padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festivalCiao e bentrovati al post dedicato al prossimo fine settimana padovano! Eccovi dunque alcuni suggerimenti e proposte per approfittare dell’offerta padovana in termini di cultura, spettacoli e manifestazioni varie. Ho selezionato quindi qualche evento di sicuro interesse e grazie al portale PadovaEventi potete scoprire da voi tutte le altre manifestazioni e gli eventi in programma a Padova e in provincia per venerdì 29, sabato 30 e domenica 1 luglio!

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festivalIl programma dell’Estate Carrarese, è ormai iniziato e la programmazione di questo format/contenitore di eventi, manifestazioni ed iniziative culturali dell’estate padovana ha iniziato ad attirare l’attenzione di molti. Anche quest’anno il programma del format si presenta molto vario e articolato, garantendo un’offerta significativa di eventi musicali, teatrali e cinematografici ai quali si affianca un complesso programma di mostre. Nel solco della tradizione l’intero palinsesto verrà a dipanarsi all’interno dei diversi luoghi che, a loro volta, dai Giardini dell’Arena all’Odeo Cornaro, costituiscono un percorso narrativo all’interno della città, denso di stimoli e suggestioni culturali. Scarica la guida completa degli eventi. All’Estate Carrarese si affiancherà la campagna di raccolta firme per la valorizzazione del Castello lanciata dal FAI di Padova che, con nostra grande soddisfazione, ha voluto situare il Castello tra i luoghi del Cuore. Firma su www.iluoghidelcuore.it.

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festival,ruzanteo 2012Lo Sherwood Festival, il festival della radio più alternativa della città, ora web radio, è iniziato e ogni sera migliaia di giovani lo affollano per sentirsi un concerto, uno spettacolo teatrale, un film o semplicemente per bere qualcosa in compagnia in pieno relax. Presso il parcheggio nord dello Stadio Euganeo, questa sera, venerdì 29 ci sarà il concerto di Caparezza, mentre sabato 30 è prevista la serata Altavoz de Dia, la serata giusta per gli amanti della musica dance, house e techno. Domenica 1 luglio ci sarà invece l’Hip Hop Day, Giornata dedicata alla cultura e musica Hip Hop non tanto come un principio quanto un mezzo per riappropriarsi della propria identità, diritti e libertà, forma libera e diretta di comunicazione spontanea aldilà dello star system.

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festival,ruzanteo 2012Per quanto riguarda le serate ricordo i “Navigli padovani” lungo il Piovego dove oltre ai vari chioschi dei vari bar ci saranno dj set, esibizioni, concerti, presentazioni di libri etc etc. Sempre sulla riva sinistra del Piovego, fino al 30 giugno proseguirà poi il programma del Portello River Festival che già da martedì sera e fino a domani ospiterà Bacchiglione Beat, l’ormai tradizionale appuntamento con la musica degli anni Sessanta e con le numerose band che hanno reso Padova, una delle capitali italiani del “beat” italiano. Cllica sul link per scoprire il programma delle serate e le band che suoneranno!

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festival,ruzanteo 2012

La scorsa settimana ha aperto il cartellone di “Arena Romana Estate” che si accredita, infatti, come il più lungo ed articolato contenitore di eventi culturali della città, con spettacoli teatrali, musicali e com’è consuetudine, con il cinema all’aperto che proseguirà fino al 30 settembre! Imperdibili e variagate saranno le proposte culturali, all’insegna della qualità, nella location “open air” del sito monumentale più suggestivo della città, l’Arena Romana e nel riscoperto Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann. Una tradizione che si rinnova grazie al lavoro dell’Ass. Promovies che ha come sempre accuratamente selezionato le migliori pellicole della stagione: dai film vincitori ai Festival, alle opere più ricercate e d’autore senza dimenticare le commedie ed il cinema italiano. Scarica la Prima parte del Programma. Questo fine settimana il programma propone: Venerdì 29, ore 21:30 THE IRON LADY di Phyllida Lloyd con Meryl Streep; Sabato 30, ore 21:30 QUASI AMICI di Olivier Nakache e Eric Toledano con Francois Cluzet e domenica 1 luglio LA PELLE CHE ABITO di Pedro Almodovar con Antonio Banderas, Elena Anaya.

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festival,ruzanteo 2012Considerato il successo dei precedenti cicli di visita il Comitato Mura ha deciso di riproporre le  visite guidate alle mura di Padova nel periodo estivo. Le visite comprendono le passeggiate lungo le mura e l’ingresso agli ambienti interni attualmente visitabili. Le passeggiate si svolgeranno sempre la domenica mattina con partenza alle ore 9,30 e conclusione alle 12,00/12,30. Durante le visite verranno distribuiti materiali illustrativi; si consigliano scarpe comode. In caso di forte maltempo (pioggia insistente) la passeggiata non verrà effettuata. Le visite, gratuite compresi i materiali a stampa, sono riservate ai soci del Comitato Mura, ma sarà possibile iscriversi anche al momento, versando la quota annuale di 15,00 euro. NON OCCORRE PRENOTAZIONE, è sufficiente presentarsi nel punto di ritrovo all’ora prefissata. Domenica 1 luglio 9° tappa: Da Porta San Giovanni al Torrione della Ghirlanda. Ritrovo in piazzale San Giovanni; commiato in via Pio X-via Marco Polo, presso il ponte pedonale di ferro.

Segnalo inoltre, come di consueto due riferimenti utili per i turisti e per chiunque stia pensando di trascorrere un week end a Padova e provincia: il sito Turismo Padova Terme Euganee  e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie! 

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,padova blog,cinema,cinema all'aperto padova,piccolo teatro,estate carrarese,padova cultura,padova eventiCiao a tutti! Quest’oggi ho pensato di scrivervi di un’iniziativa particolarmente gradita per me svolgendosi vicino a casa mia. Parliamo di cinema che amo molto ed in particolare della rassegna estiva di cinema all’aperto “SOTTO LE STELLE DEL CINEMA”, la rassegna del Piccolo Teatro di via Asolo (zona Paltana) che ha il patrocinio del Comune di Padova (ed è inserita nel calendario dell “Estate Carrarese”) e che per la dodicesima edizione tornerà a proporre per tutta l’estate i film più belli della stagione, oltre a qualche titolo recentissimo, nell’attrezzato cortile dell’Oratorio Don Bosco, attiguo al parcheggio del teatro stesso.

Confermati i tre appuntamenti settimanali (ogni domenica, martedi e giovedi) a cui in agosto si aggiungerà la serata del sabato. L’apprezzato servizio bar e la comodità della platea, isolata dai rumori nel contesto del rinnovato oratorio, sono inoltre le caratteristiche della rassegna che anche quest’anno gli spettatori potranno verificare nelle trenta serate in calendario, che avranno tutte inizio alle ore 21.30. Anche i prezzi bassi sono stati confermati (interi Euro 5,50 – Ridotti per: associati, studenti max 26 anni, over 65: Euro 4,00 – Carta d’argento Euro 3,00).

padova,padova blog,cinema,cinema all'aperto padova,piccolo teatro,estate carrarese,padova cultura,padova eventiLa grande apertura della rassegna sarà giovedì 28 giugno con l’attesissimo “QUASI AMICI”, campione d’incassi anche da noi, dopo aver sbancato il botteghino con il record di tutti i tempi in Francia (sarà riproposto anche il 5 agosto); si proseguirà domenica 1 luglio con un altro titolo “forte”, “TO ROME WITH LOVE” di Woody Allen; e martedì 3 Luglio, ad aprire la serie dei martedì dedicati ai bambini e ai ragazzi, il film di animazione “PIRATI! BRIGANTI DA STRAPAZZO”.

Il programma è stato predisposto per andare incontro un po’ a tutti i gusti, passando dalle commedie italiane (“Scialla!” 12 luglio – “Immaturi, Il viaggio” 19 luglio -“Benvenuti al Nord” 11 agosto – “Posti in piedi in Paradiso” 12 agosto – “Magnifica presenza” 25 agosto) e internazionali (“Il mio migliore incubo!” 8 luglio – “Piccole bugie tra amici” 9 agosto – “Marigold Hotel” 23 agosto) a quei film d’essai poi “consacratisi” al botteghino (“Miracolo a Le Havre” 5 luglio – “Almanya, la mia famiglia va in Germania” 12 luglio – “Il primo uomo” 19 luglio – “Io sono Li” 21 agosto); senza dimenticare, ovviamente, i film premiati con gli Oscar (“The Help” 4 agosto – “The Artist” 7 agosto – “Paradiso Amaro” 16 agosto – “Midnight in Paris” 18 agosto – “Hugo Cabret” 19 agosto) e le pellicole con protagonisti grandi attori internazionali (“Men in black III” 8 luglio – “Molto forte, incredibilmente vicino” 26 luglio – “Sherlock Holmes – gioco di ombre” 14 agosto).

Come detto, anche quest’anno molte saranno le proposte per ragazzi e famiglie (“Il gatto con gli stivali” 10 luglio – “Il castello nel cielo” 17 luglio – “Biancaneve” 24 luglio – “Lorax, il guardiano della foresta” 31 luglio – – “La mia vita è uno zoo” 26 agosto).

Il programma completo si trova su www.piccolo-padova.it ;
si può inoltre ricevere settimanalmente la newsletter del Piccolo Teatro iscrivendosi sul sito stesso; su facebook cercare Piccolo Teatro Padova.

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

Maieutica ufficiale.jpg

Ciao a tutti. Quest’oggi spazio ad una band padovana ed in particolare ad una band che, oltre all’anima rock, ha testa poichè da molto importanza alle parole e a quanto comunica con le sue canzoni. Non a caso definiscono la loro musica “rock pensante”. Spazio “Guest blogger” aperto per i “Maieutica”. Leggiamo e conosciamo questa nuova realtà musicale padovana!

I Maieutica rappresentano una realtà affermata nel panorama musicale locale e non solo, con all’attivo concerti effettuati in tutta la penisola e ottimi riconoscimenti a concorsi di livello nazionale. La scelta del nome non è casuale: ispirandosi all’arte della levatrice socratica, il gruppo usa la forma-canzone come mezzo per comunicare, senza imporre una propria visione del mondo, ma con lo scopo di far emergere i pensieri dell’ascoltatore. Un progetto nato dall’unione di cinque menti differenti che con un lavoro di ricerca musicale e testuale sono riuscite a creare un sound originale basato soluzioni formali, progressioni armoniche e melodiche vicine all’attitude prog/art rock nella sua accezione più pura, ovvero come ‘progressione’, evoluzione di idee.

logos_cover_01.jpg

Nati a Padova il 25 novembre 2007, dopo soli 7 mesi dalla formazione i Maieutica registrano il loro primo demo autoprodotto Soffoco (giugno 2008) contenente 7 brani. Contemporaneamente iniziano a suonare dal vivo sia in locali di Padova e del Veneto, sia partecipando a numerosi concorsi che, nel bene o nel male, portano al gruppo nuove esperienze e danno spunti di riflessione su cui lavorare. In particolare vengono selezionati per il Concorso Sanremo Rock (Modena) e si qualificano tra i finalisti del Concorso Emergenti Live (Bergamo, diretta televisiva su Sky). Negli anni i Maieutica continuano una vasta attività live che li porta ad esibirsi in molte città italiane ed a collezionare ottimi riconoscimenti in concorsi nazionali. A gennaio 2011 vincono la finale provinciale padovana del Veneto Rock Contest e a marzo esce il loro primo album “Ego Pe(n)sante” dal quale hanno registrato tre videoclip (Cielo. Fine trasmissioni, Occhio narcotico e Ospitalità apparente). A fine 2011 vengono scoperti dal produttore Mirko Defox Galliazzo con cui iniziano a collaborare per l’uscita del loro nuovo album Logos (DeFox Records / Heart of Steel Records, giugno 2012) che vanta anche la collaborazione per registrazione e mixaggio del grande chitarrista Alex De Rosso (Dokken, King of Balance, Joseph Williams, Headrush..). Frutto di un anno di lavoro “Logos” è l’album che lancia il loro Rock Pensante, come i Maieutica provocatoriamente definiscono il loro particolare genere musicale. Il 1 giugno 2012 esce “Sinestetica apparenza”, primo singolo estratto, accompagnato dall’ottimo videoclip realizzato dal giovane regista emergente Riccardo Melato con la collaborazione del collettivo Cantiere Cinema.

Il nuovo album “Logos” è un concept di riflessioni firmato dall’originale sound dei Maieutica che unisce all’energia del rock una introspettiva profondità lirica. Dieci tracce di Rock Pensante che puntano a smuovere gli ingranaggi di menti anestetizzate dal mainstream. L’intenzione è dichiarata fin dalla copertina: immergersi nel mare delle idee per far scaturire il pensiero più profondo che alberga dentro il proprio ego, senza condizionamenti o imposizioni esterne. Le idee, come i pesci, navigano in acque più o meno profonde: più si scende negli abissi e più i pesci sono forti, puri ed astratti. Uno spunto di riflessione che vuole arrivare a tutti, starà all’ascoltatore scegliere quanto in profondità spingersi in questo tuffo nel pensiero. Risultato di un lavoro di ricerca musicale e testuale, Logos mischia ad un rock elettrico shakerato con effluvi metallici, appunti prog e pathos dark wave, testi rigorosamente in italiano che tentano di condurre l’ascoltatore alla riflessione e all’introspezione. 

NDR: Una band molto interessante, vero?? Grazie ai Maieutica per essersi presentati ai lettori questo mio spazio. Per concludere guardate di seguito il videoclip del primo singolo “Sinestetica apparenza” davvero molto bello e girato nel territorio padovano! Sotto al video trovate la “pensante” presenza dei Maieutica nella rete con il sito internet e i social network tramite i quali potete interagire con loro ed essere aggiornati sulle loro iniziative e la programmazione dei loro “live”!

I Maieutica sono: 

Thomas Sturaro – vocals
Matteo Brigo – lead giutar, rhythm guitar, saz
Roberto Guarino – rhythm guitar
Luca Serasin – bass
Mirco Zilio – drums

I Maieutica sono presenti sul web ai seguenti indirizzi
Official Website www.maieutica.info
MySpace www.myspace.com/maieuticapadova
Facebook www.facebook.com/profile.php?id=100000909034848
Youtube www.youtube.com/user/Maieuticapadova
Twitter https://twitter.com/#!/Maieutica
Google+ https://plus.google.com/116773196637000372859
LinkedIn http://it.linkedin.com/pub/maieutica/44/450/811

PS: Non sei ancora fan del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Ciao e bentrovati al post dedicato al fine settimana padovano! Eccovi dunque alcuni suggerimenti e proposte per approfittare dell’offerta padovana in termini di cultura, spettacoli e manifestazioni varie. Ho selezionato quindi qualche evento di sicuro interesse e grazie al portale PadovaEventi potete scoprire da voi tutte le altre manifestazioni e gli eventi in programma a Padova e in provincia per venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 giugno!

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festival

Dopo Universi Diversi, è iniziato con la rievocazione storica delle Cronache Carraresi, il programma dell’Estate Carrarese, il format/contenitore di eventi, manifestazioni ed iniziative culturali dell’estate padovana giunto alla sua terza edizione. Anche quest’anno il programma del format si presenta molto vario e articolato, garantendo un’offerta significativa di eventi musicali, teatrali e cinematografici ai quali si affianca un complesso programma di mostre. Nel solco della tradizione l’intero palinsesto verrà a dipanarsi all’interno dei diversi luoghi che, a loro volta, dai Giardini dell’Arena all’Odeo Cornaro, costituiscono un percorso narrativo all’interno della città, denso di stimoli e suggestioni culturali. Scarica la guida completa degli eventi. All’Estate Carrarese si affiancherà la campagna di raccolta firme per la valorizzazione del Castello lanciata dal FAI di Padova che, con nostra grande soddisfazione, ha voluto situare il Castello tra i luoghi del Cuore. Firma su www.iluoghidelcuore.it.

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festival

Per quanto riguarda l’offerta culturale ed artistica della città vi segnalo il sito di Padova Cultura dove troverete tutti gli altri eventi e le proposte culturali in programma che sono davvero molHo presentato lunedì scorso il festival di spettacoli dedicato al Ruzante nel post dal titolo “Ruzanteo 2012 e Circolo Ruzante: due rassegne per valorizzare la figura di Angelo Beolco!”. Questo weekend ci saranno alcuni spettacoli del Ruzanteo 2012: Venerdì 22 giugno ore 18.00 (ripetizione  Martedì 3 luglio) alle ore 18.00: LA PRIMA ORAZIONE SPIEGATA. Conferenza spettacolo di e con Aristide Genovese.Associazione Ruzante “Marisa Milani” – Theama Teatro. Sabato 23 giugno ore 21.15 RUZANTE AMORE MIO Regia di Gabriele Ferrarese Teatro Club “Il Portico”. Per info su prenotazioni e biglietti clicca quì!

padova blog,blog di padova,sherwood festival,arena romana estate,estate carrarese,cuori sulla terra,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,portello river festival

Lo Sherwood Festival, il festival della radio più alternativa della città, ora web radio, è iniziato e ogni sera migliaia di giovani lo affollano per sentirsi un concerto, uno spettacolo teatrale, un film o semplicemente per bere qualcosa in compagnia in pieno relax. Presso il parcheggio nord dello Stadio Euganeo, questa sera venerdì 22 giugno ci saranno i Subsonica che non abbisognano certo di presentazioni. Sabato 23 a salire sul palco dello Sherwood saranno “Amor Fou e Maria Antonietta” (serata ad “un euro può bastare) in attesa del grande concerto di lunedì 25 di Manu Chao, già sold out purtroppo…PS: se qualcuno ha biglietti in più me lo faccia sapere…no bagarinaggio, grazie ;).

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Per quanto riguarda le serate ricordo i “Navigli padovani” lungo il Piovego dove oltre ai vari chioschi dei vari bar ci saranno dj set, esibizioni, concerti, presentazioni di libri etc etc. Sempre sulla riva sinistra del Piovego, fino al 30 giugno proseguirà poi il programma del Portello River Festival di cui già ho parlato qualche posts fa. Si tratta di una manifestazione di arte e cultura, organizzata sempre dall’associazione Researching movie durante la quale vengono proposti eventi musicali, performance e retrospettive cinematografiche all’insegna del cosmopolitismo. Per approfondire rileggi il post di mercoledì con il quale ho presentato l’iniziativa. 

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

La scorsa settimana ha aperto il cartellone di “Arena Romana Estate” che si accredita, infatti, come il più lungo ed articolato contenitore di eventi culturali della città, con spettacoli teatrali, musicali e com’è consuetudine, con il cinema all’aperto che proseguirà fino al 30 settembre! Imperdibili e variagate saranno le proposte culturali, all’insegna della qualità, nella location “open air” del sito monumentale più suggestivo della città, l’Arena Romana e nel riscoperto Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann. Una tradizione che si rinnova grazie al lavoro dell’Ass. Promovies che ha come sempre accuratamente selezionato le migliori pellicole della stagione: dai film vincitori ai Festival, alle opere più ricercate e d’autore senza dimenticare le commedie ed il cinema italiano. Scarica la Prima parte del Programma. Questo fine settimana il programma propone: Venerdì 22 giugno – ore 21,30– Arena Cinema: LA TALPA di Tomas Alfredson con Gary Oldman, Colin Firth.
Sabato 23 giugno – ore 21,30 – Arena Cinema MIDNIGHT IN PARIS
di Woody Allen con Owen Wilson. Domenica 24 giugno – ore 21,30 – Arena Cinema POSTI IN PIEDI IN PARADISO di Carlo Verdone con Carlo Verdone, Micaela Ramazzotti.

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,macello festival,golosa bike,strada del vino dei colli euganei

Considerato il successo dei precedenti cicli di visita il Comitato Mura ha deciso di riproporre le  visite guidate alle mura di Padova nel periodo estivo. Le visite comprendono le passeggiate lungo le mura e l’ingresso agli ambienti interni attualmente visitabili. Le passeggiate si svolgeranno sempre la domenica mattina con partenza alle ore 9,30 e conclusione alle 12,00/12,30. Durante le visite verranno distribuiti materiali illustrativi; si consigliano scarpe comode. In caso di forte maltempo (pioggia insistente) la passeggiata non verrà effettuata. Le visite, gratuite compresi i materiali a stampa, sono riservate ai soci del Comitato Mura, ma sarà possibile iscriversi anche al momento, versando la quota annuale di 15,00 euro. NON OCCORRE PRENOTAZIONE, è sufficiente presentarsi nel punto di ritrovo all’ora prefissata. Domenica 24 giugno 7° tappa: Dal Torrione Impossibile al Bastione San Prosdocimo. Ritrovo di fronte alla sede del Comitato Mura in via Raggio di Sole 2; la passeggiata termina alla breccia di via San Prosdocimo.

Segnalo inoltre, come di consueto due riferimenti utili per i turisti e per chiunque stia pensando di trascorrere un week end a Padova e provincia: il sito Turismo Padova Terme Euganee  e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie! 

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,padova blog,musei civici agli eremitani,musei civici di padova,giovanni belzoni,belzoni indiana jones,turismo padova,turismo padova terme euganee,turismo veneto,padovacard,museo archeologico di padova,sale egizie padova,belzoni multimediale,lions club padova carraresi

All’interno dei Musei Civici agli Eremitani ci sono due sale egizie meta di frequenti visite guidate che ospitano i reperti donati alla città da Giovanni Battista Belzoni, padovano illustre, cui si devono le più importanti scoperte nelle terre d’Egitto e di cui ho scritto più di qualche volta, in particolare nel post “Giovanni Battista Belzoni, l’Indiana Jones padovano!” che vi invito a leggere come approfondimento…

Una figura davvero incredibile quella del Belzoni di cui spesso ho detto che meriterebbe una maggiore valorizzazione: anche la Sala Egizia del Caffè Pedrocchi ricordo essere un omaggio che l’amico Jappelli volle fare all’esploratore padovano nato al Portello. Ebbene quest’oggi volevo segnalarvi un intervento che va in questa direzione. Le due sale egizie infatti sono state recentemente riallestite, numerosi oggetti in precedenza conservati nei depositi sono ora esposti in vetrina, nuovi e aggiornati sono gli apparati didascalici e i pannelli esplicativi ma la novità è l’introduzione di un nuovo importante strumento didattico in piena ottica “edutainment”, educare ed intrattanere allo stesso tempo. Grazie al sostegno del Lions Club Padova Carraresi è stato installato un apparato multimediale dedicato alla figura di Belzoni che permette di vivere una nuova emozione nella visita museale e che senz’altro attrarrà l’attenzione anche dei più giovani.

padova,padova blog,musei civici agli eremitani,musei civici di padova,giovanni belzoni,belzoni indiana jones,turismo padova,turismo padova terme euganee,turismo veneto,padovacard,museo archeologico di padova,sale egizie padova,belzoni multimediale,lions club padova carraresi

Grazie al monitor touch-screen, il visitatore potrà addentrarsi nei segreti delle esplorazioni di Belzoni in Egitto e in Nubia, un mondo che all’inizio dell’Ottocento era ancora in gran parte sconosciuto agli Europei. Filmati e schede di approfondimento, in italiano e in inglese, rendono l’esperienza appassionante e, al contempo, di notevole impatto culturale, poiché è possibile leggere i carteggi di Belzoni con la sua famiglia e con le autorità, anche padovane, coinvolte in vario modo nelle sue richerche. Infine, è possibile scorrere le pagine del Narrative, opera sua pubblicata nel 1820 a Londra, e sfogliarne i disegni che la corredavano.

Un intervento quindi che si inserisce tra quelli pensati per riqualificare il complesso museale e un ulteriore motivo per visitare il ricchissimo patrimonio storico, artistico e culturale dei Musei Civici agli Eremitani nella sua sezione del Museo Archeologico, in quella del Museo d’Arte Medievale e Moderna, la collezione lapidaria.

padova,padova blog,musei civici agli eremitani,musei civici di padova,giovanni belzoni,belzoni indiana jones,turismo padova,turismo padova terme euganee,turismo veneto,padovacard,museo archeologico di padova,sale egizie padova,belzoni multimediale,lions club padova carraresi

Info Musei Civici agli Eremitani:

piazza Eremitani 8
tel. +39 049 82045450 – 51
fax +39 049 8204585
orario: tutto l’anno 09.00 – 19.00
chiusura: tutti i lunedì non festivi, Natale, S.Stefano, Capodanno, I Maggio
biglietti: intero Museo, Cappella degli Scrovegni, Sala Multimediale, Palazzo Zuckermann euro 13.00, solo Museo, Sala Multimediale, Palazzo Zuckermann euro 10.00, ridotto euro 8.00, ridotto speciale euro 6.00, gratuito bambini fino ai 6 anni, disabili
biglietti cumulativi per visitare più monumenti a prezzi speciali. Ingresso gratuito con la PadovaCard.

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,angelo beolco,ruzante,teatro,ruzanteo 2012,padova teatro,circuito ruzzante,loggia e odeo cornaro

Dario Fo, in occasione delle celebrazioni per il premio Nobel da lui vinto, disse così di Ruzante: “Ruzzante Beolco, il mio più grande maestro insieme a Molière: entrambi attori-autori, entrambi sbeffeggiati dai sommi letterati del loro tempo. Disprezzati soprattutto perché portavano in scena il quotidiano, la gioia e la disperazione della gente comune, l’ipocrisia e la spocchia dei potenti, la costante ingiustizia”.

padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,angelo beolco,ruzante,teatro,ruzanteo 2012,padova teatro,circuito ruzzante,loggia e odeo cornaro

Di Angelo Beolco, meglio noto come Ruzzante avevo già scritto all’interno della rubrica “Personaggi illustri” un post dal titolo “Ruzzante e Padova” sottolineando come a questo padovano illustre, in realtà, non sia stata riconosciuta la grandezza della sua figura e della sua opera. Drammaturgo, attore e scrittore del XVI secolo, fu tra i più grandi della sua epoca ed ispirò se non fu letteralmente imitato da Moliere e Shakespeare. Parola dello stesso Dario Fo “Ruzzante viene prima dei picareschi, dei racconti contadini, o meglio delle commedie in chiave contadina, tipo il Georges Dandin di Molière o i clown di Shakespeare o le situazioni agresti di Marlowe e via dicendo. Ha inventato la chiave fondamentale su cui si è fondato il teatro in Europa”. Eppure per lunghi secoli, la sua opera è stata lasciata sprofondare nell’oblio, almeno dalle nostre parti…un po’ perchè la borghesia mal accettava l’inquietante verismo ruzzantiano un po’ perchè la lingua del Ruzzante, il pavano, linguaggio dei contadini della zona, andò pian piano scomparendo fino ad estinguersi e divenne così sempre più incomprensibile. L’opera del Beolco tornò a riaffacciarsi solo agli inizi del XX secolo agli onori della scena. Le sue opere sono tornate ad essere rappresentate nella Loggia Cornaro a Padova, scena rinascimentale per eccellenza, nel 1928 è nato il gruppo folkloristico dei Ruzzantini Pavani che da allora propongono in Italia e all’estero i loro spettacoli di musica, danze popolari e comicità facendosi allegri portavoce della cultura popolare nostrana mentre nel 1958 su iniziativa del Rotary Club fu posta una statua in Piazza Capitaniato.

padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,angelo beolco,ruzante,teatro,ruzanteo 2012,padova teatro,circuito ruzzante,loggia e odeo cornaro

Anche negli ultimi anni si sta cercando di rivalutare e promuovere la figura del Beolco. L’Associazione Ruzante “Marisa Milani” si è fatta promotrice del festival di teatro “Ruzanteo”, iniziato ieri sera e giunto alla sua IX edizione, rassegna di spettacoli dedicati al Veneto, alla figura di Angelo Beolco. Anche per quest’anno è previsto un programma di eventi per dare risalto ad un repertorio e ad una produzione che raccoglie le vocazioni della nostra Regione. Protagonista del festival è la produzione artistica veneta: il territorio, la lingua, gli autori, verranno posti al centro di un’azione condotta da professionisti ed appassionati che nella operano nostra regione.

padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,angelo beolco,ruzante,teatro,ruzanteo 2012,padova teatro,circuito ruzzante,loggia e odeo cornaro

In questa prospettiva la rassegna di eventi accoglierà produzioni non solo di teatro veneto, ma spettacoli che contribuiscano a dare un quadro completo di ciò che è stata la produzione culturale veneta nei secoli, con un occhio di riguardo a quella espressa tra il Cinquecento e l’ Ottocento, in un panorama europeo che dal Veneto veniva culturalmente accolto e/o contaminato. Con il patrocinio del DISLL (Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari) dell’Università di Padova (fonte Padova Cultura). Consiglio anche di visitare il sito “Ruzante in scena” per approfondire, sito da cui ho preso le immagine. Dare vita agli spazi e dare spazio agli spettacoli, in modo da consentire la piena visione dei luoghi e delle iniziative di spettacolo in eventi che le relazionino e le compenetrino. Ecco che il luogo deputato allo svolgimento del festival sarà, come nella tradizione di questi anni, il complesso monumentale di Loggia e Odeo Cornaro, una delle principali testimonianze del Rinascimento padovano che, in questo modo, viene valorizzato permettendo a cittadini e spettatori di avere accesso a luoghi che abitualmente non sono goduti nella loro pienezza.

padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,angelo beolco,ruzante,teatro,ruzanteo 2012,padova teatro,circuito ruzzante,loggia e odeo cornaro

Oltre all’edizione 2012 del Ruzanteo che si svolge in città, quest’anno è stato presentato anche il progetto del Circuito Ruzante che mette in rete tutte le compagnie e le numerose iniziative in programma sul territorio della provincia (ricordo che Angelo Beolco era nativo di Pernumia). Il Circuito Ruzante comprende Battaglia Terme, Campodarsego, Campo San Martino, Este, Pernumia, Piove di Sacco e Vigonza e vede la partecipazione, da giugno ad agosto, delle compagnie Cast, Teatro Veneto Città di Este, Teatro Boxwer, Teatro Tergola, Theama Teatro. “Parliamo di una produzione artistica stratificata, ha sottolineato l’assessore Colasio, molto legata a questi luoghi che, grazie a questo duplice progetto, rafforza il legame con la città e il suo territorio. In Ruzante, infatti, è fondamentale l’esistenza di Padova e del contado che vengono qui riproposti in un percorso culturale ricco di suggestioni”.

Guardate il video della web tv della provincia con il quale viene presentata la doppia iniziativa e buon divertimento con gli spettacoli di Ruzzante!

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Ciao e bentrovati al post dedicato al fine settimana padovano! Eccovi dunque alcuni suggerimenti e proposte per approfittare dell’offerta padovana in termini di cultura, spettacoli e manifestazioni varie. Naturalmente già la città di per sè è uno spettacolo e quindi un giretto per le vie del centro storico prima di andare a cenare da qualche parte, piuttosto che fermarsi per un aperitivo o un gelato già sono ottime proposte per trascorrere qualche ora in compagnia ma si sa che io sono di parte… Ho selezionato quindi qualche evento di sicuro interesse e grazie al portale PadovaEventi potete scoprire da voi tutte le altre manifestazioni e gli eventi in programma a Padova e sul territorio provinciale per venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 giugno!

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Questa sera ci sarà l’atteso inizio dello Sherwood Festival, il festival della radio più alternativa della città, ora web radio, che da un sacco di anni attira migliaia di giovani per i concerti e per la sua proposta in termini di incontri, dibattiti, cinema all’aperto e soprattutto la possibilità rappresenta un luogo di socializzazione sempre molto gradito. Questa sera, ovviamente, presso il parcheggio sud dello Stadio Euganeo, lo Sherwood Festival aprirà i cancelli con lo slogan “1 euro può bastare”: sostanzialmente offerta libera per ascoltare il concerto di apertura con gli The Zen Circus e Muleta. Sabato sera a salire sul palco sarà “Il teatro degli orrori”, apprezzatissima band indie nostrana. Via via poi arriveranno grossi nomi della musica italiana ed internazionale, uno su tutti Manu Chao, il cui concerto del 25 giugno è già “sold out”, ma ci saranno Subsonica, Afterhours, Cypress Hill, Caparezza, Tre Allegri Ragazzi Morti, Verdena, Gogol Bordello, lo spettacolo di Ascanio Celestini, Pat Metheni e molto altro ancora. Visitate il sito che è molto ricco e completo di video, foto ed interviste. E’ inutile che mi metta a fare il lavoro che già altri sanno fare molto meglio di me, no? http://www.sherwood.it/festival e guardatevi questi bellissimi spot: spot 1 e spot 2!

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Per quanto riguarda l’offerta culturale ed artistica della città vi segnalo il sito di Padova Cultura dove troverete tutti gli altri eventi e le proposte culturali in programma che sono davvero molte. Torno a segnalarvi la grande mostra “De Chirico, Fontana e i grandi maestri del Novecento. Un secolo tra realtà e immaginario” che già con largo anticipo vi avevo presentato quì con un mio post che sarà aperta fino al 15 luglio. Capolavori di grande valore sono esposti per la prima volta a Padova nell’evento più importante del panorama culturale della nostra città che presenta circa 120 opere fra le più belle e preziose dell’arte contemporanea italiana presso il prestigioso.Circa sessanta artisti, il cui enorme valore è riconosciuto a livello internazionale: tra questi, Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Ottone Rosai, Luigi Veronesi, Filippo De Pisis, Massimo Campigli, Mario Sironi, Giuseppe Capogrossi, Virgilio Guidi, Lucio Fontana, Ennio Morlotti, Giò Pomodoro, Piero Manzoni, Enrico Baj. Gruppo Icat, agenzia di comunicazione e marketing di Padova ne cura l’organizzazione in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Per info su orari e biglietti clicca quì! Ingresso agevolato per i possessori della PadovaCard! 

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Per quanto riguarda le serate ricordo la novità dei “Navigli padovani” lungo il Piovego dove oltre ai vari chioschi dei vari bar ci saranno dj set, esibizioni, concerti, presentazioni di libri etc etc. Sempre sulla riva sinistra del Piovego, fino al 30 giugno proseguirà poi il programma del Portello River Festival di cui già ho parlato qualche posts fa. Si tratta di una manifestazione di arte e cultura, organizzata sempre dall’associazione Researching movie durante la quale vengono proposti eventi musicali, performance e retrospettive cinematografiche all’insegna del cosmopolitismo. Per approfondire rileggi il post di mercoledì con il quale ho presentato l’iniziativa. 

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Ieri sera si è aperto il cartellone di “Arena Romana Estate” che si accredita, infatti, come il più lungo ed articolato contenitore di eventi culturali della città, con spettacoli teatrali, musicali e com’è consuetudine, con il cinema all’aperto che proseguirà fino al 30 settembre! Imperdibili e variagate saranno le proposte culturali, all’insegna della qualità, nella location “open air” del sito monumentale più suggestivo della città, l’Arena Romana e nel riscoperto Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann. Una tradizione che si rinnova grazie al lavoro dell’Ass. Promovies che ha come sempre accuratamente selezionato le migliori pellicole della stagione: dai film vincitori ai Festival, alle opere più ricercate e d’autore senza dimenticare le commedie ed il cinema italiano. Scarica la Prima parte del Programma. Questo fine settimana il programma propone: Venerdì 15 giugnoArena Danza ore 21,15 FESTIVAL DANZAINCONTRO 2012 XIX° Edizione: “Giovani interpreti” – Galà di Danza Classica e Moderna con i migliori allievi delle Scuole di Danza del Veneto – direzione artistica: Johnny
Kariono. Sabato 16 giugnoArena Cinema ore 21,30 “Quasi amici” di di Olivier Nakache e Eric Toledano con Francois Cluzet. Domenica 17 giugnoArena Cinema ore 21,30 COSE DELL’ALTRO MONDO di Francesco Patierno con Diego Abatantuono. 

padova blog,blog di padova,padova weekend,padova cultura,turismo veneto,turismo padova terme euganee,padovacard,estate carrarese,portello river festival,sherwood festival

Si è aperto la scorsa settimana e proseguirà fino al 15 luglio, la manifestazione “Cuori sulla terra” , un’iniziativa per gli amanti degli animali e soprattutto per sensibilizzare l’opinione pubblica al loro rispetto. infatti “ll grado di civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali (M. Ghandi)”. Torna anche per il 2012 l’evento Cuori sulla terra, che nasce con l’importante obiettivo di invitare il pubblico a riflettere, attraverso il linguaggio dell’arte e i numerosi incontri con esperti del settore, sulle relazioni emotive, culturali e sociali che esistono tra uomo, animale e ambiente. In questa seconda edizione, Cuori sulla Terra, intende focalizzare l’attenzione sull’utilizzo della sperimentazione animale per lo studio e la creazione dei prodotti cosmetici. Questo fine settimana il programma prevede: venerdì 15 giugno, ore 21:00: “Proiezione del film “Bold native”, regia di Denis Hennelly”; sabato 16 giugno, ore 16:30 – Letture per bambini con Tania Giaconello, ore 18:00 – Presentazione del progetto Bioviolenza, a cura di Oltre la specie onlus, ore 21:00 – Incontro “Architetture del dominio e spazi della liberazione: il potere, i corpi, la morte e gli animali”, con Massimo Filippi; domenica 17 giugno ore 18:00 – Workshop “Formaggio vegan”, a cura del gruppo Veganzi, ore 21:00 – Incontro “L’altra faccia della bellezza”, con Maria Concetta Digiacomo. 

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Segnalo inoltre, come di consueto due riferimenti utili per i turisti e per chiunque stia pensando di trascorrere un week end a Padova e provincia: il sito Turismo Padova Terme Euganee  e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie!

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

2591738014.jpg

Padova è nota in Italia e non solo come Città del “Santo”. I padovani da tempo indefinito definiscono la propria città, la “città dei tre senza” vale a dire la città del Prato senza Erba poichè la grande piazza del Prato della Valle un tempo non era come oggi ma semmai piena di terra, la città del “Caffè senza porte” poichè il Caffè Pedrocchi era aperto 24h su 24h e non aveva prorpio le porte e la città del Santo senza nome. 

La festa di S. Antonio è la festa della città di Padova, una devozione popolare che si trasmette da secoli e che è entrata nell’identità della città stessa e non solo dei credenti. I padovani chiamano bonariamente “Il Santo”, S. Antonio perchè nei secoli si è costruito un legame solido con questa figura, quasi fosse uno di noi, una figura rappresentativa per tutti se si pensa che la sua immagine viene anche portata allo stadio dai tifosi del Padova, amato anche dalle classi popolari per via del suo impegno contro l’usura, ad esempio…Non è un caso se a Padova c’è stato un gran numero di Antonio e di Antonietta (così come si chiamava mia nonna).

89973841.jpeg

Se la festa vera e propria con la processione è in programma il 13 giugno, le celebrazioni e gli appuntamenti per ricordarlo durano tutto il mese. Il Giugno Antoniano, nello specifico, è la manifestazione sotto la quale si raccolgono tutte le iniziative e le celebrazioni dedicate a Sant’Antonio, compresi concerti e visite guidate. Infatti la festa di S. Antonio per Padova ha anche un’importante valenza turistica visto che attrae centinaia di migliaia di turisti pellegrini ogni anno, non a caso, storicamente il turismo religioso ha sempre avuto una notevole importanza, per lo meno per il numero di arrivi in città.

Questa sera, martedì 12 giugno, alle ore 20,30 all’Arcella, in piazza Azzurri d’Italia ci sarà la Rievocazione storica del transito di Sant’Antonio all’Arcella. Sacra rappresentazione della morte di Sant’Antonio. Concerto di campane in città ore 21:30. La cittadinanza espone i drappi antoniani lungo il percorso della processione.

2418046427.jpg

Il 13 giugno, alla Basilica del Santo, Sante messe ore: 6:00; 7:00; 8:00; 9:00; 10:00; 12:15; 19:00; 21:00; Santa messa solenne, presieduta dall’Arcivescovo di Padova e concelebrata dai parroci e dai sacerdoti della città di Padova ore 11:00; Santa messa solenne, presieduta dal Ministro provinciale dei frati Minori Conventuali ore 17:00; Processione tradizionale per le vie della città di Padova con le reliquie e la statua del Santo ore 18:00.

In seguito ai terremoti delle scorse settimane, purtroppo si è staccato un pezzo piuttosto grande di una parete affrescata posta sul “soffitto” della basilica (guardate il brevissimo video da youreporter), all’altezza della cappella delle reliquie. Tuttavia è stato approntato un “tunnell” che consente di passare sotto a quell’area in tutta sicurezza e di completare il giro della basilica che merita davvero una visita tanto è bella!

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

tacheles1.jpeg

Torna quest’oggi la rubrica Padova Creativa con questo articolo curato da Laura Sicolo, dal 1983 appassionata talent scout di nuove idee e creatività all’ombra del Santo. Si tratta di un’intervista riguardante una realtà culturale di una grande città europea che potrebbe ispirare e dare un contributo al dibattito sulla gestione degli spazi culturali anche di Padova e che ho deciso di pubblicare in quanto “richiesta di sostegno” rivolta alla società civile e al mondo della cultura italiana.

Intervista a Barbara Fragogna, curatrice del Tacheles 

Siamo nel cuore di Berlino, più precisamente a Mitte, all’interno del Tacheles, uno dei maggiori centri culturali ed artistici della capitale tedesca. Ogni centimetro di mura di questo “cantiere creativo di 4 piani” racconta qualcosa: un pezzetto di vita di un artista, un’emozione diventata colore o un progetto onirico fatto di una combinazione di forme che – anno dopo anno, tag dopo tag – vive ormai di vita propria. 
Sono spesse le mura del Tacheles e a raccontarcele è proprio la curatrice del centro Barbara Fragogna, che da 4 anni organizza e gestisce le mostre e gli eventi di uno dei centri artistici più amati di Berlino e che – purtroppo – rischia la chiusura definitiva.

Originaria di Venezia, Barbara (quì sotto a sinistra assieme a me) è entrata nel Tacheles come pittrice e – come gli altri artisti del centro – ha trasformato uno dei 30 studi dell’edificio nel suo atelier e spazio espositivo, dove l’ho conosciuta ed intervistata e dove abbiamo parlato anche di Padova.

IMG_5425.jpgBarbara ci racconti un po’ com’è il Tacheles?
“Al Tacheles ci sono tra 50 e 80 artisti. Si tratta per lo più di visual artists, performers, musicisti e pittori. Lo stabile ha un totale di 30 studi e 2 spazi collettivi per lo più dedicati alle esposizioni artistiche internazionali. Nel 2011 abbiamo risposto all’appello del Direttore del Cam di Casoria Antonio Monfredi ed abbiamo ospitato in uno di questi spazi MAYBE 2011, una esposizione di denuncia che mirava a sensibilizzare sul tema della camorra nel sud italiano. Il progetto rischiava di non trovare nessun polo culturale pronto ad ospitarlo, visto il tema delicato e “scomodo” diciamo. Abbiamo così contattato Antonio Monfredi e messo a disposizione i nostri spazi e siamo davvero felici di averlo fatto perché la mostra ha avuto molto successo”.

Come sarebbe Berlino senza un centro così dinamico e creativo come questo?
“Berlino è oggi come era New York negli anni ’80, Londra negli anni ’60 e Parigi negli anni ’20, tutte città che hanno saputo attrarre artisti e creativi diventando dei veri e propri centri pulsanti di nuove concezioni culturali e correnti artistiche.
In queste metropoli è poi subentrata la speculazione: locali, affitti e vita in generale sono diventati più costosi, costringendo così questa classe creativa a spostarsi in altre città più accessibili e sostenibili per le proprie tasche. Ora queste città vivono delle eco di quello che erano in passato.
Allo stesso modo, tra 10 anni la gente probabilmente verrà a Berlino e vivrà l’eco dell’atmosfera underground e così alternativa che viviamo in questo momento.”

Tacheles_2.JPGCome nasce un polo culturale così diverso rispetto ai classici musei?
“Il Tacheles nasce 22 anni fa con la caduta del muro. In quel periodo interi edifici venivano abbandonati dai berlinesi che si spostavano nella parte ovest della città, rimanendo così inoccupati. In uno di questi stabili si è insediata una serie di artisti che ha iniziato ad utilizzare gli spazi come studi e laboratori. Con il passare del tempo parte dell’area ed anche lo stesso Tacheles sono stati venduti a privati e – dopo ulteriori passaggi burocratico-finanziario – sono di proprietà di una banca che chiede ora lo sgombero dell’edificio.
Il quartiere è oggi puntellato di tanti caffè, di locali alla moda ed eleganti palazzi ed il Tacheles è rimasto lì dove era, con il suo via-vai di artisti, creativi e turisti. E’ l’inevitabile processo di gentrification, la zona è ormai un quartiere alla moda ed il nostro stabile è considerato un pugno nell’occhio da eliminare”.

Continuando il colloquio, il tono di Barbara si fa più acceso. Racconta così degli appelli, delle speranze e della paura, perché ogni giorno potrebbe essere l’ultimo, lì al Tacheles.
“Abbiamo raccolto 175 mila firme contro lo sgombero ed ora stiamo attivando anche una raccolta di fondi tramite il nostro sito e la piattaforma di crowdfounding IndieGoGo (http://www.indiegogo.com/) per acquistare lo stabile e creare una fondazione pubblica che possa conservare il centro e la sua arte con lo spirito che li contraddistingue, vale a dire un luogo fatto dalla gente per la gente. Insieme a Claudia di Giacomo ci stiamo attivando anche a livello internazionale con delle campagne paese per paese, primi fra tutti Italia, Spagna ed Argentina, dove abbiamo molti contatti ed associazioni che ci sostengono.
Padova è stata tra le prime città a rispondere al nostro appello ed a rendersi parte attiva della campagna di sensibilizzazione. Alle associazioni della città che si dimostrate interessate invieremo un kit “speciale” contenente una serie di foto che ci sono arrivate tramite il nostro sito. In tutti gli scatti ci sono persone di ogni parte del mondo con in mano una cartolina con scritto I support Tacheles. Agli organizzatori dell’evento chiederemo di fare altrettante foto e di inviarcele perché verranno poi utilizzate in una mega installazione fotografica che faremo qui nel centro il prossimo Agosto. E’ poi a discrezione dell’associazione decidere se attivare durante la serata una raccolta di fondi o devolvere parte dell’incasso alla causa.”

Il 22 giugno ci sarà la sentenza del tribunale che renderà ufficiale ed esecutivo lo sgombero del Tacheles ma vi sono ancora delle speranze che le cose possano cambiare. Se volete anche voi sostenere la causa potete partecipare alle due serate di raccolta fondi che verranno organizzate questo mese a Padova: la prima si è tenuta il 6 Giugno ai Carichi Sospesi ed una seconda sarà organizzata durante il Festival di Radio Sherwood (leggi dal sito di sherwood.it). 

Sito: http://super.tacheles.de/cms/
Pagina Facebook: http://www.facebook.com/pages/Kunsthaus-Tacheles-Berlin/116751221717217
Per organizzare un evento di supporto al Tacheles: Barbara Fragogna amarantola@yahoo.it

Articolo curato da Laura Sicolo  

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

/p

portello river festival,turismo padova terme euganee,padova cultura,blog di padova,padova blog,researching movie,portello,portello padova

Ciao, a tutti! Quest’oggi il post per segnalare che, dopo il Portello River Festival che vi ho presentato (leggi quì), sta proseguendo e che chiuderà con le premiazioni venerdì 8, al Portello le serate continueranno con l’VIII edizione del “Portello river festival”!!  Si tratta di una manifestazione di arte e cultura, organizzata sempre dall’associazione Researching movie durante la quale vengono proposti eventi musicali, performance e retrospettive cinematografiche all’insegna del cosmopolitismo che partirà subito dopo il River Film Festival, sabato 9 giugno per concludersi a fine mese, il 30 giugno. Potete scaricare  il libricino con il programma completo di tutti gli appuntamenti in calendario dal 9 al 30 giugno 2012 cliccando quì!

portello river festival,turismo padova terme euganee,padova cultura,blog di padova,padova blog,researching movie,portello,portello padova

Dal sito ufficiale della manifestazione (guardate la “gallery” con immagini della location e delle scorse edizioni!) si legge: “Dopo il Fiume come metafora di libertà, il Muro contro l’esclusione,  Apatris sull’identità, dopo il Ponte di civiltà e la Porta aperta al dialogo è giunto il momento del Tempo a conclusione dei temi che traggono ispirazione dagli elementi architettonici presenti nel luogo–non luogo di Porta Portello a Padova, l’antico porto medievale che ospita il festival e ne garantisce l’esistenza. Il tempo, ispirato dall’orologio di Porta Portello fermo al tempo dell’oblio di un luogo carico di significato identitario per la storia del quartiere, con la promessa di un restauro che non avviene”. Il Tempo sarà quindi il filo conduttore della ottava edizione del Festival, edizione che offrirà una serie di stimoli culturali di alta qualità fra culture differenti, per far partecipare il territorio e la cittadinanza allo scambio interculturale, attraverso la musica, il teatro e il cinema, in un’ottica di valorizzazione della diversità.
Tutto questo non avviene nello spazio chiuso di un teatro o di una sala cinematografica. La difficoltà e la bellezza dei due Festival è quella di respirare assieme al fiume e assieme alla città mescolando pubblico e interpreti, musica e incontri lungo il fiume, film e convivialità.

_4474_Immagine.jpg

Anche per il River Festival, come per il River Film Festival, il pubblico prenderà posto sul molo e gli artisti raggiungeranno la chiatta sul canale a bordo di una barchetta. Una location quindi molto suggestiva, a due passi dal centro storico e comunque in una zona dal profondo senso identitario per la città di Padova. Oggi il Portello è considerato per lo più quartiere universitario e lungo il Canale Piovego si affacciano mense, dipartimenti, segreterie, centi di ricerca, insomma un “campus universitario”. In un’atmosfera tranquilla e rilassata sarà quindi piacevole venire a vedere corti piuttosto che godersi serate di concerti e spettacoli!

portello river festival,turismo padova terme euganee,padova cultura,blog di padova,padova blog,researching movie,portello,portello padova

Si inizia dunque sabato 9 alle ore 22 con il concerto dell’orchestra del “Mestrino Dixieland Jass Band”  formazione che vuole riproporre quella parte della musica italiana che muoveva i primi passi nello “swing”, termine inviso al regime ma ampiamente interpretato dai grandi musicisti italiani che, nelle loro composizioni e interpretazioni, poco o nulla avevano da invidiare agli omologhi americani? La scelta del repertorio attinge dunque alla vasta produzione americana e, come detto, alla meno ampia ma altrettanto valida musica italiana, partendo dagli albori del ‘900 fino al fatidico anno 1940.

portello river festival,turismo padova terme euganee,padova cultura,blog di padova,padova blog,researching movie,portello,portello padova

Domenica 10, invece sempre alle ore 22, una serata dal titolo “Etnicità e diaspore: Notte balcanica” Serata di musica e balli tradizionali romeni a cura dell’Associazione COLUMNA, parte dal progetto INTRECCI DI CULTURE E TRADIZIONI IN VENETO. Il programma della serata sarà ricco di canzoni rappresentative di tutte le zone della Romania: Muntenia, Transilvania e Moldavia. Sarà allestito uno stand istituzionale e uno di cucina tradizionale romena.

Si tratta di un’iniziativa che rientra nella programmazione dell’Estate Carrarese 2012

PS: Non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Padova? Che aspetti? Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton