14090_850px.jpg

Ciao, quest’oggi vi presento un grande evento sportivo che Padova ospiterà tra una decina di giorni, dall’8 all’11 marzo. Si tratta della “Final eight” per l’assegnazione della Coppa Italia di Calcio a 5, uno sport che è in crescita in tutta Italia ed in Veneto in particolare. Padova, anche grazie all’investimento per il restyling del palazzetto dello sport di S. Lazzaro, ora PalaFabris, e per valorizzare lo stesso impianto, sta ospitando molti eventi sportivi di sicuro richiamo, oltre ai concerti organizzati da Zed e, per quanto riguarda il calcio a 5, stanno ricevendo in cambio un’immagine da capitale di questo sport.

f8.jpg

La Final Eight 2012, che assegnerà la 27esima Coppa Italia di serie A di calcio a 5 non è infatti il primo grande evento legato al calcio a 5  visto che torna Padova per il terzo anno consecutivo, dopo le edizioni 2010 e 2011, un grande successo con un sold out di oltre 15mila presenze, senza contare la “tre giorni” dell’Elite Round di Uefa Futsal Cup, la “Champions League” del calcio a 5 europeo (rileggi il post di presentazione di quell’evento) e considerando il fatto che una squadra della nostra provincia, la Luparense, di S. Martino di Lupari, è in testa alla classifica e parteciperà con la sua squadra maggiore così come con la sua Under 21!

ART23093.jpg

L’importante manifestazione si svolgerà al PalaFabris (4.000 posti, tutti a sedere) dall’8 all’11 marzo secondo la formula inaugurata l’anno scorso, che prevede anche lo svolgimento in contemporanea della Final Eight Under 21. La scorsa settimana a Palazzo Moroni è stata presenta la manifestazione e sono stati effettuti i sorteggi per determinare gli accoppiamenti per i quarti di finale in programma giovedì 8 marzo per la serie A e il giorno successivo per l’Under 21. “Siamo orgogliosi -ha dichiarato l’assessore allo Sport Umberto Zampieridi ospitare anche quest’anno la Final Eight: sono manifestazioni come questa che riempiono di significato l’operazione di recupero del palazzetto, intervento costato quasi 5 milioni di euro. Abbiamo scelto di ristutturare il palasport San Lazzaro e di candidarci ad ospitare eventi di grande rilievo, che s’inseriscono in un discorso più ampio di promozione sportiva, in questo caso di una disciplina in continua crescita nella nostra città” Guardate il video di presentazione con l’intervento dell’assessore allo sport Umberto Zampieri.

14217_476px.jpgIl grande seguito del futsal e il valore della struttura sono i motivi alla base di una scelta che il presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli non esita a definire vincente: “Sono circa 300 le società venete di calcio a 5, molte di esse si trovano a Padova, città che abbiamo scelto per la sua centralità e perché dispone di un impianto che rinnovato possiamo definire di rilievo internazionale”.

Grande spettacolo quindi al PalaFabris a partire da giovedì 8 marzo, quando si sfideranno le prime otto classificate del campionato di serie A. I quarti di finale vedranno in campo Marca Futsal-Montesilvano alle ore 10.30, quindi alle 15.30 Asti Acqua Eva-Acqua&Sapone Fiderma; seguono alle 17.30 Lazio-Promomedia Sport Five Putignano, si chiude alle 20 con Alter Ego Luparense-Bisceglie. L’ingresso è libero. Anche quest’anno la manifestazione sostiene la Città della Speranza in prima linea nella lotta alle leucemie e ai tumori infantili.

Per chi non potrà essere a Padova, Rai Sport garantisce la copertura completa dell’evento, tutte le sette gare della Final Eight di Serie A vengono trasmesse sui canali Rai: su Rai Sport 1 i quarti e le semifinali; su Rai Sport 2 la finalissima. Per chi sarà a Padova e vorrà seguire dal vivo l’evento l’ingresso alle partite è gratuito!!!

Guardate il trailer dell’evento realizzato da PDTV, la web tv di Padova! 😉

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 1000 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

blog di padova,padova blog,virgiliocittà,padova,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,cultura a padova,universi diversi,universi diversi arte e scienza tra sacro e profano,primavera a padova,colasio,format culturali a padova,turismo,padova eventi,turismo padova

Ciao! Giovedì scorso sono stato alla presentazione di Universi Diversi, il “contenitore” degli eventi culturali della primavera padovana, giunto alla sua seconda edizione.

Dopo RamPadova, la rassegna autunno-invernale dedicata all’arte contemporanea e prima del Giugno Antoniano e dell’Estate Carrarese tocca infatti a quest’altro format scandire in questo periodo dell’anno la programmazione degli eventi e dell’offerta promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova assieme a tutte le associazioni e le moltissime energie del mondo culturale cittadino.

blog di padova,padova blog,virgiliocittà,padova,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,cultura a padova,universi diversi,universi diversi arte e scienza tra sacro e profano,primavera a padova,colasio,format culturali a padova,turismo,padova eventi,turismo padova

Nel corso della conferenza di presentazione un po’ tutti gli intervenuti a partire da Flavio Manzolini, presidente di Turismo Padova Terme Euganeo ed Antonio Piccolo del Consorzio di Promozione Turistica hanno promosso il lavoro dell’Assessore Colasio di questi anni e “premiata” la scelta di organizzare tutta l’offerta culturale in format da ripetere anno dopo anno, per esigenze di un marketing in grado di dare visibilità e posizionamento alla cultura padovana. L’assessore Colasio, nel suo lungo intervento, ha sottolineato l’idea di fondo di quanto da lui proposto assieme ad i suoi collaboratori e cioè della cultura come strumento strategico per valorizzare le molte identità della città e non più come iniziative e insieme di eventi “spot” senza un filo logico che li riunisca e fatto notare come la scelta dei “format” sia servita a creare una piattaforma condivisa all’interno della quale moltissimi soggetti possono lavorare e valorizzare la propria creatività dentro ad un progetto unico e forte, una produzione culturale “locale” ma sempre declinata al “globale”.

blog di padova,padova blog,virgiliocittà,padova,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,cultura a padova,universi diversi,universi diversi arte e scienza tra sacro e profano,primavera a padova,colasio,format culturali a padova,turismo,padova eventi,turismo padova

“Universi Diversi, Arte e Scienza tra Sacro e Profano” nella scelta del nome e nella proposta vuol proprio promuovere e raccontare, attraverso la produzione culturale, l’anima della Città di Padova, la sua identità profonda. Universi Diversi allude alla pluralità e alla complessità delle realtà culturali presenti dal territorio. Tutte le proposte ruotano attorno al concetti di sacro e profano che hanno connotato nel tempo Padova per la presenza di Sant’Antonio e Galileo Galilei. Attorno a questi due simboli di “sacro” e “profano” si dipana un intensissimo programma di appuntamenti ed eventi culturali, di cartelloni e rassegne che compongono Universi Diversi.

blog di padova,padova blog,virgiliocittà,padova,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,cultura a padova,universi diversi,universi diversi arte e scienza tra sacro e profano,primavera a padova,colasio,format culturali a padova,turismo,padova eventi,turismo padova

Nella foto di apertura di questo post vedeva la mia mano che tiene il libretto con il programma di Universi Diversi con i suoi 4 mesi di eventi, spettacoli, mostre, concerti a partire da marzo e fino a giugno per un totale di oltre un centinaio gli appuntamenti proposti, tutti di grande interesse per una primavera alla scoperta della ricchezza culturale di Padova e della sua identità.  Universi Diversi è diviso in 7 sezioni: “MUSICA: SACREARMONIE”; “MOSTRE“; “POESIA, LETTERATURA”; “DANZA: PROSPETTIVA DANZA TEATRO 2012“; “TEATRO, CINEMA”; “PADOVA CITTÀ DELLA SCIENZA”; “INCONTRI, CONFERENZE”.Tra tutti gli eventi, quello che più attrarrà l’attenzione, l’interesse e la curiosità di padovani e visitatori saranno le “Cronache Carraresi. Rievocazione storica della Padova Medievale. Storie di armi e amori”, un’eccezionale rievocazione della Padova medievale pensata ed organizzata seguendo criteri filologici per far sì che il pubblico possa davvero vedere e vivere scene il più possibile fedeli alla realtà dell’epoca. Nel frattempo scarica la guida completa degli eventi e buona primavera con gli Universi Diversi di Padova! 😉

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 1000 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

turismo padova terme euganee,padova,teatro de linutile,senza orecchio,live musica padova,nightlife padova,padova cultura,padova eventi,turismo veneto,blog di padova

Ciao e bentrovati come tutti i venerdì (o quasi) al post dedicato al fine settimana padovano con alcune proposte su come trascorrerlo, in città ma anche nel territorio provinciale. La mia è solo una stringente selezione delle molte proposte per il weekend  ma sono molte le iniziative tra città e provincia, per tutti i gusti e tutti gli interessi. Per leggere il programma completo degli appuntamenti di questo fine settimana vi segnalo come sempre il portale Padova Eventi dove potete scoprire tutti gli appuntamenti ed eventi di questo fine settimana: venerdì 24, sabato 25, domenica 26 febbraio.

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Inizia questo sabato Cioccolando che si ripeterà nelle giornate di sabato fino al 17 marzo. Cioccolando è una manifestazione di beneficenza, organizzata dall’associazione Gioco e benessere in pediatria, per raccogliere offerte a favore dell’Ospedale pediatrico. Numerose le proposte previste dalla manifestazione: cioccolata calda, gustose brioche, cioccolatini in diversi gusti, tavolette di cioccolata, la gustosa cioccolecca, fantastiche e particolari uova di Pasqua, dolci e pasticceria, gadget dell’associazione Gioco e benessere in pediatria. E’ prevista inoltre, lungo il Liston, animazione pomeridiana a cura dei clown. Iniziativa patrocinata dal Comune di Padova. Per 4 sabati di seguito chi saà a passeggio per il centro di Padova avrà l’occasione di assaggiare un sacco di tipi di cioccolata, di ogni forma e varietà e gustarla sarà doppiamente dolce, sapendo che i proventi aiuteranno i bambini ammalati e chi si impegna quotidianamente per aiutarli ad affrontare la sofferenza della malattia. 

cioccolando,kasabian,johnny winter,jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,amici della musica,domeniche in musica 2012

Sabato 25 febbraio alle ore 16,30 al Teatro De Linutile è in programma un appuntamento con la musica rivolto alle famiglie. Va in scena infatti lo spettacolo musicale “Il “Vaga Luna” si diverte…” a cura di Stefano Lovato con l’ensemble femminile “Vaga Luna” in un pout-pourri di musiche (tra il serio e lo scherzoso) di Rossini, Mendelsshon, Brahms, Schumann, Faurè, Hahn, Holst, Chabrier, Copland. L’Ensemble “Vaga Luna” è un gruppo nato per la curiosità di scoprire ed eseguire quella parte del repertorio corale, così scarsamente frequentato in Italia, che è quello sacro e cameristico dell’800 e 900 per voci femminili dei grandi autori “classici”. Ricerca non facile in quanto repertorio quantitativamente di gran lunga inferiore non solo a quello per formazioni “miste”, ma anche a quello per formazioni “maschili”. Sicuramente però non inferiore dal punto di vista della qualità musicale. 
L’organico base è di dodici elementi con la direzione del maestro Stefano Lovato, baritono, nato a Padova, diplomato in canto nel 1984 presso il Conservatorio “C.Pollini”. Nel 1983 debutta in teatro e nello stesso anno si segnala al secondo posto alla prima edizione del “Concorso Nazionale di Musica Vocale Cameristica” di Conegliano; nell’87 viene ammesso a frequentare l’Accademia di Busseto. Nel 1991 è finalista al prestigioso concorso internazionale “Corradetti”. Da anni si dedica anche all’ insegnamento del canto e ad un lavoro didattico di diffusione della musica vocale. Collabora con l’Istituto della Cultura della regione di Guanajuato, in Messico.

cioccolando,kasabian,johnny winter,jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,amici della musica,domeniche in musica 2012

Biglietto unico: 7 euro Possessori “Studiare a Padova Card”: 9 euro. Per informazioni e prenotazioni: info@teatrodelinutile.com. A chi ancora non conoscesse il Teatro de Linutile segnalo un mio post di presentazione di qualche tempo fa ma pur sempre valido: “Ed ecco a voi il Teatro de Linutile” ai quali sono seguiti altri post di presentazione dei loro spettacoli ma soprattutto del Premio De Linutile, dello scorso novembre, e, precedente, il post dedicato all’Accademia de Linutile. Partita quest’anno si tratta della prima accademia teatrale per ragazzi a Padova (rileggi “Accademia de Linutile: apre la prima scuola di teatro per ragazzi a Padova!”) Per ulteriori informazioni visita il sito ufficiale, il blog e la pagina facebook!

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Al Gran Teatro GEOX un weekend di teatro e grandi concerti rock. Venerdì 24 teatro con “Tre cuori in affitto”  Un nuovo e inedito adattamento teatrale della celebre sit-com statunitense degli anni ’80 “Tre cuori in affitto”, la situation comedy che ha intrattenuto molte famiglie, oggi viene adattata per il palcoscenico da Claudio Insegno e diventa una commedia musicale grazie ai brani di Giovanni Maria Lori. In un’infinita serie di equivoci, gag esilaranti e situazioni paradossali si snoda questa bizzarra e improbabile convivenza. Una commedia rocambolesca che alterna situazioni comiche forsennate, momenti romantici e splendide canzoni. La prima commedia dove i protagonisti sono anche tra il pubblico: gli spettatori saranno interattivamente coinvolti nello spettacolo per un divertimento sfrenato in 3D !! Guarda il video – trailer!

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Sabato 25 a salire sul palco saranno i Kasabian per un live già “sold out” da tempo visto il successo della band britannica. Dopo lo scioglimento degli Oasis il pubblico internazionale amante dei suoni provenienti dall’Inghilterra è stato conquistato da quelli che da sempre sono stati indicati come gli eredi naturali dei fratelli Gallagher. Il nome che prima di tutti si è imposto all’attenzione del pubblico sono stati i Kasabian, la celebre band di Leicester attesissima al varco del quarto album, Velociraptor, uscito per Sony Music il 20 settembre, già definito come il disco rock dell’anno!  Guarda il video trailer!  (Fonte sito ufficiale del Gran Teatro). jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012 

Domenica 26 sarà la volta di Johnny Wintericona del blues bianco, definito da Rolling Stone il secondo più grande talento texano dopo Janis Joplin, a Febbraio torna in Italia per QUATTRO imperdibili appuntamenti: domenica 26 febbraio salirà sul palco del Gran Teatro Geox per un live imprendibile. Ancora oggi riesce difficile capire come una persona così minuta, cagionevole, quasi eterea, possa sprigionare tanta energia. Johnny Winter, sin da giovane seppe dimostrare il suo carattere, quando, unico bianco presente al concerto di B.B. King, riuscì a farsi consegnare la chitarra dal bluesman in persona per provare al pubblico che anche un bianco poteva suonare il blues.
 Una musica facile da suonare, ma difficile da suonare bene come lui. Johnny Winter, pur avendo subito contaminazioni musicali sia dal blues che dal rock ‘n roll, ha saputo creare uno stile unico e inconfondibile, in grado di influenzare migliaia di altri musicisti e capace di consacrarlo tra i migliori chitarristi in circolazione. Dopo centinaia di concerti sui palchi di tutto il mondo a suon di quel rock ‘n roll su cui è impossibile non ballare, il Johnny Winter di oggi è un vero sopravvissuto. I segni del tempo e degli eccessi hanno segnato il suo corpo ma ne hanno risparmiato le dita, che muovendosi sulla chitarra con l’agilità di una volta, sanno ancora ricreare quell’atmosfera e quel calore di cui solo un grande artista è capace. Guarda il video!

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Per quanto riguarda le proposte relative ad arte e cultura, in attesa della mostra di Fontana, De Chirico e gli altri grandi maestri del Novecento di cui vi ho parlato nel post di mercoledì (rileggilo), vi ricordo quella dell’artista bretone Jacques Villeglè “Lettere e Frammenti” ultimo appuntamento con RAM Padova di quest’anno, la rassegna culturale “invernale” dedicata all’arte contemporanea. Artista di fama internazionale, che ha posto il fulcro della sua attività artistica proprio nella ricerca dei linguaggi urbani a lui contemporanei. Si tratta di una retrospettiva di circa 80 opere décollages d’affiches, dagli anni ’60 agli ultimi manifesti strappati nel 2000. Riguardo a questa mostra potete leggere il mio post “Jacques Villeglè, l’artista dei manifesti strappati” scritto dopo aver visitato io stesso la mostra. Per tutti gli altri appuntamenti relativi all’offerta culturale ed artistica della città vi segnalo innanzitutto il sito di Padova Cultura!

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Domenica mattina, alle ore 11 presso la Sala dei Giganti del Liviano, appuntamento con la rassegna delle Domeniche in musica 2012, curata e promossa dagli Amici della Musica di Padova. Nata accanto alla prestigiosa stagione serale e tradizionalmente dedicata ai giovani musicisti vincitori dei più importanti concorsi musicali, la rassegna si è rapidamente imposta come ciclo a sè, grazie al quale il pubblico padovano ha potuto ascoltare per la prima volta moltissimi interpreti che successivamente hanno trovato una meritata affermazione nel panorama concertistico nazionale e internazionale. Quest’anno verranno presentati sette giovani pianisti che si sono distinti in Italia e all’estero. Dopo l’apertura con Gloria Campaner, il concerto del pianista Francesco Carletti, di Zlata Chochieva, di Alice Baccalini e di Alessandro Marino è la volta di LEONARDO PIERDOMENICO, pianoforte, 1° Premio XXVIII Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia” 2011. Il programma del concerto prevede Robert Schumann, Fantasiestücke op. 12; Franz Liszt, Ballata n. 2; Johannes Brahms, Variazioni su un tema di Paganini op. 35 (I e II libro).

tour-bicicletta1.jpg

Per domenica 26 propongo i consueti appuntamenti per scoprire Padova con attività all’aria aperta, sperando sia una bella giornata di sole! Per l’appuntamento con “Alla scoperta della Padova invisibile in bicicletta” , LA PADOVA CIVILE DEL ‘600. Visita: Gran Guardia, a cura di Piero Patrone. Per l’appuntamento con le  Visite guidate alle mura di Padova.  Le visite sono organizzate e riservate ai soci del Comitato Mura ma è possibile iscriversi al momento. Per info sul tesseramento leggi quì. Dal Torrione Alicorno al torrione di S. Giustina. Ritrovo all’ingresso del giardino Alicorno, in piazzale S. Croce, la passeggiata termina all’incrocio via Cavazzana-via Sanmicheli. Per l’appuntamento con le “Domeniche al Parco dei Colli Euganei”, è prevista l’escursione a CINTO EUGANEO “SENTIERO DEL MONTE CINTO”. Partenza escursione da Cinto Euganeo. Un classico tra i percorsi del Parco Colli (è il n° 11 tra quelli accatastati). Partendo da Cava Bomba compiremo il periplo del Monte Cinto salendo sino alla sommità per visitare i resti di un’antica fortificazione. Con due brevi deviazioni potremo vedere altri due siti molto importanti: la cava di riolite colonnare e lo sperone roccioso noto come il buso dei briganti. Ritrovo al parcheggio antistante al museo di Cava Bomba.

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,amici della musica,domenica in musica 2012

Per la vita notturna invece delego a PadovaByNight

Segnalo inoltre, come di consueto due riferimenti utili per i turisti e per chiunque stia pensando di trascorrere un week end a Padova e provincia: il sito Turismo Padova Terme Euganee  e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie!

…e riguardo all’ALLEGRIA del titolo, mettetecela VOI! 😀 

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 1000 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,calcio padova,calcio padova 1910,padova shop,padova store,calcio padova store,calcio padova shop,calcio padova e-commerce,turismo padova terme euganee,patavinitas,blog di padova,padova blog,urban blog,identità di padova

Quest’oggi ho pensato di scrivere di città e di calcio ma non di calcio giocato, per questo già ci sono molti giornalisti sportivi che ne parlano fin troppo. Il calcio è lo sport,  o il gioco, storicamente più popolare nel nostro paese e questo, nonostante le distorsioni, i problemi, gli scandali vari. Riguardo al tifo per una squadra di calcio se ne potrebbero dire di ogni ma mi limito a questa mia teoria. Se ami la tua città non puoi non amare per prima cosa la squadra della tua città. Molti padovani seguono le grandi squadre nazionali come l’Inter, la Juve o il Milan, molti altri seguono una di queste ed anche il Padova, pochi sono orgogliosamente tifosi solo del Padova ma per tutti credo valga la stessa cosa e cioè che, in quanto padovani, almeno un po’ siamo tutti affezionati alla squadra della nostra città, almeno spero…Guarda la mappa che ho realizzato su MapTalks dal titolo “Padova ed il Calcio Padova” su cui ho segnato i luoghi più importanti della città legati al club biancoscudato.

padova,calcio padova,calcio padova 1910,padova shop,padova store,calcio padova store,calcio padova shop,calcio padova e-commerce,turismo padova terme euganee,patavinitas,blog di padova,padova blog,urban blog,identità di padova

E’ giusto una questione di “affezione” per la gente visto che la squadra di calcio è comunque un legame tra generazioni di appassionati che, spesso, ci porta a ricordi piacevoli e ad un sentimento malinconico allo stesso tempo, magari di quando da bambini, si andava allo stadio assieme al proprio papà o quando ricordando vecchi campioni e partite del passato si ricorda in realtà quando eravamo più giovani. Come dice il famoso “novelist” britannico Nick Hornby, nel suo romanzo “Febbre a 90°”, per un tifoso le sorti della propria squadra accompagnano la sua vita. E’ anche una questione di identità per la città, visto che, nel mondo, pochi sono gli elementi rappresentativi di una città, di una comunità come la squadra di calcio locale. In qualche viaggio all’estero, in particolare nel Regno Unito, adulti e ragazzini indossano i colori della propria squadra anche quando vanno a passeggiare in centro città, come elemento distintivo della loro appartenenza ad una comunità, quella dei tifosi della propria squadra, che li rappresenta, li fa sentire parte di un mondo di cui andare orgogliosi.

padova,calcio padova,calcio padova 1910,padova shop,padova store,calcio padova store,calcio padova shop,calcio padova e-commerce,turismo padova terme euganee,patavinitas,blog di padova,padova blog,urban blog,identità di padova

Padova è una città poco orgogliosa di se stessa e ho la netta sensazione che per il padovano medio l’erba del vicino sia sempre più verde. Invece no, un padovano può benissimo essere orgoglioso della propria città. Ci possono essere dei problemi come ovunque ma mi pare che si snobbi un po’ troppo quanto abbiamo: il patrimonio artistico con Giotto in primo piano, la storica università che l’altro giorno ha celebrato l’inizio di un anno accademico, la Padova, città della scienza e le mille Padova a rappresentanza delle molte identità che questa città esprime. Tra questi elementi distintivi c’è il Calcio Padova 1910, piaccia o meno a certi concittadini un po’ “snob”, ne rappresenta una parte dell’anima più popolare, più autentica, nel bene e nel male.

padova,calcio padova,calcio padova 1910,padova shop,padova store,calcio padova store,calcio padova shop,calcio padova e-commerce,turismo padova terme euganee,patavinitas,blog di padova,padova blog,urban blog,identità di padova

Vedete, non parlo di calcio giocato, del momento un po’ di difficoltà della squadra allenata da Mister Dal Canto, non scrivo di prossime sfide impegnative, degli infortuni da assorbire e del ritorno del grande bomber Succi e della sua voglia di dare il suo contributo in campo a suon di gol ma parlo dell’affezione nei confronti di una società di calcio che ha appassionato generazioni di padovani e che negli anni ha saputo regalare grandi emozioni. Non siamo squadra da scudetto, sebbene negli anni ’50 lo abbiamo sfiorato più volte nell’ormai mitica “Era” del Paron Rocco”, da competizioni internazionali, ma la squadra della nostra città è nata 102 anni fa (29 gennaio 1910 la data della fondazione. Leggi la storia della società) ed è radicata in provincia come in città, una squadra di calcio che ha visto cambiare una città mantenendo ferma però la propria maglia bianca con il grande scudo sul petto. Ecco perchè i tifosi del Padova continuano ad amarla questa maglia! Perchè ne sono affezionati e questo esserne affezionati va oltre il mero risultato sportivo. Si può perdere o vincere, si può giocare in serie A o in serie C ma il Padova resta comunque con tutto quello che, da oltre un secolo, rappresenta e ha rappresentato per i padovani!

padova,calcio padova,calcio padova 1910,padova shop,padova store,calcio padova store,calcio padova shop,calcio padova e-commerce,turismo padova terme euganee,patavinitas,blog di padova,padova blog,urban blog,identità di padova

Ormai da parecchio tempo si sente parlare di uno “store” del Calcio Padova in centro storico ma, per via di varie complicazioni ancora non ha potuto aprire. Uno “store” per vendere gadget biancoscudati, magliette, cappellini, sciarpe, bandierini, poster, spille e tutto quanto possa far veicolare i colori del Calcio Padova, i colori della città. Ma non solo “negozio al dettaglio”, uno store del Calcio Padova, in pieno centro storico, possibilmente lungo l’asse di maggior frequentazioni, Liston – via Roma.padova,calcio padova,calcio padova 1910,padova shop,padova store,calcio padova store,calcio padova shop,calcio padova e-commerce,turismo padova terme euganee,patavinitas,blog di padova,padova blog,urban blog,identità di padova

Si tratterebbe del  giusto omaggio che la città dovrebbe/potrebbe fare alla sua squadra che, dopo la chiusura dell’Appiani è, di fatto, uscita dal centro città quando invece una maggiore visibilità in centro città merita di averla, magari a fianco di un nuovo ufficio di informazioni turistiche, perchè il Padova, così come Giotto, Galileo ed i famosi “3 senza” è Padova. Un omaggio ma senz’altro anche un segno distintivo, un voler dire  che ci troviamo a Padova e non in un’altra città del mondo. E sono piuttosto sicuro che molti gadget e souvenir verrebbero acquistati anche da molti turisti stranieri se è vero che di appassionati di pallone ce ne sono molti in tutto il mondo così come è vero che il turista cerca di portarsi a casa un po’ della città che sta visitando.

padova,calcio padova,calcio padova 1910,padova shop,padova store,calcio padova store,calcio padova shop,calcio padova e-commerce,turismo padova terme euganee,patavinitas,blog di padova,padova blog,urban blog,identità di padova

Lungi da me promuovere uno stile di vita consumistico ma se amate Padova, ogni tanto esibitelo qualche piccolo segno biancoscudato addosso: un berretto di lana, una spilla, una maglia. Nella speranza che possa aprire presto lo “store”, è attivo e funzionante lo shop on line del Calcio Padova con la nuova linea di merchandising lanciata ad inizio anno e con il materiale ufficiale firmato dallo sponsor tecnico Joma. Già avevo parlato della nuova maglia del Padova ad inizio stagione nel post “La nuova maglia del Padova ed i suoi tifosi!”

Ciao a tutti e forza Padova!

PS: E chi va all’Euganeo, ci vada con l’intento di tifare per il Padova per tutti i 90 minuti di gioco! Se uno fischia al primo errore, sembra che venga allo stadio con questo intento…e allora se ne stia a casa piuttosto. Da che mondo e mondo, una tifoseria matura, contesta alla fine dopo aver incitato la propria squadra per tutta la partita!

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 1000 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,blog di padova,virgilio padova blog,virgiliocittà,turismo padova terme euganee,europeade,europeade 2012,folklore,festival folklore europeo,europa,europe,europa dei popoli,cultura popolare,folk,gruppi folkloristici,festival,estate a padova,estate carrarese

Ciao a tutti, quest’oggi ho pensato di parlarvi di quanto succederà quest’estate a Padova, di un evento che, quando ho saputo sarebbe stato organizzato anche quì, ha suscitato subito il mio interesse e la mia curiosità. Mi riferisco all’edizione 2012 dell’Europeade, il festival del folklore e della cultura europea, un festival itinerante che da oltre 40 anni gira per l’Europa (nel 1964 la prima edizione ma leggi quì la storia) e si tiene ogni anno in una città diversa.

padova,blog di padova,virgilio padova blog,virgiliocittà,turismo padova terme euganee,europeade,europeade 2012,folklore,festival folklore europeo,europa,europe,europa dei popoli,cultura popolare,folk,gruppi folkloristici,festival,estate a padova,estate carrarese

Dall’11 al 15 luglio, lungo le vie e nelle piazze di Padova, tra cui il Prato della Valle, si terrà la 49° edizione dell’Europeade. Gruppi e persone da ogni parte d’Europa arriveranno nella nostra città per ballare, cantare e far conoscere le loro tradizioni. L’Europeade è un momento di incontro, scambio, confronto e l’occasione per arricchire il nostro bagaglio di conoscenze ed esperienze. Ultimamente ci stiamo abituando a pensare all’Europa come ad un’organizzazione di tecnocrati preoccupati di far quadrare i conti finanziari dei vari paesi membri ma, per come la vedo io, non dobbiamo dimenticarci che si tratta pur sempre di un continente abitato da molti popoli, ognuno con la propria cultura, la propria visione del mondo e che hanno secoli di storia in comune, molti dei quali in modo trascorsi in modo tragico e caratterizzati da guerre sanguinose.

padova,blog di padova,virgilio padova blog,virgiliocittà,turismo padova terme euganee,europeade,europeade 2012,folklore,festival folklore europeo,europa,europe,europa dei popoli,cultura popolare,folk,gruppi folkloristici,festival,estate a padova,estate carrarese

Negli ultimi anni, anche grazie ai programmi di scambio come l’Erasmus o anche grazie alle compagnie aeree low-cost è cresciuto sempre più il numero dei giovani che ha potuto viaggiare e conoscere i coetanei dagli altri paesi europei. L’Europeade ha lo stesso spirito: un’occasione per conoscere e fare amicizia con gli altri popoli d’Europa! Nell’atto costitutivo dell'”Associazione Europeade” nata nel 1997 con sede sociale ad Anversa si legge: “L’Europeade è l’espressione di un atto di fiducia nell’amicizia e nella fraternità fra i popoli del Continente Europeo, basata sull’idea di “unità nella diversità”. Questa idea si concretizza quindi in un ritrovo annuale di diverse migliaia di Europei che si riuniscono per cinque giorni, per esprimere questa convinzione attraverso le Arti e le Tradizioni popolari delle loro regioni.

padova,blog di padova,virgilio padova blog,virgiliocittà,turismo padova terme euganee,europeade,europeade 2012,folklore,festival folklore europeo,europa,europe,europa dei popoli,cultura popolare,folk,gruppi folkloristici,festival,estate a padova,estate carrarese

Come le precedenti edizioni, così come la scorsa edizione a Tartu in Estonia, dal cui sito ho preso alcune delle immagini (leggi http://europeade2011.eu/), a metà luglio anche Padova sarà quindi un trionfo di colori, di danze, di canti tradizionali e per un amante del folk come il sottoscritto capite bene che non cercherò di organizzarmi per andare al mare o in qualsiasi altro posto che non sia Padova in quei giorni. Chi mi conosce sa che in particolare mi piace la musica tradizionale irlandese ma ci sarà la possibilità di ammirare e conoscere gruppi folkloristici, bands di musica folk davvero da tutto il continente visto che per l’edizione di Padova ci saranno circa 250 gruppi per un totale di iscritti massimo di 4.400 partecipanti!!! Da quanto si legge sul sito ci sono ancora 1005 posti disponibili.  I gruppi interessati alla partecipazione al festival possono iscriversi sul sito ufficiale www.europeade.eu. Per informazioni clicca quì

padova,blog di padova,virgilio padova blog,virgiliocittà,turismo padova terme euganee,europeade,europeade 2012,folklore,festival folklore europeo,europa,europe,europa dei popoli,cultura popolare,folk,gruppi folkloristici,festival,estate a padova,estate carrareseScorrendo la lista dei gruppi fin quì iscritti vedo che ci sono molti gruppi dalle varie regioni della Germania, dalla Francia, dalla Spagna, dalle repubbliche baltiche Estonia e Lituania ma un po’ tutti i paesi sono rappresentati. Leggo della presenza di 7 gruppi italiani, quattro dei quali dall’Abbruzzo, visto che questa edizione dell’Europeade doveva inizialmente tenersi a L’Aquila che ha dovuto rinunciare per via del terremoto che ha duramente colpito e continua a far soffrire la popolazione. Non leggo ancora della presenza dei Ruzzantini (di cui metto una foto quì sulla destra nella speranza che partecipino)!!! Spero sia solo una questione di tempo ma il gruppo folkloristico dei Ruzzantini con i costumi e le tradizioni della campagna padovana non può mancare! Qualcuno che legge li faccia iscrivere. Idem per il Calicanto…non so se i gruppi di musica tradizionali siano considerati “gruppi” folkloristici…forse no, ma cosa può dare Padova in termini di tradizione e musica folk se non i Ruzzantini e la musica dei Calicanto? padova,blog di padova,virgilio padova blog,virgiliocittà,turismo padova terme euganee,europeade,europeade 2012,folklore,festival folklore europeo,europa,europe,europa dei popoli,cultura popolare,folk,gruppi folkloristici,festival,estate a padova,estate carrarese

E’ già possibile leggere un programma di massima che naturalmente da quì a luglio potrà subire alcune modifiche. Già suggestiva si annuncia l’apertura del primo giorno. L’11 luglio, infatti, dopo le iscrizioni dei vari gruppi si terrà in serata nella splendida cornice di Prato della Valle, la presentazione di tutti i gruppi folkloristici provenienti dall’estero, una sorta di cerimonia di benvenuto che Padova darà ai partecipanti di tutta Europa anche se la manifestazione inaugurale avverrà la serata successica (il 12 luglio sempre in Prato della Valle) dopo che per tutto il giorno i gruppi avranno già iniziato ad esibirsi in giro per la città. Sabato , a partire dalle 18,30 ci sarà una grande parata di tutti i gruppi da PadovaFiere, centro logistico dell’organizzazione, fino al Prato della Valle, passando per le vie del centro e poi in serata nella grande piazza padovana il ‘Ballo di Europeade’ per tutti i partecipanti! Il giorno dopo l’ultimo giorno con la cerimonia di chiusura nel pomeriggio, un momento in cui, dopo tanto divertimento e tanti momenti di condivisione sarà un po’  un malinconico momento dei saluti e del passaggio di testimone all’edizione del 2013 a Gotha in Germania. 

padova,blog di padova,virgilio padova blog,virgiliocittà,turismo padova terme euganee,europeade,europeade 2012,folklore,festival folklore europeo,europa,europe,europa dei popoli,cultura popolare,folk,gruppi folkloristici,festival,estate a padova,estate carrarese

Un evento che quindi attirerà moltissime persone, i partecipanti veri e propri dell’Europeade ma anche molti turisti e visitatori che avranno l’ennesimo motivo per venire a Padova qualche giorno. All’organizzazione dell’evento quindi sono impegnati senz’altro il comitato organizzatore centrale dell’Europeade ma senz’altro anche le associazioni di categoria, l’ente turistico Turismo Padova Terme Euganee oltre che ovviamente il comune di Padova, presente lo scorso anno a Tartu, in Estonia, per raccogliere il testimone (guardate la foto sulla destra della delegazione padovana Riconosco l’assessora Dalla Vecchia e la consigliera Toso, vpresidente della Commissione Cultura e promotrice di questa bella iniziativa). Guardate il breve video di Cristina Toso che, da Tartu, annuncia l’Europeade 2012 a Padova! Un evento dal grande richiamo e che senz’altro potrà valere per l’immagine e la visibilità della città. Giò è attivo il sito “Europeade 2012 – Padova – Italia” con le info generali sulla manifestazione ma anche e soprattutto con informazioni su come arrivare a Padova, per prenotare un hotel, su Padova e le sue attrattive culturali ed enogastronomiche del territorio, la possibilità di prenotare on line le visite guidate e le escursioni in battello o un cena al ristorante.

Mi sembra una belle cosa, no? Sono sicuro che ci sarà da divertirsi in queste giornate di luglio a Padova! 🙂 

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 1000 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

turismo padova terme euganee,padova,teatro de linutile,senza orecchio,live musica padova,nightlife padova,padova cultura,padova eventi,turismo veneto,blog di padova

Ciao e bentrovati come tutti i venerdì (o quasi) al post dedicato al fine settimana padovano con alcune proposte su come trascorrerlo, in città ma anche nel territorio provinciale. Prima di iniziare volevo ringraziare tutti i fan della pagina facebook del blog di Padova, in particolare quelli che interagiscono di più e quelli che condividendo i post sui social network mi hanno aiutato a superare i 1000 “fans”! La mia è solo una stringente selezione delle molte proposte per il weekend  ma sono molte le iniziative tra città e provincia, per tutti i gusti e tutti gli interessi. Per leggere il programma completo degli appuntamenti di questo fine settimana vi segnalo come sempre il portale Padova Eventi dove potete scoprire tutti gli appuntamenti ed eventi di questo fine settimana: venerdi 17, sabato 18 e domenica 19 febbraio. 

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Duplice appuntamento con la musica dal vivo di due “big” della musica italiana questo sabato. Al Gran Teatro GEOX sabato 18 salirà sul palco Ivano Fossati che ha recentemente annunciato che quello in corso sarà il suo ultimo tour.  L’ultima occasione per vederlo e ascoltarlo dal vivo.  Dopo 40 anni di grande musica un affettuoso addio alle scene del cantautore genovese celebrato con un nuovo album ed un emozionante tour. Il tour segue l’uscita del nuovo album di inediti, Decadancing, che rivela un Fossati quanto mai riflessivo e disilluso, ma con la consueta capacità di offrire uno sguardo lirico sulla realtà. “La decadenza”, il nuovo singolo, è un rhythm & blues graffiante su uno dei temi più attuali: la fuga dei giovani verso altri Paesi in cerca di opportunità migliori alla ricerca di una prima o almeno di una seconda possibilità.jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura     

Fossati è uno dei più prolifici e geniali compositori italiani: ha pubblicato 23 album, scritto canzoni per artisti come Mina, Patty Pravo, Fiorella Mannoia, Gianni Morandi, Ornella Vanoni, Anna Oxa, Mia Martini, Loredana Bertè, Adriano Celentano e moltissimi altri e collaborato con i più grandi nomi della musica italiana e straniera. Cresciuto in quella Liguria che è stata incredibile terreno fertile per la canzone italiana, Fossati ha saputo, nei suoi 40 anni di carriera, trovare uno sguardo originale ed inconfondibile che ha contribuito a farne uno degli autori più apprezzati da pubblico e critica. Guarda il video di “Cara democrazia”.  (Fonte sito ufficiale del Gran Teatro). 

jacques villeglè,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura,ivano fossati,pinocchio musical padova,amici della musica,domenica in musica 2012

Sabato 18 presso l’Arena Spettacoli PadovaFiere arriva l’atteso “live” di JovanottiDopo il doppio sold out all’Arena di Verona e il tutto esaurito a Piazzola sul Brenta, Lorenzo concede il tris e, a grande richiesta, arriva a Padova.
E’ senza dubbio il tour dell’anno: originale, impeccabile per ritmo e scaletta, ma soprattutto entusiasmante a giudicare dai numeri dei biglietti venduti e dalla reazione del pubblico. Il concerto è un’incredibile mix di tecnologia e cuore, di pezzi elettronici ed acustici, di canzoni del passato e successi dell’ultimo album. Rispetto all’estate i fan troveranno anche delle importanti novità, ma non è per questo che il pubblico tornerà a vedere ancora una volta Lorenzo, bensì per la sua capacità di far divertire.

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Per quanto riguarda le proposte relative ad arte e cultura, in attesa della mostra di Fontana, De Chirico e gli altri grandi maestri del Novecento di cui vi ho parlato nel post di mercoledì (rileggilo), vi ricordo quella dell’artista bretone Jacques Villeglè “Lettere e Frammenti” ultimo appuntamento con RAM Padova di quest’anno, la rassegna culturale “invernale” dedicata all’arte contemporanea. Artista di fama internazionale, che ha posto il fulcro della sua attività artistica proprio nella ricerca dei linguaggi urbani a lui contemporanei. Si tratta di una retrospettiva di circa 80 opere décollages d’affiches, dagli anni ’60 agli ultimi manifesti strappati nel 2000. Riguardo a questa mostra potete leggere il mio post “Jacques Villeglè, l’artista dei manifesti strappati” scritto dopo aver visitato io stesso la mostra. Per tutti gli altri appuntamenti relativi all’offerta culturale ed artistica della città vi segnalo innanzitutto il sito di Padova Cultura

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Ovviamente non posso trascurare il carnevale, visto che ci siamo addentrando sempre più in questa tradizionale festa dell’allegria, della spensieratezza e della baldoria. Senz’altro il Carnevale più rappresentativo del Veneto è quello di Venezia ma anche nei comuni della Provincia di Padova questa festa popolare mantiene ancora vive le tradizioni locali con giochi, spettacoli ed incontri all’insegna del divertimento. A raccogliere tutti gli appuntamenti ci pensa Padova Eventi. Vi segnalo “Carnevale a Padova e provincia” così come il Carnevale di Casale di Scodosia, storico carnevale della provincia, meglio noto come “Carnevale del Veneto” caratterizzato dalle parate dei carri mascherati. 

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Domenica mattina, alle ore 11 presso la Sala dei Giganti del Liviano, appuntamento con la rassegna delle Domeniche in musica 2012, curata e promossa dagli Amici della Musica di Padova. Nata accanto alla prestigiosa stagione serale e tradizionalmente dedicata ai giovani musicisti vincitori dei più importanti concorsi musicali, la rassegna si è rapidamente imposta come ciclo a sè, grazie al quale il pubblico padovano ha potuto ascoltare per la prima volta moltissimi interpreti che successivamente hanno trovato una meritata affermazione nel panorama concertistico nazionale e internazionale. Quest’anno verranno presentati sette giovani pianisti che si sono distinti in Italia e all’estero. Dopo l’apertura con Gloria Campaner, il concerto del pianista Francesco Carletti, di Zlata Chochieva e di Alice Baccalini è la volta di Alessandro Marino vincitore del premio Nuove Carriere 2010 CIDIM Comitato Nazionale Italiano Musica. Programma: Camille Saint-Saëns Danza Macabra (trascrizione di F. Liszt), Louis Moreau Gottschalk Souvenir de Porto Rico, Charles-Valentin Alkan Sinfonia (Studi op. 39 n. 4, 5, 6, 7), Joachim Raff Sicilienne da I Vespri Siciliani op. 81 n. 1, Ignaz Moscheles Fantasia da Nabucodonosor, Franz Liszt Rapsodia Spagnola.

tour-bicicletta1.jpg

Ancora per domenica propongo i consueti appuntamenti per scoprire Padova con attività all’aria aperta, sperando sia una bella giornata di sole! Il primo. “Alla scoperta della Padova invisibile in bicicletta” , una serie di appuntamenti per scoprire Padova in bicicletta, proposti dall’associazione “Amici della bicicletta” e promossi dall’Assessorato alla cultura. I percorsi previsti sono facili e di circa 10 km ciascuno, l’iniziativa è rivolta a tutti. Domenica 19: I CHIOSTRI DI SANTA GIUSTINA visita: Basilica di Santa Giustina, a cura di Monica Vial con la collaborazione dei frati di Santa Giustina.

MuraVeneziane-119.jpg

Il secondo appuntamento per scoprire Padova cui facevo riferimento è quello delle Visite guidate alle mura di Padova.  Le visite sono organizzate e riservate ai soci del Comitato Mura ma è possibile iscriversi al momento. Per info sul tesseramento leggi quì. Le visite comprendono le passeggiate lungo le mura e l’ingresso agli ambienti interni attualmente visitabili. Domenica 19. Da Porta Molino al Castello. Ritrovo presso Porta Molino, commiato in riviera Paleocapa presso il ponte di ferro.

Torno a dire che le mie sono solo alcune proposte. Val la pena anche uscire di casa e fare una passeggiata per poi fermarsi a fare due chiacchere al bar con gli amici. Per la vita notturna invece delego a PadovaByNight

Segnalo inoltre, come di consueto due riferimenti utili per i turisti e per chiunque stia pensando di trascorrere un week end a Padova e provincia: il sito Turismo Padova Terme Eugane  e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie!

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 1000 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,arte padova,"de chirico,fontana e i grandi maestri del novecento,un secolo tra realtà e immaginario",universi diversi,universi diversi padova,gruppo icat di padova,comune di padova,palazzo della ragione padova,centro culturale altinate - s.gaetano

I dati resi noti ad inizio febbraio (leggi i dati 2011 sul turismo padovano) confermano Padova nel suo “nuovo” ruolo di città turistica a tutti gli effetti  caratterizzata da un turismo culturale di qualità come si evince dai dati positivi di Germania e Francia, le prime due nazionalità straniere di turisti in termini di pernottamenti. Da qualche anno a questa parte Padova si sta confermando come importante destinazione di turismo culturale così come una città attrattiva dal punto di vista del turismo congressuale e d’affari; non a caso tutti gli operatori del settore auspicano che i lavori per il nuovo centro congressi partano al più presto.  

blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,arte padova,"de chirico,fontana e i grandi maestri del novecento,un secolo tra realtà e immaginario",universi diversi,universi diversi padova,gruppo icat di padova,comune di padova,palazzo della ragione padova,centro culturale altinate - s.gaetano

Un grande patrimonio artistico, un centro storico splendido, una certa vivacità culturale, la collocazione “strategica” al centro della prima regione turistica italiana e il lavoro di questi anni da parte degli operatori così come degli enti che hanno un ruolo di regia, in primis, Turismo Padova Terme Euganee, hanno fatto si che, dati alla mano, Padova città abbia concluso il 2011 con + 8,48% di arrivi e + 9,54% di presenze con oltre 44.000 arrivi e oltre 98.000 pernottamenti in più, consolidando così il risultato raggiunto nel 2010 e attestandosi per il 2011 su 1.130.114 pernottamenti. Determinante in tal senso il ruolo degli stranieri con il + 21,48% di arrivi e il + 22,07% di presenze. Ma un valoreaggiunto della città in grado di determinare una maggiore attrattiva è dato  senz’altro anche dal ricco programma di eventi culturali e di proposte artistiche che da tempo si susseguono presso le principali sedi espositive della città.

blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,arte padova,"de chirico,fontana e i grandi maestri del novecento,un secolo tra realtà e immaginario",universi diversi,universi diversi padova,gruppo icat di padova,comune di padova,palazzo della ragione padova,centro culturale altinate - s.gaetano

Da pochissimi giorni è calato il sipario sulla grande mostra “Il Simbolismo in Italia” allestita ed aperta presso Palazzo Zabarella, proposta dalla Fondazione Bano, poco prima presso il centro culturale Altinate – S.Gaetano si era conclusa la mostra “Novecento Privato. Arte italiana con vista su Padova” con la conseguente apertura della mostra di Jacques Villeglè “Lettere e frammenti” che concluderà RAM, la rassegna invernale di arte contemporanea, una rassegna che ogni anno regala un programma vastissimo e multidisciplinare che incrocia gli interessi e i gusti di moltissime persone.

blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,arte padova,"de chirico,fontana e i grandi maestri del novecento,un secolo tra realtà e immaginario",universi diversi,universi diversi padova,gruppo icat di padova,comune di padova,palazzo della ragione padova,centro culturale altinate - s.gaetano

Questa doveva essere la promessa, è diventato un post intero ma pazienza perchè mi è servita a fare il punto della situazione, a sottolineare i risultati positivi del 2011 e di questo inizio 2012, prima di aprire questo mio blog ad una nuova stagione di eventi e di proposte. E arriviamo al dunque e cioè alla presentazione di quello che viene considerato il più grande evento artistico del 2012. Mi riferisco alla mostra  “De Chirico, Fontana e i grandi maestri del Novecento, un secolo tra realtà e immaginario” (all’avvicinarsi dell’evento ci saranno ulteriori dettagli ed approfondimento sul portale di Padova Cultura) che aprirà i battenti il 24 marzo per tenerli aperti fino al 15 luglio.

blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,arte padova,"de chirico,fontana e i grandi maestri del novecento,un secolo tra realtà e immaginario",universi diversi,universi diversi padova,gruppo icat di padova,comune di padova,palazzo della ragione padova,centro culturale altinate - s.gaetano

A testimonianza dell’eccezionalità di questa mostra è la scelta della “location”, sede di questa esposizione vale a dire il Salone di Palazzo della Ragione, uno dei monumenti più importanti di Padova, la struttura pensile più grande d’Europa splendidamente affrescata (approfondisci) e sede del tribunale cittadino all’epoca dei Comuni. Il monumento ospiterà la mostra, ricavata dalla selezione di circa 120 tra dipinti e sculture, selezionate dall’imponente Collezione Mazzolini, formata da un migliaio di opere, capolavori di enorme valore artistico, culturale ed economico dei più grandi interpreti del secolo scorso. Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Ottone Rosai, Luigi Veronesi, Filippo De Pisis, Massimo Campigli, Antonio Sassu, Lucio Fontana, Ennio Morlotti, Enrico Baj e tanti altri sono i maestri che hanno fatto la storia dell’arte contemporanea e che saranno presenti a Padova attraverso le loro opere. Al Centro culturale Altinate-San Gaetano sarà realizzata una mostra-satellite in cui troveranno spazio alcune sculture di Giò Pomodoro.

blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,arte padova,"de chirico,fontana e i grandi maestri del novecento,un secolo tra realtà e immaginario",universi diversi,universi diversi padova,gruppo icat di padova,comune di padova,palazzo della ragione padova,centro culturale altinate - s.gaetano

L’evento è organizzato dall’agenzia Gruppo Icat di Padova, con il Comune di Padova e la collaborazione della diocesi di Piacenza-Bobbio. Secondo l’assessore Colasio si tratta di “una mostra che pone l’accento su realtà e sogno, sull’eredità che quei periodi multiformi hanno lasciato nell’immaginario collettivo. Per la prima volta si potranno ammirare capolavori il cui valore sta anche nell’impatto comunicativo e nella capacità di arrivare direttamente agli strati emozionali di chi li guarda. L’opportunità di ammirare le opere d’arte selezionate darà inoltre un impulso importantissimo al turismo e all’economia locale e in questo senso il Gruppo Icat sta dando dimostrazione di quanto possa essere proficua la collaborazione fra pubblica amministrazione e sponsor privati, alla cui sensibilità sono affidate la capacità e l’iniziativa di grandi eventi come questo”.

 

Orario di apertura: dalle 9 alle 19 dal martedì alla domenica. Il venerdì dalle 9 alle 23.

Biglietti:
Intero: €8, Ridotto di legge: €5, Gruppi scolastici: €2
Gratuità di legge, prezzo agevolato Padovacard e convenzioni
Parte del ricavato dalla vendita dei biglietti sarà devoluta in beneficenza.

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 975 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

turismo padova terme euganee,padova,teatro de linutile,senza orecchio,live musica padova,nightlife padova,padova cultura,padova eventi,turismo veneto,blog di padova

Ciao e bentrovati al post dedicato al fine settimana padovano con alcune proposte su come trascorrerlo, in città ma anche nel territorio provinciale. La mia è solo una stringente selezione delle molte proposte per il weekend  ma sono molte le iniziative tra città e provincia, per tutti i gusti e tutti gli interessi. Per leggere il programma completo degli appuntamenti di questo fine settimana vi segnalo come sempre il portale Padova Eventi dove potete scoprire tutti gli appuntamenti ed eventi di questo fine settimana: venerdi 10, sabato 11 e domenica 12 febbraio. 

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Come ho fatto con il post di mercoledì (10 febbraio. Giorno del ricordo)  vi rammento che il giorno del ricordo, il 10 febbraio di ogni anno, è stato istituito grazie alla legge n. 92 del 30 marzo 2004 in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, un intero popolo costretto a lasciarsi tutto alle spalle, la propria casa, la propria terra, la propria attività per aver salva la vita. Rileggi il mio post per vedere le iniziative organizzate per questa giornata.  

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Al Gran Teatro GEOX, a partire da ieri sera e fino al 12 febbraio saranno in scena per altre 3 serate “I Promessi Sposi“, il nuovo musical di Michele Guardì tratto dal capolavoro di Alessandro Manzoni, uno spettacolo che diverte, appassiona, emoziona e incanta. 
Il musical è costruito sull’immortale vicenda manzoniana e sulla sua modernità, ma è soprattutto sull’interazione con la musica che è stato costruito uno show che mira a ripetere il successo di Notre Dame de Paris. Il risultato è uno spettacolo sontuoso per scenografie, costumi e cast, ma che soprattutto sa raccontare, con parole e suoni, una vicenda complicata, ricca di sfaccettature e dettagli. jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura
Lo spettacolo, che si preannuncia come la produzione più imponente della stagione 2011/2012, avrà come protagonisti Giò di Tonno(don Rodrigo), Noemi Smorra (Lucia), Graziano Galatone(Renzo), Vittorio Matteucci (l’Innominato), Christian Gravina (Fra Cristoforo) e Rosalia Misseri (la Monaca di Monza), tutti nomi importanti nel mondo del musical e dell’opera moderna italiana, capaci di unire alla recitazione un’importante presenza scenica e una voce duttile. Dieci protagonisti, sei comprimari, ventidue ballerini-coristi che cantano dal vivo su basi musicali realizzate da una orchestra sinfonica, composta di settanta elementi, e una scenografia con otto carri mobili, ma anche proiezioni ed effetti speciali sono gli ingredienti di un’opera che ha avuto una “gestazione” lunga 12 anni. Lo spettacolo celebra il più grande romanzo italiano richiamando i temi affrontati nel testo originale, e la sua modernità viene sfruttata per presentare un contesto storico e sociale che riprende, immutate, le problematiche dell’essere: dall’Amore al Potere, dalla Giustizia alla Fede.“E’ una lettura approfondita e meditata, a cui ho ha curato pr anni insieme a Pippo Flora”, ha detto il regista Guardì, che ha curato la riduzione teatrale e la stesura del testo. La Societa’ italiana degli autori ed editori ha dato il patrocinio morale all’opera di Michele Guardì e Pippo Flora per “ l’elevata qualita’ artistica”. Una imponente scenografia realizzata con i criteri delle grandi opere liriche (sono necessari 10 tir per gli spostamenti), costumi particolarmente curati realizzati con citazioni storiche straordinarie per le quali è stato necessario l’impiego di colori appositamente realizzati, effetti speciali spettacolari come la pioggia in palcoscenico sul finale dell’opera sono gli ingredienti che contribuiscono a rendere imperdibile questo appuntamento. (Fonte sito ufficiale del Gran Teatro).

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Per quanto riguarda le proposte relative ad arte e cultura, importante segnalare che questo è l’ultimo weekend a disposizione per visitare, presso Palazzo Zabarella della Fondazione Bano, la mostra  “Il Simbolismo in Italia” che chiuderà i battenti domenica 12. Una mostra aperta il 1 di ottobre e che in questi mesi ha riscosso un notevole successo. Il tema e l’ambito sono ben noti: a cavallo tra Otto e Novecento, l’inconscio irrompe nell’arte e nulla sarà più come prima. È la scoperta di un mondo “altro”, affascinante, intrigante, di una nuova lente che vira la percezione di ogni realtà, si tratti di un paesaggio fisico e di un moto dell’anima. È la storia di un movimento che si estende velocemente su scala europea ma che qui viene compitamente – ed è la prima volta – indagato nella sua fondamentale vicenda italiana. 

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Altra mostra che vi segnalo, aperta da poco, è quella dell’artista bretone Jacques Villeglè “Lettere e Frammenti” ultimo appuntamento con RAM Padova di quest’anno, la rassegna culturale “invernale” dedicata all’arte contemporanea. Artista di fama internazionale, che ha posto il fulcro della sua attività artistica proprio nella ricerca dei linguaggi urbani a lui contemporanei. Si tratta di una retrospettiva di circa 80 opere décollages d’affiches, dagli anni ’60 agli ultimi manifesti strappati nel 2000. Riguardo a questa mostra potete leggere il mio post “Jacques Villeglè, l’artista dei manifesti strappati” scritto dopo aver visitato io stesso la mostra. Per tutti gli altri appuntamenti relativi all’offerta culturale ed artistica della città vi segnalo innanzitutto il sito di Padova Cultura

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Ovviamente non posso trascurare il carnevale, visto che ci siamo addentrando sempre più in questa tradizionale festa dell’allegria, della spensieratezza e della baldoria. Senz’altro il Carnevale più rappresentativo del Veneto è quello di Venezia ma anche nei comuni della Provincia di Padova questa festa popolare mantiene ancora vive le tradizioni locali con giochi, spettacoli ed incontri all’insegna del divertimento. A raccogliere tutti gli appuntamenti carnevaleschi ci pensa Padova Eventi. Vi segnalo la pagina “Carnevale a Padova e provincia” così come quella dedicata al Carnevale di Casale di Scodosia, storico carnevale della provincia, meglio noto come “Carnevale del Veneto” caratterizzato dalle parate dei carri mascherati. E poi chi non ama il carnevale? Una festa che reputo bella in tutta Italia anche per via dei dolci della tradizione, molti e vari e soprattutto buonissimi, regione per regione.jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Domenica mattina, alle ore 11 presso la Sala dei Giganti del Liviano, appuntamento con la rassegna delle Domeniche in musica 2012, curata e promossa dagli Amici della Musica di Padova. Nata accanto alla prestigiosa stagione serale e tradizionalmente dedicata ai giovani musicisti vincitori dei più importanti concorsi musicali, la rassegna si è rapidamente imposta come ciclo a sè, grazie al quale il pubblico padovano ha potuto ascoltare per la prima volta moltissimi interpreti che successivamente hanno trovato una meritata affermazione nel panorama concertistico nazionale e internazionale. Quest’anno verranno presentati sette giovani pianisti che si sono distinti in Italia e all’estero. Dopo l’apertura con Gloria Campaner, il concerto del pianista Francesco Carletti, quello della pianista russa Zlata Chochieva, è la volta di Alice Baccalini, vincitrice del 1° Premio 1° XX Concorso per giovani talenti Società Umanitaria di Milano 2010. Alice Baccalini si è diplomata a 15 anni con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano sotto la guida di Annibale Rebaudengo.  Ha iniziato ad esibirsi in pubblico sin dall’età di quattro anni e ha esordito a dieci anni nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano per la Società dei Concerti; dopo qualche mese è stata nuovamente invitata a suonare nella Sala Verdi, con la Filarmonica del Conservatorio di Milano, il Piccolo Concerto per Muriel Couvreux di Luigi Dallapiccola, sotto la direzione di T. Ceccherini. E’ vincitrice di numerosi primi premi e primi premi assoluti in concorsi pianistici nazionali e internazionali. Il programma del concerto prevede musiche di Aleksander Skrjabin, di Claude Debussy, di Ludwig van Beethoven e di Franz Liszt. 

tour-bicicletta1.jpg

Ancora per domenica propongo i consueti appuntamenti per scoprire Padova con attività all’aria aperta, sperando sia una bella giornata di sole! Il primo. “Alla scoperta della Padova invisibile in bicicletta” , una serie di appuntamenti per scoprire Padova in bicicletta, proposti dall’associazione “Amici della bicicletta” e promossi dall’Assessorato alla cultura. I percorsi previsti sono facili e di circa 10 km ciascuno, l’iniziativa è rivolta a tutti. Appuntamento molto interessante questa domenica: Domenica 12. CASE PADOVANE CHE VIDERO UOMINI ILLUSTRI. A cura di Gabriele Righetto – Legambiente Padova

MuraVeneziane-119.jpg

Il secondo appuntamento per scoprire Padova cui facevo riferimento è quello delle Visite guidate alle mura di Padova.  Le visite sono organizzate e riservate ai soci del Comitato Mura ma è possibile iscriversi al momento. Per info sul tesseramento leggi quì. Le visite comprendono le passeggiate lungo le mura e l’ingresso agli ambienti interni attualmente visitabili. Domenica 12. Dal Castello carrarese alla riviera dei Mugnai. Ritrovo in piazzetta Delia, commiato in riviera dei Mugnai.

jacques villeglè,calcio padova,il blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,turismo veneto,gran teatro geox,padova cultura,carnevale del veneto,teatro de linutile,allascoperta della padova invisibile in biciletta,comitato mura

Il terzo appuntamento è con le “Domeniche al Parco dei Colli Euganei”, il cartellone di escursioni domenicali sui sentieri dei Colli Euganei organizzato dagli escursionisti di Battaglia Terme. DOMENICA 12 FEBBRAIO. FAEDO DI CINTO EUGANEO “TRA FAEDO E IL MONTE BRECALE”. Partenza escursione da Faedo. Tra boschi, coltivi e antiche fonti. Percorreremo antichi tracciati tra il monte Brecale, il Venda e il Peraro. Visiteremo il Buso dea Casara fonte di epoca romana che alimentava l’acquedotto al servizio della città di Atheste (Este). Ritrovo al piazzale della chiesa di Faedo.

Segnalo inoltre, come di consueto due riferimenti utili per i turisti e per chiunque stia pensando di trascorrere un week end a Padova e provincia: il sito Turismo Padova Terme Eugane  e il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie!

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 970 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

padova,giorno del ricordo,vittime foibe ed esodo giuliano-dalmata,blog di padova

Per anni nel nostro paese si è quantomeno ignorata la tragedia delle foibe e l’esodo dei veneti dalle loro terre in Istria e Dalmazia in fuga dalla pulizia etnica di Tito. Quantomeno ignorata se non, peggio, mistificata per ragioni ideologiche, finalmente, a partire dal 2005,  grazie alla legge n. 92 del 30 marzo 2004 viene istituito il Giorno del Ricordo da celebrarsi il 10 febbraio  di ogni anno, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Un intero popolo costretto a lasciarsi tutto alle spalle, la propria casa, la propria terra, la propria attività per aver salva la vita messa a repentaglio dalla slavizzazione di terre storicamente italiane e venete. Chiunque è stato in vacanza in Croazia ha potuto vedere come quelle cittadine sulla costa siano architettonicamente venete e veneziane così come per i veneti città che ora si chiamano Rjeka, Porec, Rovinj, Cres saranno sempre Fiume, Parenzo, Rovigno, Cherso… Questo 10 febbraio è quindi un giorno per rendere omaggio a queste persone a cui l’Italia come minimo deve delle scuse.

padova,giorno del ricordo,vittime foibe ed esodo giuliano-dalmata,blog di padova

« La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Nella giornata […] sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. Tali iniziative sono, inoltre, volte a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, in particolare ponendo in rilievo il contributo degli stessi, negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica ed altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all’estero. » (legge 30 marzo 2004 n. 92) 

padova,giorno del ricordo,vittime foibe ed esodo giuliano-dalmata,blog di padova

La legge segna un mutamento di atteggiamento da parte della comunità nazionale nei confronti degli esuli giuliano-dalmati. Alla legge si è arrivati con un consenso esteso delle forze politiche. La legge è arrivata dopo un lunga attesa della comunità degli esuli, durata oltre 60 anni. La divisione in blocchi dell’Europa aveva reso impossibile il riconoscimento dei loro diritti agli esuli. La caduta dei blocchi ha permesso che venisse riconosciuta la loro tragedia.

 “…la vicenda degli scomparsi nel nulla e dei morti rimasti insepolti. Una miriade di tragedie e di orrori. E una tragedia collettiva, quella dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati, quella dunque di un popolo intero. Il ‘Giorno del Ricordo’ è un solenne impegno di ristabilimento della verità “ (Giorgio Napolitano).

Anche quest’anno il Comune di Padova e l’Associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia organizzano la cerimonia commemorativa del 10 febbraio e alcune iniziative in occasione del Giorno del ricordo, delle vittime delle foibe e degli esuli istriano-giuliano-dalmati. 

padova,giorno del ricordo,vittime foibe ed esodo giuliano-dalmata,blog di padova

Mercoledì 8 febbraio 2012, ore 18:00 presso il Centro culturale Altinate/San Gaetano, via Altinate 71 – Padova. Inaugurazione della mostra “LA DONNA IN ISTRIA E DALMAZIA NELLE IMMAGINI E NELLE STORIE”; a cura di Giusy Criscione. La mostra è realizzata in collaborazione con la Comunità di Lussinpiccolo a Trieste. La mostra rimarrà aperta fino a domenica 26 febbraio 2012, con ingresso libero.  Orario: 10:00 – 19:00 – chiuso il lunedì.

Giovedì 9 febbraio 2012, ore 21:00 presso l’Auditorium del Museo dell’Internamento – viale Internato Ignoto, 24 – Terranegra. Concerto di Maddalena Murari e presentazione del volume di Vincenzina Lorenzon “Storia e memoria. Il dramma umano nelle guerre e nei regimi dispotici”. Intervengono: Alberto Celeghin, Rettore del Tempio dell’Internato Ignoto; Gloria Pagano, presidente del quartiere 3 Est; Vincenzina Lorenzon, autrice del libro.

Venerdì 10 febbraio 2012.  Dalle ore 10,00 in via VIII febbraio davanti al Municipio Cerimonia di commemorazione ufficiale. Alzabandiera. Onore ai caduti e deposizione della corona di alloro, con l’accompagnamento musicale della Fanfara dei bersaglieri in congedo, sezione di Padova.
Interventi:
– Flavio Zanonato, sindaco di Padova
 – Italia Giacca, presidente provinciale dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. 

ore 11:30 presso la Chiesa di San Nicolò S. MESSA in memoria delle vittime delle Foibe. 

Sabato 11 febbraio 2012, ore 20:45 presso il Centro culturale Altinate/San Gaetano, via Altinate 71 – Padova Proiezione del film “CUORI SENZA FRONTIERE” (1950). Regia di Luigi Zampa. Con: Gina Lollobrigida, Raf Vallone e Cesco Baseggio.

Sabato 18 febbraio 2012, ore 16:30 presso Sala Livio Paladin, Palazzo Moroni – via VIII febbraio 6 – Padova Presentazione dei libri: “SPIRIDIONE LASCANICH ALFIERE DELLA SERENISSIMA” di Lucio Toth e “L’ACCOGLIENZA DEI PROFUGHI GIULIANO DALMATI A PADOVA 1945-47” di Stellia Pappalardo. Saranno presenti gli Autori. 

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 965 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton

 

centro culturale altinate s. gaetano padova,padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,jacques villeglè,jacques villeglè lettere e frammenti. villeglè manifesti strappa,ram padova,arte padova

E’ iniziata il 27 gennaio scorso presso il centro culturale Altinate-S. Gaetano la mostra “Lettere e Frammenti” di Jacques Villeglè ed io sono stato ieri a vederla. Noto per i suoi alfabeti realizzati con collage di manifesti strappati e sovrapposti. Villeglè è un’artista visivo francese di fama internazionale, membro del movimento del Nouveau Réalisme (1960–1963) il cui lavoro si concentra sui residui anonimi e marginali della civiltà contemporanea.

“Jacques Villeglé-Lettere e Frammenti” è una retrospettiva di circa 80 opere décollages d’affiches, dagli anni ’60 agli ultimi manifesti strappati nel 2000. Oltre ai manifesti, una ventina di tele presentano il lavoro recente dell’artista: i segni socio-politici che raccontano, secondo un’interpretazione anarchica e allo stesso tempo poetica, il nostro mondo.  Tema della mostra è, per espressa volontà dell’artista, la “Lettera”, ideogramma di base della nostra scrittura, che occupa un posto importante nella costruzione delle opere di Villeglé. In occasione della mostra l’artista ha realizzato in esclusiva un’opera grafica dedicata alla Città di Padova. La mostra è curata da Dominique Stella e Carlo Silvestrin.

centro culturale altinate s. gaetano padova,padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,jacques villeglè,jacques villeglè lettere e frammenti. villeglè manifesti strappa,ram padova,arte padova

Jacques Mahè de la Villeglè vive e lavora a Parigi. Di origine bretone è nato a Quimper (Finistère, Francia). Consacrato da una retrospettiva al Centre Pompidou nel 2008, l’artista fa ormai parte della storia dell’arte, conosciuto dai più come appartenente al movimento del Nouveau Réalisme – fondato da Pierre Restany – assieme ad Arman, César, Dufrêne, Hains, Klein, Rotella, Spoerri e Tinguely. Le sue opere sono esposte nelle più importanti collezioni del mondo: è l’unico artista francese vivente ad essere presentato nelle sale del MOMA, celebre museo newyorchese; inoltre, è presente anche alla Tate Gallery di Londra e al Ludwig Museum di Colonia. Villeglé, tenacemente dedito al rispetto «del collettivo, creatore e anonimo» che porta alla realizzazione progressiva di un affiche lacerato, risultato dei gesti accumulati e del passaggio del tempo, ha sempre difeso e rivendicato l’anonimato, rifiutando di firmare le opere. L’invenzione del Lacerato Anonimo, nel febbraio del 1959, risponde a questo concetto. Villeglé, da allora, realizza un lavoro di archeologia urbana, di classificazione delle immagini prelevate secondo tematiche che gli permettono di elaborare una vera e propria opera creativa, seguendo un criterio di selezione che egli stabilisce a seconda dell’idea che vuole sviluppare. Un’idea che egli definisce “narrazione”: un modo di raccontare la sua epoca. Per una biografia più completa dell’artista visita questa pagina oltre al sito ufficiale: http://www.villegle.fr/.  (fonte Padova Cultura).

centro culturale altinate s. gaetano padova,padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,jacques villeglè,jacques villeglè lettere e frammenti. villeglè manifesti strappa,ram padova,arte padova

«Abbiamo scelto di chiudere l’edizione 2011 di RAM – dice l’Assessore alla Cultura Andrea Colasio – con un artista di fama internazionale, che proprio nella ricerca dei linguaggi urbani a lui contemporanei ha posto il fulcro della sua attività artistica, elaborando in modo creativo e originale un alfabeto di lettere e segni di estrema modernità». 

«…E’ una retrospettiva – aggiunge Dominique Stella – che ci consente di scoprire décollages d’affiches, dagli anni ’60 agli ultimi manifesti strappati nel 2000 e segni socio politici che presentano il lavoro più recente dell’artista tra tele, disegni e sculture. Una sezione didattica presenta Hepérile éclaté, poema “illeggibile” interpretato secondo una tecnica ultra-lettrista realizzato nel 1953..».
Catalogo con testi di Dominique Stella e Gérard Xuriguera.

centro culturale altinate s. gaetano padova,padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,jacques villeglè,jacques villeglè lettere e frammenti. villeglè manifesti strappa,ram padova,arte padova

Si tratta dunque di una mostra prestigiosa e di sicuro interesse che conclude questa seconda edizione di RAM, la rassegna padovana di arte contemporanea di questo autunno/inverno ’11-’12. A me è piaciuta perchè mi ha permesso di conoscere questo personaggio che ha avuto ed ha una sua rilevanza nella storia dell’arte contemporanea internazionale. Alla fine dell’esposizione delle sue opere c’è un video-intervista che dura parecchi minuti grazie alla quale vi potete addentrare meglio nel mondo di Villeglè e capire meglio cosa lo attrae, artisticamente parlando, il suo background e la sua storia. Opere molto colorate trattandosi di collages di manifesti (affiches) colorati incollati su tela o su supporto di legno, manifesti spesso “politici”, “sociali” e anche di eventi musicali. Quello che maggiormente mi ha attratto è stata l’opera dedicata a Joe Strummer, il cantante e leader dei Clash, composta da pezzi di manifesti di un suo concerto a Barcellona. 

centro culturale altinate s. gaetano padova,padova,blog di padova,padova blog,turismo padova terme euganee,padovacard,padova cultura,jacques villeglè,jacques villeglè lettere e frammenti. villeglè manifesti strappa,ram padova,arte padova

VISITE GUIDATE E PERCORSI DIDATTICI:

Per prenotazioni: Ufficio Didattica – Settore Attività Culturali  049 – 8204553 / 41 didattica.cultura@comune.padova.it. Leggi quì tutte le info sulle visite guidate e sui laboratori didattici proposti per gruppi di adulti, famiglie e scolaresche.

Biglietto singole mostre RAM:

Intero € 4
Ridotto € 2
Biglietto gratuito: bambini fino ai 6 anni; accompagnatori di portatori di handicap; un accompagnatore per ogni gruppo; 2 accompagnatori per ogni scolaresca; giornalisti con tesserino; guide con tesserino anche se non accompagnano un gruppo.

Ingresso gratuito per i possessori della RAM Card (costo € 5). 

Orario: 10-19, lunedì chiuso
Info: Servizio Mostre-Settore Attività Culturali
Tel. 049/8204528 – 4547
tedeschif@comune.padova.it
bertolinl@comune.padova.it 

PS: Sto cercando di far crescere la pagina facebook che ha raggiunto comunque il considerevole numero di oltre 960 “fans” o amici. Mi date una mano? Si dai! Bastano due click! Il primo sul seguente link “Il blog di Padova” per entrare nella pagina e il secondo sul “mi piace” che trovate all’interno. Se ne avete voglia condividete pure questo post così come tutti quelli che pensate possano interessare ai vostri amici cliccando sull’icona di facebook e/o twitter sopra al titolo! 😉

  My facebook: Alberto Botton 

My Twitter: albertobotton