mary e prosecco. Per chi resta a cena il colore rosso farà da filo conduttore dal ragù al pomodoro che tingerà i primi piatti a quello dello spezzatino, passando per qualche chicca a sorpresa. Sabato 9, invece, alla Boutique del Gusto perbacco.JPGLa Fenice in via Santa Lucia, dalle 18.00 alle 20.00 avrà luogo una degustazione di vini accompagnata da musica dal vivo, racconti di cibo e di vino e delle vite di chi li produce. Evento clou della “Cromatica da Gustare” sarà, da domenica 10 a Martedì 12 in Prato della Valle, la manifestazione “Bell’Italia”, una grande esposizione enogastronomica che punta alla riscoperta di prodotti tradizionali ed a marchio certificato dalle Regioni italiane.

A rallegrare l’atmosfera vi saranno inoltre “presentazioni guidate al gusto”, spettacoli teatrali, giochi per bambini e musica.

E direi che con questo vi ho, come si dice, “conciati per le feste”. Non mi rimane che addentare l’ultima frittella e augurarvi un felice ed intenso fine settimana.

A venerdì prossimo

Giuseppe Bettiol
finesettimana@giuseppebettiol.it

 

Socializza con il Blog di Padova!

padova blog,padova,colli euganei,provincia di padova,turismo padova,veneto,turismo veneto,enogastronomia,turismo enogastronomico,mangiare a padovapadova blog,padova,colli euganei,provincia di padova,turismo padova,veneto,turismo veneto,enogastronomia,turismo enogastronomico,mangiare a padovapadova blog,padova,colli euganei,provincia di padova,turismo padova,veneto,turismo veneto,enogastronomia,turismo enogastronomico,mangiare a padovapadova blog,padova,colli euganei,provincia di padova,turismo padova,veneto,turismo veneto,enogastronomia,turismo enogastronomico,mangiare a padova 

 

padova,padova blog,blog di padova,padova sociale,sociale,ail,ail sezione di padova,ail padova,natale solidale,doni solidali ail,associazione italiana contro le leucemie linfomi mieloma

Ciao a tutti! Per quest’oggi Silvia ha rinunciato alla sua rubrica “enogastronomia e territorio” per permettere a me di scrivere questo post dall’argomento non certo leggero e spensierato, anzi…Quest’oggi ho pensato di segnalarvi l’iniziativa natalizia della sezione di Padova dell’AIL (Associazione Italiana contro Leucemi-Linfomi e Mieloma) per  che dal 1975 ha lo scopo di operare per lo sviluppo e la diffusione delle ricerche scientifiche sulle leucemie ed altre emopatie maligne e per l’organizzazione ed il miglioramento dei servizi e dell’assistenza socio sanitaria in favore di leucemici ed altri emopatici e delle loro famiglie.

Sono molte le persone che evitano di parlare o di leggere riguardo al cancro forse per esorcizzarlo e per paura nonostante negli ultimi anni la ricerca abbia fatto grandi passi in avanti. Io per primo ero così e ora ho capito che bisogna guardarle negli occhi queste malattie ed imparare ad affrontarne l’ansia, la paura ma anche cercare la speranza che arriva solo dalla ricerca e dal grande contributo che associazioni come l’AIL fanno in questo senso.

padova,padova blog,blog di padova,padova sociale,sociale,ail,ail sezione di padova,ail padova,natale solidale,doni solidali ail,associazione italiana contro le leucemie linfomi mieloma

Questa la premessa per dire che forse, di questi tempi, con la crisi che colpisce ampi strati della popolazione, forse è meglio pensare ai regali natalizi in ottica solidaristica e non consumistica poichè dare un contributo alla società e a quanto è utile a tutti rappresenta un ritorno anche per ciascuno di noi. Non sono uno stinco di santo, non sono un’ipocrita e non voglio che questo messaggio venga percepito come “moralista”e comunque con il post di oggi mi importa solo promuovere i doni solidali per il Natale Solidale dell’AIL! Si tratta della Campagna natalizia di sensibilizzazione e raccolta fondi a favore della lotta contro le leucemie, i linfomi e il mieloma promossa dall’Associazione Italiana contro le Leucemie sezione di Padova. Natale si avvicina…anche quest’anno l’Associazione propone, ad Aziende e privati, la possibilità di sostituire i tradizionali regali di Natale con un dono solidale. Nel titolo ho specificato che sono doni che “fanno bene”, questo va da sè che facciano bene ma sono pure molti belli e davvero ci sono molti oggetti carini dal costo modico per abbellire la casa, oggetti di uso quotidiano, strenne natalizie, biglietti d’auguri, alcuni dei quali con immagini realizzate dai bambini che frequentano la scuola dei reparti della Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova,  piccoli monili, decorazioni natalizie, libri per bambini, bavaglini, copertine, peluche, panettoni, confezioni natalizie con biscotti e caramelle e tante altre belle cosucce. Potete vedere voi stessi con i vostri occhi il catalogo con tutte le idee regalo cliccando quì!

padova,padova blog,blog di padova,padova sociale,sociale,ail,ail sezione di padova,ail padova,natale solidale,doni solidali ail,associazione italiana contro le leucemie linfomi mieloma

Per informazioni e prenotazioni delle idee regalo rivolgersi alla Segreteria al 1° piano di Oncoematologia Pediatrica e chiedere di Stefania, tel. 049/8211461. (chiuso il Merc e Ven pomeriggio) o mandarle semplicemente una mail: stefania.gallo@ailpadova.it. Privati ma anche aziende possono regalare le tradizionali ceste natalizie ai propri dipendenti. Per prenotare le ceste natalizie rivolgersi alla Segreteria AIL – Via A. Gabelli 114 – PADOVA e chiedere di Emiliano tel. 049/666380 (aperta dal lun al giov dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00. Venerdì aperto solo il mattino) o mandare una e-mail: segreteria@ailpadova.it.

padova,padova blog,blog di padova,padova sociale,sociale,ail,ail sezione di padova,ail padova,natale solidale,doni solidali ail,associazione italiana contro le leucemie linfomi mieloma

Il prossimo weekend ci saranno anche due belle iniziative, sempre a sostegno dell’AIL! La prima che vi voglio segnalare si terrà a Ponte di Brenta ed è giunta alla 3° edizione. Si tratta di “Cantiamo il Natale per l’AIL, una rassegna musicale in programma sabato 15 dicembre presso la Chiesa Parrocchiale S. Marco Evangelista di Ponte di Brenta alle ore 20, 45. Domenica 16 dicembre, invece, ci sarà la 3° edizione di “Corri con Babbo Natale”, manifestazione ideata dal Comitato Prov.le del CONI e dal suo Presidente Dino Ponchio. Nell’invitare i cittadini a partecipare, l’assessore allo sport Umberto Zampieri ci fa sapere che il programma, in breve, prevede una corsa, passeggiata di pochi chilometri nel centro della nostra stupenda città, abbigliati con il cappello e la giacca rossa di Babbo Natale. Sarà un modo di rendere visibile la presenza dello sport anche nei giorni festivi, promuovere ancora una volta l’attività fisica e ci darà modo di raccogliere con una piccola iscrizione, un aiuto per l’A.I.L. Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma. Per partecipare a Corri con Babbo Natale scarica qui il modulo di adesione!

Ovviamente è possibile mandare le proprie donazioni all’AIL in vari modi e l’associazione si sta impegnando per cercare di ottenere sempre nuove risorse finanziarie per i molti progetti avviati come le case accoglienza e lo sviluppo del servizio di assistenza domiciliare, il progetto per i bambini “w la scuola” e molti altri. Invito comunque tutti a visitare il sito della sezione di Padova dell’AIL : http://www.ailpadova.it/.

Statemi bene! 😉

padova,padova blog,blog di padova,padova sociale,sociale,ail,ail sezione di padova,ail padova,natale solidale,doni solidali ail,associazione italiana contro le leucemie linfomi mieloma

Alberto Botton

Mail to: vpadovablog@virgilio.it 
 

Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Clicca per entrare nella pagina de “Il blog di Padova” e clicca “mi piace” !

Il blog di Padova è anche su twitter @BlogDiPadova

Novità: Ora il blog di Padova è anche su Instagram: @blogdipadova

 

padova,blog di padova,padova blog,padova a colori,padova multietnica,immigrazione,dossier caritas 2012,melting pot europa
Con il post di oggi, inserito nella rubrica “Padova a colori”, riprendo la recente presentazione del Dossier Statistico Caritas/Migrantes 2012 con i dati relativi all’immigrazione nel nostro paese. Si tratta del più autorevole e completo documento statistico sui flussi dei migranti in Italia che nel corso ha seguito la rapida trasformazione dell’Italia da paese da cui la gente emigrava a paese che i migranti li attrae, per quanto l’attuale crisi economica abbia rallentato e depotenziato questa forza attrattiva. 
Il messaggio/slogan di questa edizione del Dossier (alcune foto di questa pagina le ho prese dal sito della Caritas Italiana) è “Non sono numeri” per sottolineare la centralità della dignità dei migranti come persone e come membri di famiglie che sempre più scelgono il nostro paese come luogo dove far crescere i propri figli. Il 15 gennaio scorso, in occasione dell’Angelus della domenica dedicata alla Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, Papa Benedetto XVI disse una frase semplice ed universale, condivisibile dal genere umano e non solo dai credenti cattolici e cioè “Milioni di persone sono coinvolte nel fenomeno delle migrazioni, ma esse non sono numeri! Sono uomini e donne, bambini, giovani e anziani che cercano un luogo dove vivere in pace”.
 
padova,blog di padova,padova blog,padova a colori,padova multietnica,immigrazione,dossier caritas 2012,melting pot europa
La dimensione quantitativa e quindi i numeri sono indispensabili per conoscere bene il fenomeno migratorio ma questa esigenza non deve mettere in secondo piano la dignità delle persone che numeri non sono. In un mondo attraversato sempre più da crisi politiche ed economiche e contrassegnato da una diseguale distribuzione della ricchezza, le migrazioni, che riguardano tutto il pianeta, sono la risposta inevitabile da parte di persone che cercano di migliorare la propria esistenza e di dare un futuro ai propri figli. Dal sito del progetto “Melting pot Europa” apprendo che “Nell’Unione Europea gli stranieri residenti sono per i tre quarti concentrati in Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna. L’incidenza media degli immigrati sui residenti europei è del 6,6%; tuttavia, se si considera il gruppo dei nati all’estero che hanno acquisito la cittadinanza del paese di residenza, si arriva a 48,9 milioni di persone che fanno dell’UE il principale polo immigratorio al mondo insieme al Nord America”. Per qaunto riguarda l’Italia, il Dossier ha stimato che il numero complessivo degli immigrati regolari, inclusi i comunitari e quelli non ancora iscritti in anagrafe, abbia di poco superato i 5 milioni di persone alla fine del 2011, un numero appena più alto di quello stimato lo scorso anno (5.011.000 rispetto a 4.968.000).
padova,blog di padova,padova blog,padova a colori,padova multietnica,immigrazione,dossier caritas 2012,melting pot europa
Per quanto riguarda il Veneto “il trend di aumento di presenze straniere tende pure a rallentare: a fine 2011 nella nostra regione (quarta in questa classifica dietro a Lombardia, Lazio ed Emilia) gli immigrati erano 554.000: appena 5.000 in più del 2010. La crisi economica si fa insomma sentire in misura ancora maggiore per l’anello più debole della nostra popolazione. In Veneto i posti di lavoro perduti, nell’ultimo quinquennio, sono stati circa 90.000, 10.000 dei quali riguardanti gli stranieri. La maggior parte dei nuovi arrivi è dato ormai dai ricongiungimenti famigliari, anche se sono già molti gli immigrati che devono rimandare al loro Paese i loro cari, o che decidono di lasciare l’Italia per tentare nuova fortuna in qualche altro Stato dell’Unione Europea”. 
Da IPadovaOggi vi riporto i dati sull’immigrazione a Padova. “Gli immigrati regolari sono 32mila 599, in maggioranza donne: 52,2% contro il 47,8% di uomini; la nazionalità più numerosa è la rumena (8mila 533 persone) seguita dalla moldava (5mila165) e dalla nigeriana (2mila 287). Da un paio d’anni sono in calo le nascite: – 4,1% (totale 535) nel 2010 e – 5,2% (totale 507) nel 2011.Le domande presentate per la regolarizzazione chiusa un mese fa sono state 1.626, vale a dire l’1,2% del totale nazionale. Nella scuola dell’obbligo i figli dei migranti sono il 21% e il 65% di questi è nato in Italia”.
padova,blog di padova,padova blog,padova a colori,padova multietnica,immigrazione,dossier caritas 2012,melting pot europa
 
Da che mondo e mondo, sempre fenomeni migratori hanno portato anche fenomeni di criminalità e tensioni sociali così come discriminazione e razzismo da parte di quella parte di abitanti “autoctoni” con la tendenza a generalizzare e fare di tutta un’erba un fascio . Se da una parte c’è chi delinque e che, italiano o straniero che sia, va trattato da delinquente e messo nelle condizioni di non nuocere (carcere o espulsione), ritengo sia ora di dare un nuovo e forte impulso per rendere i migranti ed i loro figli (molti dei quali nati qui) sempre più cittadini coinvolti nella nostra comunità. Pretendere doveri ma anche  garantire diritti, penso sia l’unica via da percorrere per costruire una società sana in cui il dialogo sia l’unico strumento per affrontare i problemi e le diatribe. Proprio un anno fa, nel novembre 2011, ci furono le prime consultazioni popolari da parte degli immigrati di Padova chiamati alle urne per scegliere un loro rappresentante della Commissione Stranieri che partecipasse di diritto ai Consigli Comunali (rileggi l’articolo “A Padova le prime elezioni degli immigrati. E che successo di partecipazione!”). Alla fine fu scelta Egi Cenolli, una giovane quanto brillante donna albanese. Ecco queste sono le iniziative da sostenere e il percorso da seguire.
padova,blog di padova,padova blog,padova a colori,padova multietnica,immigrazione,dossier caritas 2012,melting pot europa
 
Ci tenevo a dirlo pochi giorni dopo l’arresto di diversi membri del forum neonazista Stormfront, („forum neonazista di Stormfront, fondato dall’americano Don Black, già leader del Ku Klux Klan) responsabili di aver stilato una lista nera di persone da colpire in quanto impegnate sul fronte della promozione della società multiculturale in Italia tra cui il sindaco Flavio Zanonato, il presidente della Comunità ebraica di Roma Riccardo Pacifici, il presidente dell’Unione musulmani d’Italia Adel Smith, Gad Lerner e Maurizio Costanzo.
 
No al razzismo, no alla violenza! Chiudo con un video di una vecchia canzone degli Specials, band ska  britannica dei primi anni Ottanta, intitolata “Why?” per dire no all’odio tra le persone, quale che sia la loro provenienza. Qui il testo della canzone. Di seguito un secondo video “UNITED COLORS OF PADOVA!”, un documentario di Alberto Scapin, prodotto dal Comune di Padova – Unità di Progetto Accoglienza e Immigrazione – Settore Gabinetto del Sindaco, Comunicazioni e Relazioni Esterne.

 

Alberto Botton
Mail to: vpadovablog@virgilio.it 
 

Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Clicca per entrare nella pagina de “Il blog di Padova” e clicca “mi piace” !

Novità: Ora il blog di Padova è anche su twitter: @BlogDiPadova

 

barca.jpg

Ciao a tutti, con il post di oggi ho pensato di presentarvi una bella iniziativa in programma sabato 15 settembre. Si tratta di una gita in barca lungo la Riviera del Brenta, precisamente lungo la magnifica tratta Dolo-Stra, un’occasione per ammirare le ville del Brenta ma soprattutto per raccogliere fondi per finanziare un progetto di ricerca che permetta di studiare e comprendere i meccanismi molecolari alla base della Neurofibromatosi, passo fondamentale per trovare una cura a questa malattia rara.

L’iniziativa è organizzata dalla Delta Tour, Guida alla Riviera del Brenta ed alle Ville Venete ed il ricavato sarà interamente devoluto a Linfa-Lottiamo assieme per la Neurofibromatosi, l’associazione che si impegna a sensibilizzare e a far conoscere questa malattia all’opinione pubblica, raccoglie fondi da destinare alla ricerca e finanzia borse di studio per medici e ricercatori dell’Università di Padova che studiano la malattia per trovare una cura e svolge inoltre un prezioso ruolo di sosteniamo alle persone malate di NF e le loro famiglie, fornendo loro informazioni dettagliate sulla malattia e sulle problematiche ad essa asso- ciate e creando occasioni di confronto e di socializzazione. Vi invito a visitare il sito di Linfa-Lottiamo assieme per la Neurofibromatosi per informarvi (anzi informarci) sulla malattia e conoscere le iniziative e gli sforzi di cui questa associazione si fa carico nella lotta per poter trovare una cura alla malattia. Leggendo il sito ho scoperto tra le varie cose che  il servizio di Genetica Clinica ed Epidemiologica presso il Dipartimento di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera di Padova è uno dei maggiori centri di studio e ricerca per le Neurofibromatosi a livello Nazionale ed Internazionale.    L’associazione Linfa è anche su facebook e su twitter.

02 villa Pisani.jpeg

Il programma della gita prevede: 

  • Ore 19.15 Ritrovo presso il parcheggio di Dolo via Riviera XXIX Aprile(davanti entrata dell’ospedale vecchio ed Ortofrutta Zorzato)
  • Passeggiata con la guida, visita esterna dell’Antico Mulino e dello Squero
  • Imbarco
  • Lenta navigazione con spiegazione da parte di una guida, dell’origine delle ville venete che si vedranno lungo il percorso
  • fino a Stra
  • Spiegazione degli esterni di Villa Pisani (vedi foto di GuidoBarbiblog)
  • Porchetta e bibite per tutti
  • Presentazione dell’associazione Linfa, delle sue attività e del suo impegno per sostenere la ricerca sulla neurofibromatosi
  • Navigazione fino al punto di partenza
  • Sbarco a Dolo alle ore 21.30 circa

Io sostengo Assoziozione Linfa

Prenotazioni e donazione: (L’incasso della manifestazione sarà totalmente devoluto a Linfa)

ADULTI: offerta libera a partire da 15 €
BAMBINI: da 0 a 3 anni GRATUITO, da 4 a 12 anni a partire da 7 €

Attenzione! Per prenotare il posto e prendere parte all’evento occorre effettuare la donazione tramite bonifico bancario o donazione in contanti presso la Calzoleria Longo in Via Zabarella 8 a Padova. Per potersi assicurare il posto sulla nave è necessario presentare la ricevuta  o la copia del bonifico bancario effettuato che attestino la donazione.

E’ possibile effettuare la donazione anche con bonifico bancario o bollettino postale:

Bonifico bancario IBAN IT83X 08728 12100 000000136939 BCC di Piove di Sacco
Bollettino postale Conto corrente n. 15346315
Si prega si comunicare via email o telefono l’avvenuto pagamento e i nominativi dei partecipanti

Per informazioni e prenotazioni: info@rivieradelbrenta.biz infoline  348 4300324 info@associazionelinfa.it

Daniela Longo, Presidente Associazione Linfa: 340.2893898

Trattasi dunque di una bella gita e di un’iniziativa benefica importante per cui anche se non parteciperete di persona vi chiedo di diffonderla e di farla conoscere il più possibile tra i vostri amici/contatti tramite i vari social network! Grazie!

Alberto Botton
Mail to: vpadovablog@virgilio.it

linfa.jpeg

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Clicca per entrare nella pagina de “Il blog di Padova” e clicca “mi piace” !

 

blog di padova,padova,turismo padova terme euganee,padovacard,padova blog,europeade,europeade 2012,europeade padova,europeade del folklore

Siamo finalmente giunti all’avvio di questa 49° edizione dell’ ‘Europeade del Folklore, il festival del folklore europeo che Padova ha l’onore di ospitare. Ne ho parlato più volte, l’ultima delle quali lunedì scorso invitando i padovani a riservare un’accoglienza speciale (rileggi il post!) alle oltre 4000 persone facenti parti di più di 200 gruppi folkloristici da tutta Europa che arriveranno nella nostra città per ballare, cantare e far conoscere le loro tradizioni. E ovviamente ci saranno anche i nostri Ruzzantini Pavani! Un festival la cui organizzazione è affidata ad un comitato internazionale formato dai rappresentanti delle varie regioni europee, che danno delega a un ufficio esecutivo di presidenza. Un evento che darà a Padova una certa visibilità in ottica di promozione turistica così come un indotto derivante dall’arrivo in città di tutte queste persone e si spera anche di un buon numero di turisti o appassionati di musica popolare.

blog di padova,padova,turismo padova terme euganee,padovacard,padova blog,europeade,europeade 2012,europeade padova,europeade del folklore

Si inizia stasera mercoledì 11 in Prato della Valle a partire dalle ore 21 con la serata di benvenuto per i partecipanti stranieri alla quale presenzieranno anche rappresentati de L’Aquila, città che avrebbe dovuto ospitare questa manifestazione. Prato della Valle sarà la sede delle principali esibizioni e spettacolo che avverranno però diffusamente in tutta la città e pure nelle piazze della periferia perchè lo spirito è proprio quello di coinvolgere ed unire le persone, anche e soprattutto gli strati sociali popolari, di tutto il vecchio continente…vecchio che però si rinnova visto l’arricchimento culturale che porta con sè lo scambio tra i popoli. Tra i volontari pronti ad accogliere queste persone ci saranno anche rappresentanti di una nuova patavinitas, fatta di persone nate altrove e giunte qui per lavorare e per costruirsi un futuro migliore. Oltre al Prato della Valle, spettacoli sono previsti in piazzale Azzurri d’Italia, piazzale Cuoco, piazzale Firenze, piazzale Barbato, piazzetta Forcellini, via Prosdocimi, Voltabarozzo, piazza Santi Pietro e Paolo, piazza Caduti della Resistenza, piazzetta Vittorio Scimone, piazza De Gasperi, piazzetta Sartori, piazza Duomo, Centro culturale Altinate/San Gaetano.

blog di padova,padova,turismo padova terme euganee,padovacard,padova blog,europeade,europeade 2012,europeade padova,europeade del folklore

Giovedì 12,  dalle ore 21, sempre in Prato della Valle è prevista la manifestazione inaugurale  della 49ª edizione dell’Europeade per la Cultura popolare europea a conclusione di una giornata ricca di eventi ed appuntamenti. Eventi ed appuntamenti che susseguiranno fino a domenica con i momenti clou come la sfilata di sabato 14 dal Portello, per le vie del centro storico fino in Prato della Valle dove in serata si terrà il grande ballo dell’Europeade cui prenderanno parte tutti i partecipanti, fino alla cerimonia conclusiva di domenica. Ma come detto prima, sono davvero moltissimi gli spettacoli, le occasioni di incontro e gli eventi collaterali. In queste giornate, anzi serate, i bar potranno tenere aperto fino all’1 di notte in deroga all’ordinanza in atto. Per il programma completo visitate il sito ufficiale: http://europeade.padovameeting.com.

L’Europeade Padova è anche su facebook (http://www.facebook.com/pages/Europeade-padova/108574602613484dove già diversi gruppi folkloristici hanno caricato video delle loro precedenti esibizioni! 

Buon divertimento a tutti!!

Sito ufficiale Europeade:  http://europeade.padovameeting.com/

Turismo Padova Terme Euganee: http://www.turismopadova.it

Turismo Padova Terme Euganee sarà inoltre presente durante l’intera manifestazione con un presidio in Prato della Valle per rispondere alle necessità di assistenza e informazioni sul territorio da parte di partecipanti e turisti che saranno presenti allevento.
Garantita anche l’assistenza attraverso gli uffici Informazioni turistiche:

*Galleria Pedrocchi tel.  049/8767927
lun-sab 9.00-13.30 15.00-19.00

*Piazzale Stazione FS tel.  049/8752077
lun-sab 9.00-19.00

*Piazza del Santo tel.  049/8753087
mart-dom 10.30-13.30 15.00-18.00

Padovacard: http://www.padovacard.it/

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

1716315028.jpg

Quando si parla di Europa, da qualche tempo a questa parte, viene in mente la crisi economica, vengono in mente i paesi maggiormente in difficoltà, si impara a conoscere termini quali “spread”, si valutano le scelte, le strategie ed in conflitti tra i vari paesi per far fronte alla situazione mentre la gente comune protesta nelle strade perchè costretta a pagare per decisioni e per le azioni di altri.

Per quanto riguarda me e spero la maggiormente di voi, l’Europa è quel bellissimo continente fatto di città di centri storici invidiati ed amati in tutto il mondo, di popoli dalla forte identità che nel corso della storia si sono incontrati e scontrati ma che ora devono continuare a scoprirsi l’un l’altro. Le compagnie aree low cost, i programmi universitari tipo Erasmus e gli scambi alla pari tra giovani hanno favorito e favoriscono lo scambio e la reciproca conoscenza tra i vari popoli, giovani che amano conoscere persone nuove e che sono aperti e curiosi nei confronti degli stili di vita dei loro coetanei nel resto del continente. Oggigiorno pure il mondo del lavoro che spinge molti a cambiare paese è un’occasione di incontro e di confronto. 

panoram.jpg

Da mercoledì 11 a domenica 15 luglio, Padova avrà l’occasione di accentrare su di sè una certa centralità in Europa grazie all’Europeade del Folklore, la 49° edizione del raduno del folklore europeo. Padova diventerà la capitale del costume e delle tradizioni, dei colori e dei suoni d’Europa e in calendario una serie di eventi particolari pensati per rendere ancor più vivaci le serate in città. Padova accoglie per cinque giorni circa 170 gruppi di danza e musica popolare provenienti da tutta Europa, e propone un calendario di iniziative e spettacoli in tutta la città: dalle piazze del centro alle vie dei quartieri. Le giornate clou saranno venerdì 13 e sabato 14, momenti nei quali si svolgerenno le iniziative di maggior richiamo in Prato della Valle e nel resto della città sino a tarda ora. Venerdì sera “Padova by Night” vedrà tutti i gruppi partecipanti esibirsi in Prato della Valle e in centro storico, mentre sabato in Prato della Valle ci sarà il “Ballo di Europeade” che coinvolgerà tutti i padortecipanti.

2535282206.jpg

Parlavo prima di confronto…Già il confronto…quello che genera crescita culturale e arricchimento personale per chi cerca di imparare anche dagli altri anzichè chiudersi nel proprio orticello. Tradizione, cultura, musica, spettacoli ma anche gestione della città, strategia dedicate al turismo e all’accoglienza:  c’è sempre da imparare dagli altri così come gli altri possono imparare da noi, ecco perchè è bello incontrarsi ognuno con il proprio bagaglio culturale e di vissuto. Ho parlato molti mesi fa, con entusiasmo di questo evento nel post “Europeade del Folklore, quest’estate il festival del folklore europeo a Padova” (Rileggetelo se volete approfondire riguardo all’evento Europeade) ma quest’oggi più che parlare del programma dell’evento (visitate il sito ufficiale: http://europeade.padovameeting.com/info.php) mi premeva un altro aspetto e cioè dell’accoglienza.

2778586823.jpg

Noi padovani siamo accoglienti sebbene a volte non con tutti vista la natura un po’ diffidente…forse. Ovviamente parlo per tratti comuni e per impressioni personale, poi sono sicuro che per la maggioranza dei lettori di questo blog le mie parole saranno superflue. Arriveranno in città circa 250 gruppi di musica e di danza folkloristica provenienti da tutta l’Europa, per un numero di partecipanti che, indicativamente, raggiunge 4.000 artisti folkloristici europei. Quest’oggi infatti volevo invitare tutti ad accogliere tutte queste persone con calore, simpatia ed amicizia perchè lo spirito dell’Europeade è proprio questo: unire i popoli, unire le persone, conoscersi, confrontarsi.

3495474683.jpeg

Accogliamoli bene e facciamoli sentire a casa. Se ci chiedono un’informazione diamogliene 3, se ci chiedono dove si trova un tal posto, accompagnamoli per un tratto di strada e scambiamo due chiacchere, se poi sono belle ragazze (o bei ragazzi per le lettrici) chiediamogli pure l’indirizzo mail, l’amicizia su facebook, il numero di telefono…può sempre capitare di andare a visitare i loro paesi, no? Se siamo tabaccai, benzinai, commessi di qualche negozio nulla vieta che ci si possa trasformare anche in guide turistiche. Se siamo orgogliosi della nostra città, penso sia piacevole raccontare curiosità, aneddoti ed informazioni sul patrimonio culturale di Padova qualora capitasse di andare sull’argomento. E’ possibile farlo anche se non abbiamo il patentino di guida turistica…Insomma questo mio post vuole essere un invito ad un’accoglienza diffusa, ad un’accoglienza totale, quello spirito di accoglienza che dobbiamo imparare ad avere sempre e nei confronti di tutti a maggior ragione se vogliamo che Padova diventi sempre più città turistica, sempre più città aperta.

…e divertiamoci con l’Europeade!  http://europeade.padovameeting.com/

Turismo Padova Terme Euganee: http://www.turismopadova.it

Padovacard: http://www.padovacard.it/

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Ciao a tutti! Quest’oggi ho pensato di dare anch’io il mio piccolo contributo alla diffusione di un importante evento in programma in città il 22 ed il 23 giugno prossimi. Si tratta di una manifestazione di solidarietà e di sport organizzate dal Comitato “Padova for children” la onlus nata con l’intento di realizzare grandi eventi finalizzati alla raccolta fondi per la ricerca pediatrica e che da qualche anno a questa parte ci riesce alla grande.

 padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Quest’anno per evitare di dover scegliere tra una nuova edizione di “Swim for children” (come due anni fa) piuttosto che di una “Run for Children (come lo scorso anno), si è deciso di organizzarle entrambe.  24forChildren 2012 sarà infatti: 12 ore di corsa e 12 ore di nuoto per entrare per la terza e quarta volta nel Guinness World Records. La nuova sfida a favore della Fondazione Istituto di Ricerca Città della Speranza e dellAssociazione Santa Lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i popoli si terrà il 22 e 23 giugno in Prato della Valle.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Dalle ore 20 del 22 giugno alle ore 21 del 23 giugno si terranno ben due tentativi di record: 12 ore di corsa e 12 ore di nuoto. Per il primo record si correrà la staffetta dei 100 metri sulla pista di atletica già inaugurata lo scorso anno da Run for Children.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Gli atleti dovranno passarsi il testimone per 12 ore consecutive: dalle ore 20 di venerdì 22 giugno alle ore 8 di sabato 23 giugno 2012. Il record da battere è quello delle 2.395 persone che il 23 ottobre 2010, nello stadio Al-Yarmook di Gaza, hanno corso 100 metri a testa ininterrottamente per 12 ore. 
Per il secondo record, verrà attrezzata una piscina lunga 18 metri, ad una corsia, nella quale i nuotatori dovranno avvicendarsi per 12 ore consecutive: dalle ore 9 alle ore 21 di sabato 23 giugno 2012. Dopo il record ottenuto da Swim for Children nel 2010 quest’anno una formula inedita per un nuovo tentativo: l’obiettivo sarà quello di portare in acqua almeno 2.515 persone, il 50 per cento più uno del record sulle 24 ore.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

Lo scorso anno ci fu un grosso coinvolgimento popolare che ricomprese la partecipazione di associazioni, gruppi sportivi, aziende ed enti pubblici con i loro dipendenti e tutte le realtà cittadine. Quest’anno sarà senz’altro così perchè già da tempo si è messa in moto la macchina organizzativa che porterà migliaia di padovani a partecipare a questa gara di solidarietà. Tutti a correre, quindi, o a nuotare, o quantomeno a presenziare a questo momento di festa per la città stessa che in questo modo vuole esprimere il proprio senso civico e dare il proprio contributo concreto all’attività della Città della Speranza e dell’Associazione S. Lucia (per approfondire gli obiettivi di questa raccolta fondi clicca quì). Per quanto riguarda la Città della Speranza è stata recentemente inaugurata la straordinaria Torre della Ricerca che ospiterà i laboratori e i ricercatori del Dipartimento di Pediatria dell’Università di Padova e darà spazio alle attività di ricerca scientifica di almeno 350 ricercatori. La Fondazione Città della Speranza si è impegnata a coprire tutte le spese di gestione dell’edificio e a sostenere con almeno un milione di euro l’anno i progetti di ricerca pediatrica che si svolgeranno all’interno, grazie anche alla partecipazione di partner pubblici e privati.

padova,blog di padova,padova blog,città della speranza,solidarietà padova,24h for children,padova sport,torre della ricerca,associazione santa lucia per la cooperazione e lo sviluppo tra i,suor laura,centro ospedaliero adwa etiopia,guinness world records

L’Associazione S. Lucia, invece, vuol sostenere uno dei progetti sanitari pediatrici che verranno realizzati nella missione di Suor Laura Girotto ad Adwa in Etiopia. Le suore della missione Kidane Mehret, assieme ad un gruppo di medici italiani volontari, hanno concepito un progetto ambizioso: la costruzione di un centro ospedaliero che prevede circa 130 posti di degenza, diventando un punto di riferimento ancor più importante per la popolazione locale. 

Visitate il sito ufficiale http://www.24forchildren.it/ tramite il quale è possibile iscriversi (al momento in cui sto scrivendo sono 477 i “Runners” e 158 gli “Swimmers”) e seguire l’avvicinarsi dell’evento.

Guardate lo spot realizzato da PdTV, la prima web tv di Padova!

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

smsemilia.jpeg

Ciao a tutti! Per oggi avevo programmato tutt’altro post ma dopo la giornata di ieri, con l’ennesimo terremoto e le continue scosse, non ho potuto che rivedere i piani e scrivere di questa brutta giornata.

A Padova come in tutto il Nord Italia, la scossa di ieri mattina delle ore 9,00 si è avvertita in modo forte e ha spaventato in molti. Personalmente stavo camminando lungo via Altinate, quando all’altezza del centro culturale Altinate-S. Gaetano, ho visto gente che si agitava e urlava e mi chidevo che diavolo stesse succedendo. Una volta fermato mi sono reso conto della forte scossa e i pali rossi con le bandiere metalliche del centro culturale stavano tremando e sventolavano come bandiere di stoffa. Dalla biblioteca e dall’Informagiovani sono scesi tutti in strada, così come stava accadendo nel resto della città.

padova1.jpg

Tanta paura, la gente come sappiamo è scesa in strada, molte scuole sono state evacuate compreso il Bo e le sedi universitarie, abbiamo saputo dei danni, seppur lievi all’interno della Basilica del Santo (a sinistra si può vedere il pezzo di intonaco staccatosi), di S. Giustina, alla Chiesa di S. Lucia, con la caduta di pezzi di parete affrescate e calcinacci, il crollo di qualche pezzo di cornicione o la formazione di crepe e qualche altro problemino quà e là (guarda dal sito del Mattino la mappa dei danni). Non per sminuire ma, rispetto ai territori dell’epicentro e rispetto alla popolazione della provincia di Modena, queste scosse (anche quella delle 13 è stata piuttosto forte) a noi padovani e veneti, così come alle altre zone dell’Italia, hanno provocato e provocano paura e preoccupazione, niente rispetto alla disperazione degli emiliani per queste altre vittime, per le migliaia di cittadini sfollati e costretti a vivere fuori dalle loro case chissà per quanto tempo, per i danni al patrimonio culturale ed artistico…Rispetto alle vittime, i danni al patrimonio culturale possono sembrare di poco conto e forse lo sono, ma con le chiese, le opere d’arte, gli affreschi, i castelli, gli edifici storici è il nostro paese che crollo, la nostra identità che verrà a mancare…

Per quanto riguarda Padova, non voglio certo mettermi in concorrenza con gli organi di stampa locali i quali in tempo reale ci aggiornano di quanto accade e ci aggiornano sugli ultimi avvenimenti (vedi il sito del Mattino di Padova) mentre le comunicazioni dal comune le potrete leggere come sempre da IPadovaOggi. Già ieri si è incontrata la giunta comunale per decidere i primi interventi da fare.

230713133-4fdc25c9-dac2-4949-9e4b-075afa3881db.jpg

Questo post vuole quindi essere un messaggio di solidarietà nei confronti dei cittadini emiliani, duramente colpiti in queste due settimane,

parata-militare.jpg

Il mio auspicio, inoltre, è che, quanto viene richiesto a gran voce dal popolo della rete, venga fatto proprio dal governo. Mi riferisco al trasferimento del budget per la parata militare del 2 Giugno così come quello per la visita del Papa a Milano, verso gli interventi necessari ad aiutare l’Emilia a risollevarsi. I cittadini, come sempre, faranno nel loro piccolo e secondo le loro possibilità, un piccolo sforzo come quello di donare tramite gli sms dei soldi da destinare alla ricostruzione ed altrettanto è giusto attendersi da parte del Governo, in questo periodo di grande difficoltà economica: un passo indietro verso il buon senso. No alla parata del 2 giugno, no alla visita del Papa a Milano ma piuttosto un aiuto concreto ed un sostegno a chi ha bisogno! 

Il Comune di Padova ha aperto il conto corrente bancario: per raccogliere fondi da destinare alle attività di ricostruzione. Queste le coordinate per i versamenti: Iban IT26 U062 2512 1861 0000 0000 123, causale “Emergenza terremoto in Emilia Romagna” (leggi quì). Come da immagine di apertura, tutti i cittadini possono donare 2 euro mandando un semplice SMS allo 45500.

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova blog,blog di padova,world social agenda 2012,fondazione fontana onlus,4° obiettivo per il terzo millennio,salute infantile,voglio diventare grande,aiutami a non avere paura

Ciao e buon lunedì a tutti! Quest’oggi un post a sfondo sociale. Si è concluso proprio ieri il Festival della Cittadinanza in cui si è messo al centro il tema della responsabilità dei cittadini e l’appuntamento che vi segnalo oggi va di pari passo. Giovedì 17 maggio al Cinema Teatro MPX di Padova si chiuderà l’edizione 2012 del Progetto World Social Agenda con la presentazione dei risultati del lavoro fatto con le scuole e sul territorio nel corso di una serata in cui la Fondazione Fontana onlus proporrà anche immagini e parole sul quarto obiettivo di sviluppo del millennio, ovvero ridurre la mortalità infantile.

padova blog,blog di padova,world social agenda 2012,fondazione fontana onlus,4° obiettivo per il terzo millennio,salute infantile,voglio diventare grande,aiutami a non avere paura

Nel 2000, adottando la Dichiarazione del Millennio, 189 leader mondiali si sono impegnati ad eliminare la povertà estrema. Lo hanno fatto impegnando i propri governi a raggiungere 8 Obiettivi concreti entro il 2015: dimezzare la povertà estrema e la fame; raggiungere l’istruzione primaria universale, promuovere l’uguaglianza di genere, migliorare la salute materna (su cui ci si è concentrati lo scorso anno), combattere l’HIV/AIDS, la malaria e le altre malattie, assicurare la sostenibilità ambientale, sviluppare un partenariato globale per lo sviluppo e diminuire la mortalità infantile.

Nel corso della serata, che avrà inizio alle ore 20. 45, verrà presentato un nuovo documentario di Marco Zuin dal titolo “Voglio diventare grande” che da il titolo alla serata stessa e che parte dalla maternità (la salute materna che corrisponde all’Obiettivo 5 è stata trattata lo scorso anno) per arrivare a parlare della salute dell’infanzia (Obiettivo 4), raccontando esperienze provenienti dai territori in cui la Fondazione Fontana opera direttamente: Padova, Trento e Nyahururu, in Kenya.

padova blog,blog di padova,world social agenda 2012,fondazione fontana onlus,4° obiettivo per il terzo millennio,salute infantile,voglio diventare grande,aiutami a non avere paura

A seguire, la pièce teatrale “Aiutami a non avere paura” di Cristiana Voglino e Gisella Bein, scelto dalla Fondazione Fontana proprio per le sue caratteristiche di profondità e leggerezza che aiutano ad ampliare la riflessione di quest’anno sulla salute e sul benessere dell’infanzia. Uno spettacolo teatrale coraggioso, che affronta con estrema delicatezza e a tratti con leggerezza e ironia un tema doloroso e spaventoso, tanto da essere spesso allontanato: la malattia e la morte nell’infanzia. “Aiutami a non avere paura”, intende dare ‘un senso individuale al dolore che accomuna l’esperienza di chi ha un figlio malato, far riflettere sul valore della condivisione e stimolare un processo di relazione, sottolineando l’importanza di non sentirsi soli nel proprio dramma’.

padova blog,blog di padova,world social agenda 2012,fondazione fontana onlus,4° obiettivo per il terzo millennio,salute infantile,voglio diventare grande,aiutami a non avere paura

AIUTAMI A NON AVERE PAURA è il titolo di un progetto globale e multiforme (c’è anche il libro), che attraverso strumenti quali: l’arte, l’educazione e l’umanizzazione della cura, si propone di far conoscere la realtà di quei bambini, ospedalizzati e non, che vivono l’esperienza della malattia. Coordinato da Cristiana Voglino, si avvale della collaborazione di un comitato scientifico – interno all’associazione culturale Antescena di Torino – costituito da medici, infermieri, psicologi, neuropsichiatri infantili, terapisti della rieducazione, educatori professionali, insegnanti della scuola primaria e dell’obbligo, insegnanti della scuola ospedaliera, animatori del gioco in ospedale, volontari, artisti… ma, soprattutto, da genitori.  (www.aiutamianonaverepaura.it).

padova blog,blog di padova,world social agenda 2012,fondazione fontana onlus,4° obiettivo per il terzo millennio,salute infantile,voglio diventare grande,aiutami a non avere paura

Successivamente saranno presentate anche le opere artistiche e i video degli studenti delle diverse scuole secondarie di secondo grado che hanno partecipato al progetto. L’edizione World Social Agenda 2012, progetto realizzato dalla Fondazione Fontana onluns, dedicata ad approfondire il quarto tra gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, ovvero “RIDURRE LA MORTALITA’ INFANTILE”, ha visto infatti la collaborazione di numerosi soggetti del territorio appartenenti sia al mondo profit, che a quello scolastico e no profit: i percorsi nelle scuole coinvolgono ogni anno circa 3.000 alunni dai 6 ai 20 anni delle scuole di Padova e Provincia. 

Invito tutti a cliccare sui link che ho inserito in questa mio post per approfondire la conoscenza delle tematiche inerenti il progetto e quanto la Fondazione Fontana e i vari attori coinvolti stanno facendo in merito. C’è anche la pagina facebook del progetto World Social Agenda per tenersi informati ed interagire con la Fondazione Fontana. Giovedì sera sarà comunque la giusta l’occasione per informarsi e lasciarsi sensibilizzare per cui ovviamente lo vorrà. L’ingresso alla serata è libero fino ad esaurimento posti.

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

turismo padova terme euganee,padova,teatro de linutile,senza orecchio,live musica padova,nightlife padova,padova cultura,padova eventi,turismo veneto,blog di padova

Ciao e bentrovati al post di questo fine settimana padovano! Finalmente la primavera sembra essere sbocciata e le ultime sono state bellissime giornate di sole: speriamo lo siano anche per il weekend!

In tutto il territorio del Nordest è in corso la 5° edizione del Festival delle Città Impresa che vi ho presentato nel post di mercoledì scorso così come la Notte Verde del Nordest. Proseguirà il calendario di Universi Diversi che in settimana si è arricchito anche del programma del Macello Festival, il festival di musica indie e rock in programma negli spazi dell’ex macello di via Cornaro che vi ho presentato nel post di lunedì e molto altro ancora.

blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza

20 città per 1 notte. Le idee, i protagonisti, le esperienze che compongono la Green Valley del Nordest uniti in una eco-maratona che candida la metropoli diffusa a laboratorio di innovazione. Cultura e impresa, istituzioni e cittadini, in un percorso tra best practices e futuro. Il Comune di Padova aderisce all’evento “Notte Verde del Nordest”, promosso da Nordesteuropa, Sette Green, Ansa, Radio 24 e IcMoving Channel nell’ambito della V edizione del Festival Città Impresa, in programma il 5 maggio 2012.

blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza

Padova la manifestazione si articola in due giorni (4 e 5 maggio) (leggi il programma!) e affronta il tema della sostenibilità ambientale nelle sue molteplici forme attraverso: convegni, dibattiti e workshop, presentazione di progetti, mostre, performance artistiche, laboratori per bambini e adulti… e tanto altro ancora. Molto ricco è il programma così gli eventi collaterali a questa Notte Verde. Tra di questi, domenica 6 maggio è in programma “Yes, we bike”, una giornata dedicata alla bicicletta Bicinarte, percorsi guidati alla scoperta di Padova (Mostra-mercato di biciclette; Viaggi a tema due ruote!; Stand Istituzionali e delle associazioni; Percorsi di mountain bike e BMX; Stand gastronomici) Novità 2012: “BICinARTE” visite guidate in bicicletta alla scoperta di Padova: partenza e arrivo delle biciclettate, con itinerari dai 5 ai 15 km, in Prato della Valle lato Palazzo Angeli.

blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza

Dal 4 al 13 maggio è in programma nel centro storico di Padova, il Festival della Cittadinanza , il festival del terzo settore, sottointitolato quest’anno “Economia di Corresponsabilità”. Responsabile è chi risponde. Risponde delle proprie azioni, dal momento che si ritiene capace di scegliere, di distinguere il bene dal male, il giusto dall’ingiusto. Ma risponde anche alle azioni degli altri, sia quando sono azioni giuste, sia quando sono azioni ingiuste, sia quando sono azioni che chiedono giustizia. La responsabilità non finisce mai nel foro della propria coscienza, si estende alla vita di relazione. Siamo responsabili in quanto viviamo con e per gli altri. Possiamo parlare dunque di responsabilità condivisa, di corresponsabilità. Scarica quì il programma completo del festival o scoprilo qui all’interno del sito e visita il sito ufficiale per tutte le informazioni! Segui il Festival della Cittadinanza su facebook! 

blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza

Per quanto riguarda l’offerta culturale ed artistica della città vi segnalo il sito di Padova Cultura dove troverete tutti gli eventi e le rassegne comprese in Universi Diversi, il format della primavera culturale padovana. All’interno di questo rientra anche la rassegna dedicata al mondo della danza, denominata Prospettiva Danza Teatro il cui titolo dell’edizione 2012 è “Dance is life”, danza come energia, vitalità, momento di condivisione. Per Prospettiva Danza Teatro, sabato 5 maggio alle ore 20,45, presso il Teatro Comunale G. Verdi ci sarà lo spettacolo “Coppelia”, messa in scena dalla Compagnia Junior BallettO di ToscanA, scuola diretta da Cristina Bozzolini, con i suoi giovanissimi danzatori è riconosciuta in tutta Italia come fucina di talenti capaci di possedere una tecnica rigorosa e di affrontare la scena con efficienza artistica, qualità di movimento e interpretazione di alto livello. I diciotto elementi eseguono con maestria la nuova coreografia di Fabrizio Monteverde, uno dei maggiori coreografi italiani, rinnovando con grande energia ed entusiasmo un capolavoro classico. 

blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza

Torno a segnalarvi la grande mostra “De Chirico, Fontana e i grandi maestri del Novecento. Un secolo tra realtà e immaginario” che già con largo anticipo vi avevo presentato quì con un mio post. Capolavori di grande valore sono esposti per la prima volta a Padova nell’evento più importante del panorama culturale della nostra città che presenta circa 120 opere fra le più belle e preziose dell’arte contemporanea italiana presso il prestigioso Salone di Palazzo della Ragione .Circa sessanta artisti, il cui enorme valore è riconosciuto a livello internazionale: tra questi, Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Ottone Rosai, Luigi Veronesi, Filippo De Pisis, Massimo Campigli, Mario Sironi, Giuseppe Capogrossi, Virgilio Guidi, Lucio Fontana, Ennio Morlotti, Giò Pomodoro, Piero Manzoni, Enrico Baj. Gruppo Icat, agenzia di comunicazione e marketing di Padova ne cura l’organizzazione in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Per info su orari e biglietti clicca quì! Ingresso agevolato per i possessori della PadovaCard! 

blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza

Al Gran Teatro GEOX, sabato 5 maggio ci sarà il concerto dei Tangerine Dream! Con le loro opere, mistiche e visionarie, i Tangerine Dream hanno contribuito a fondare la “musica cosmica” e rivoluzionato per sempre l’elettronica. Aprendo la strada al synth-pop degli anni 80 e anticipando di due decenni la stagione della new age, la band tedesca rimane una delle più importanti ed influenti degli ultimi decenni. Guardate il video-trailer dell’evento! Arrivano a Padova con una tappa del loro “The Electric Mandarine Tour”!  

Per chi in questo weekend vuole invece scatenarsi in discoteca, partecipare alle serate di pub e locali e per la vita notturna, in genere delego a PadovaByNight ma non dimenticate il programma del Macello Festival!!

blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza

Per domenica 6 maggio propongo i consueti appuntamenti per scoprire Padova con attività all’aria aperta, sperando sia una bella giornata di sole! Ultimo appuntamento con le  Visite guidate alle mura di Padova.  Le visite sono organizzate e riservate ai soci del Comitato Mura ma è possibile iscriversi al momento. Per info sul tesseramento leggi quì. Da Porta Molino al Castello. Ritrovo presso Porta Molino, commiato in riviera Paleocapa presso il ponte di ferro. Ma molte altre sono le opportunità per conoscere ed apprezzare il territorio e le sue bellezze, sia in città sia in provincia e sui Colli Euganei.blog di padova,padova blog,festival della città impresa,notte verde del nordest,notte verde,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,tangerine dream,festival della cittadinanza 

Tra di queste, sempre per domenica 6, vi segnalo “Navigando sul fiume Bacchiglione a Padova”. L’antica grandezza della città rivive lungo il percorso attorno alle antiche mura e bastioni, durante la piacevole e tranquilla navigazione si potranno ammirare da una prospettiva privilegiata i monumenti che ne segnarono la storia tra il XV e XX secolo, proseguendo lungo il Fiume Bacchiglione si andrà alla riscoperta della più antica via per Vicenza e del territorio circostante fino al confine, andando indietro nel tempo ed indagando attraverso interventi sulla storia, l’archeologia e la natura legati al Fiume. Per informazioni dettagliate sul programma della giornata, costi e prenotazioni clicca quì!

Grazie a PadovaEventi scopri tutte le altre manifestazioni ed iniziative in programma a Padova e sul territorio provinciale per venerdì 4, sabato 5 e domenica 6

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Segnalo inoltre, come di consueto due riferimenti utili per i turisti e per chiunque stia pensando di trascorrere un week end a Padova e provincia: il sito Turismo Padova Terme Euganee  e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie!

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton