padova,turismo padova terme euganee,padova card,padovacard,padova eventi,portello river festival,portello river film festival,corti,cortometraggi,river film festival '11,padova culturaCiao, quest’oggi vi presento un’altra delle molte rassegne che rientrano nell’Estate Carrarese e che vi darà l’opportunità di trascorrere qualche piacevole ora all’aria aperto in una zona molto suggestiva e caratteristica della città.

Mi riferisco al Portello River Film Festival (1-12 luglio) e anche al successivo Portello River Festival  (13-31 luglio), il festival dedicato ai cortometraggi e la rassegna di film, concerti e spettacoli che oramai da diversi anni sono diventati un apprezzato appuntamento dell’estate padovana che per un mese ravviverà le serate di uno dei quartieri più popolari e storici della città di Padova, il Portello appunto, oggi zona universitaria. Il festival si terrà come sempre presso Porta Ognissanti (o del Portello) con i film proiettati su uno schermo posizionato sulla zattera-chiatta sul canale Piovego, ancorata al molo, sulla cui scalinata si accomoda il pubblico. Sulla stessa chiatta saliranno anche i musicisti e gli artisti che si esiberanno per il River Festival.

padova,turismo padova terme euganee,padova card,padovacard,padova eventi,portello river festival,portello river film festival,corti,cortometraggi,river film festival '11,padova culturaPer quanto mi riguarda ogni estate attendo con piacere l’inizio del River Film Festival e vado molto spesso, in compagnia ma anche da solo, a sedermi sulle scalinate del molo a guardare i corti perchè quelle scalinate diventano quasi un’estensione del salotto di casa mia sicchè sedermi a vedermi un film con una birra in mano o un gelato è molto rilassante. Questa di quest’anno è la 5° edizone del Portello River Film Festival. Già da quattro anni, quindi, l’Associazione Culturale Researching Movie, il Comune di Padova 
e la Regione Veneto offrono al pubblico estivo un festival internazionale di corti, 
documentari e animazione. Il River Film Festival giunge alla sua quinta edizione rafforzando 
la sua vocazione internazionale. Multietnicità, sapienza tecnica, eleganza stilistica, il silenzio e la luce sono le istanze di un festival che cresce di anno in anno, mettendosi a confronto con le più famose rassegne d’Europa, accogliendo un genere, il cortometraggio, che sempre più rapisce la fantasia 
dei pubblici più eterogenei. Le cinematografie emergenti e quelle dalla conclamata tradizione si contenderanno i cinque premi previsti da una giuria di eccellenza: miglior corto, migliore animazione, miglior documentario, miglior scuola di cinema e migliore colonna sonora, che verranno assegnati in una cornice suggestiva e originale, sulle placide acque del fiume Piovego che costeggia le mura della città, nell’area che anticamente costituiva il suo porto fluviale, dove un palco galleggiante ospita le proiezioni.

padova,turismo padova terme euganee,padova card,padovacard,padova eventi,portello river festival,portello river film festival,corti,cortometraggi,river film festival '11,padova culturaAd accrescere l’interesse internazionale dell’evento ci sarà una selezione dei corti di Royal College of Art, London Film School, Zelig, Centro Sperimentale della Cinematografia, Svenska Film Institutet ed altre scuole di cinema.

Sonorità e immagini riunite nel nome del cosmopolitismo, del valore creativo delle diversità e delle diaspore. «Sono due manifestazioni ormai consolidate – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Andrea Colasio nella conferenza stampa di presentazione che si è tenuta qualche giorno fa a Palazzo Moroni – che ogni anno registrano una presenza di pubblico impressionante. Un’occasione per restituire dignità a un angolo storico di Padova, oggi ridotto a “non luogo”: Porta Portello, per secoli luogo di incontro, porta di civiltà e merci con la vicina Venezia, torna a essere confluenza e porta di passaggio tra culture e paesi diversi”. Il filo conduttore sarà proprio la porta, intesa come metafora di apertura al dialogo e alla conoscenza dell’altro.

Venerdì 1 luglio alle 21,30 l’inaugurazione con l’evento speciale di apertura e alle ore 23,00 la proiezione di Wikirebels (Bosse Lindquist and Jesper Huor / Svezia / 2010 / 58 min), il reportage realizzato dalla televisione svedese Svt sull’organizzazione fondata da Julian Assange.

Per il programma completo del River Film Festival clicca quì!

padova,turismo padova terme euganee,padova card,padovacard,padova eventi,portello river festival,portello river film festival,corti,cortometraggi,river film festival '11,padova culturaAl termine del River Film Festival, dal 13 luglio, come detto, ci sarà il Portello River Festival giunto alla sua 7° edizione, quest’anno intitolata “Etnicità e diaspore”. Per il programma completo del River Festival clicca quì!

Buon festival!

 PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

picctea.jpegCiao e buon lunedì! Estate, periodo in cui un po’ tutti amiamo passare qualche ora in più all’aria aperta, possibilmente qualche giornata al mare o in montagna, magari in attesa di qualche giorno (o settimana per i più fortunati) di vacanza, discorso che vale però anche per tutti i giorni della settimana.  In questo periodo dell’anno molte sono le opportunità per trascorrere delle serate all’aperto, come ad esempio lo Sherwood Festival, il Pride Village ed il Portello River Film Festival (che partiranno venerdì prossimo) e tutte le iniziative che rientrano nel programma dell’Estate Carrarese 2011 (rileggi il mio post).

Come da tradizione a Padova, ogni estate sono molte anche le rassegne di cinema all’aperto come potete leggere nella pagina di padovanet che presenta il programma di Padova Estate 2011. Musica, spettacoli, tratro, danza e, come detto, tanto cinema all’aperto con le rassegne “Cinema Arena“, in Arena Romana, Cinema 1 Estate, tutte le sere (!) presso i giardini della Rotonda di Piazza Mazzini,  il “CINèlite” al Torresino e la rassegna Sotto le stelle del CINEMA 2011 sulla quale mi volevo concetrare in questo post che è iniziata iera sera con il film “Il discorso del re”, prima serata alla quale ero presente anch’io.

schermo nuovo piccola.jpgE’ una rassegna di cui posso parlare personalmente poichè ogni estate sono un fedele spettatore dei film che vengono quì proiettati, visto che il Piccolo Teatro di via Asolo, 2 (zona Paltana) è piuttosto vicino a casa mia. Uno spazio che come “location” si può definire rassegna di quartiere, poichè lo spazio estivo del “Piccolo” (così come il Piccolo stesso) si trova all’interno del centro giovanile di S. Giovanni Bosco alla Paltana ma che nulla ha da invidiare a spazi più centrali…anzi. E’ tutto molto ben organizzato, con facilità di parcheggio nelle immediate vicinanze, il bar del patronato aperto per un caffè o gelato, e soprattutto un programma dei film più interessanti degli ultimi 2 anni. Io ci vado ogni anno per vedermi i film che mi sono perso durante l’anno e che non mi sono visto appena usciti, anche perchè, essendo parecchio appassionato di cinema, se andassi a vedere tutti i film non appena escono spenderei un patrimonio. 7,50 euro circa per un film sono per me obiettivamente troppi e li spendo volentieri ogni tanto! Gli altri me li vedo quando li proiettano al Piccolo Teatro. Tra le altre cose, la rassegna estiva è anche l’occasione per tesserarsi per la stagione prossima cosìcchè iera sera ho rinnovato la mia tessera. Avere la tessera dellassociazione Piccolo Teatro conviene perchè oltre che pagare ridotto per questa rassegna estiva lo stesso trattamento sarà valido fino al prossimo anno per il cinema e anche per gli spettacoli teatrali e le iniziative dell’associazione.

piccolo-teatro.jpgLa rassegna è iniziata ieri sera con il film “Il discorso del re”  e proseguirà fino al 28 agosto.  Sono previsti i film più belli dell’anno, ogni domenica, martedì e giovedi sera. Ad agosto anche due sabati (6 e 13 agosto). Le proiezioni avranno inizio alle ore 21,30 circa. I prossimi film in programma sono: Rio, film di animazione, domani sera, e La passione, film di Mazzacurati, giovedì sera. Per vedere il programma completo vai al sito ufficiale dove potete trovare tutte le info. Il Piccolo Teatro  anche su facebook.

Buona visione! 😉

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

725540060.jpegCiao a tutti e ben ritrovati al post dedicato al weekend padovano!

Che vi propongo di bello per questo fine settimana? Innanzitutto di (ri)leggere il mio post di mercoledì dedicato all’Estate Carrarese, giunta alla sua seconda edizione, o per lo meno di visitare la pagina dal sito di Padova Eventi per leggere il programma con i suoi oltre 200 eventi che animeranno quest’estate patavina.

Questa sera, venerdì 24, presso l’Arena Romana, di fronte alla Cappella degli Scrovegni avrà luogo il primo appuntamento dei “Concerti in Arena Romana”. A suonare ci sarà MONI OVADIA E LA STAGE ORCHESTRA. Concerto-spettacolo “Senza confini: Ebrei e Zingari” (Platea posti numerati 27,00 euro, platea posti non numerati 23,00 euro). Ore 21,15.

padova,turismo padova terme euganee,strada del vino dei colli euganei,estate carrarese 2011,padova tango festival,padova cardAltro concerto davvero valido è quello cui potrete assistere allo Sherwood Festival. Sempre stasera, venerdì 24, a salire sul main stage sarà Mauro Ermanno Giovanardi (vai al sito ufficiale), l’ex cantante dei La Crus, la cui bellissima voce si è fatta conoscere ancor di più grazie all’ultima edizione del Festival di Sanremo. Mauro Ermanno Giovanardi, terminata l’esperienza La Crus, nel 2009 inizia a lavorare al suo nuovo disco solista, un progetto che aveva nel cassetto da anni e che rappresenta l’essenza del suo sentire, con la produzione artistica di Roberto Vernetti e Leziero Rescigno. Un disco dalle atmosfere cinematografiche con suggestioni e riferimenti al periodo di Mina a Studio 1, ai gruppi Beat con l’orchestra come i Walker Brothers, alle grandi melodie dei ’60, alle chitarre western del Maestro Ennio Morricone. All’inizio del 2010 firma un contratto discografico con Sony Music Italia, per la pubblicazione di tre dischi, il primo dei quali, ”Ho sognato troppo l’altra notte?“, è uscito il 16 febbraio 2011. In occasione del suo debutto da solista, sul palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo dove gli stessi La Crus fecero il loro dirompente esordio, Mauro Ermanno Giovanardi ha deciso di farsi accompagnare dalla sua storia, presentando il brano IO CONFESSO (contenuto nel suo disco) con la formazione La Crus (fonte sherwood.it). Sabato 25 invece, sempre allo sherwood, sarà di scena il reggae di Alpha Blondy & Solar System band.

padova,turismo padova terme euganee,strada del vino dei colli euganei,estate carrarese 2011,padova tango festival,padova cardVoglio inoltre ricorda la possibilità di visitare e “vivere” la città sotterranea grazie a “Sotto Padova”, l’iniziativa in cui ho parlato nel post “Sotto Padova, per scoprire al città sotterranea”. Questo sabato, tra l’altro, ci sarà il primo appuntamento con i sabati teatrali nei sotterranei. Dalle ore 17 alle 21. Gli artisti Davide Filippi e Marcello Giannandrea realizzano un coinvolgente spettacolo di parole e note musicali tra le antiche mura della nostra città. Prenotazione obbligatoria inviando e-mail a arcadia@arcadia-web.it o telefonando allo 049/8364363. Gruppi massimo 15 persone. Costo 6,00 euro comprensivo di ingresso agli scavi archeologici sotto al salone e spettacolo teatrale. Durata 1 ora.

padova,turismo padova terme euganee,strada del vino dei colli euganei,estate carrarese 2011,padova tango festival,padova cardPer chi invece vuole godersi un pomeriggio all’aria aperta, magari trascorrendolo nello splendido scenario dei Colli Euganei, un’idea potrebbe essere quella di rispondere all’invito della Strada del Vino dei Colli Euganei (iscriviti anche alla pagina facebook cliccando su “mi piace”) e partecipare  all’ultima escursione dei “Tramonti d’autore”, una passeggiata sul finire del giorno per scoprire la poesia dei Colli Euganei…Sabato 25 giugno ore 17.00 – rientro in azienda ore 20.00. La “Santa Agricoltura”, scritti in pavano nella dimora di Alvise Cornaro. Partenza e arrivo presso la sala degustazione dell’azienda Vignalta, via dei Vescovi, 4 Luvigliano di Torreglia. Tel. 049/9933105.In occasione della passeggiata di sabato 25 giugno sarà possibile visitare Villa dei Vescovi (patrimonio del Fondo Ambientale Italiano) che ha riaperto al pubblico proprio ieri dopo l’inaugurazione del giorni 21 con la presenza del Ministro Galan. La visita è riservata ai partecipanti della passeggiata. L’apertura è dalle 16.00 alle 17.00. Costi di ingresso a Villa dei Vescovi: € 5 a persona (ingresso con biglietto ridotto per i partecipanti all’escursione). Costo di partecipazione ad ogni escursione euro 10,00 a persona. Il costo comprende servizio di accompagnamento con guida naturalistica e accoglienza in azienda con degustazione. In caso di maltempo le escursioni saranno rinviate.

padova,turismo padova terme euganee,strada del vino dei colli euganei,estate carrarese 2011,padova tango festival,padova cardTorna la rassegna Padova Tango Festival 2011  con tante esibizioni in città e provincia, un programma ricco e sempre più atteso per il fascino che questo ballo riesce a trasmettere e per l’originalità della rassegna padovana. Quest’anno l’evento ci presenta una novità: “Tango a Km 0” per dare visibilità al tango “locale”. Organizzato dal Tango club Cochabamba 444 in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di Padova. Per approfondimenti clicca quì! Sabato 25 giugno presso la Sala Europa hotel Millepini, via Catajo, 42  di Montegrotto Terme (Pd) ci sarà “TERME E TANGO”. Dalle ore 22:00 – Milonga di apertura con esibizione di Pablo Nievas e Valeria Zunino. Ingresso 10:00 euro. Domenica 26 giugno invece, in piazzetta Garzeria a Padova alle ore 20:00 – lezione gratuita di tango per principianti e alle ore 21:00 – milonga in piazza – serata di ballo. Ingresso libero. Il festival proseguirà fino al 3 luglio.

All’interno della rassegna Padova Estate 2011 potrete trovare tutti i dettagli sui vari cinema all’aperto, le serate di danza, musica e teatro.

padova,turismo padova terme euganee,strada del vino dei colli euganei,estate carrarese 2011,padova tango festival,padova cardCome sempre per finire ricordo alcuni riferimenti per i turisti e chi verrà da fuori a trascorrere un week end o più, piuttosto che una giornata in città e/o provincia. Segnalo il sito Turismo Padova Terme Euganee, e la pagina dei pacchetti speciali del Consorzio di promozione turistica Welcome Padova di cui ho scritto qualche post fa (Welcome Padova, il marketplace del turismo padovano!) e dulcis in fondo il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie.

Per padovani e turisti segnalo che spunti di visita e informazioni enogastronomiche sono invece a disposizione nella sezione Padova da gustare del sito di Turismo Padova Terme Euganee.

Buon fine settimana! 😉

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

padova,padova eventi,padovacard,estate carrarese,padova cultura,turismo padova terme euganee,portello river festival,pride festival,euganea film festivalE’ iniziata dunque l’Estate carrarese 2011, il contenitore di eventi giunto alla seconda edizione che terrà compagnia a padovani e turisti con il suo ricchissimo calendario di iniziative, manifestazioni ed eventi vari per tutti i gusti! Un “format” che si  deciso di riproporre ma che di fatto è stato istituzionalizzato già dal successo della prima edizione, come ha riconosciuto l’assessore Andrea Colasio, un successo decretato dalle oltre 100.000 presenze agli eventi proposti!

padova,padova eventi,padovacard,estate carrarese,padova cultura,turismo padova terme euganee,portello river festival,pride festival,euganea film festivalAnche quest’anno, il programma, denso e corposo, è nato grazie a un’inedita sinergia d’istituzioni, organizzazioni e associazioni culturali che si sono prefisse lo scopo di creare un’offerta culturale integrata in grado di valorizzare oltre al patrimonio artistico conosciuto e riconosciuto anche linguaggi artistici «altri» e nuovi, mantenendo le storiche iniziative quale “I notturni d’arte” (28 luglio-31 agosto, il tema di quest’anno saranno gli Angeli in omaggio alla mostra “Guariento e la Padova carrarese”) e il cinema all’aperto per citarne un paio o il Padova Tango Festival!

padova,padova eventi,padovacard,estate carrarese,padova cultura,turismo padova terme euganee,portello river festival,pride festival,euganea film festivalL’estate di Padova è musei, mostre, notturni d’arte, cinema all’aperto, musica, danza, teatro e grandi eventi (come i grandi live del Piazzola Live Festival!, 15 giugno-23 luglio). L’Estate Carrarese nasce con l’obiettivo di mettere in relazione il grande Trecento Padovano con il Terzo Millennio: sono oltre 200 gli eventi organizzati a Padova che si riallacciano al tema del glorioso passato della Città.

padova,padova eventi,padovacard,estate carrarese,padova cultura,turismo padova terme euganee,portello river festival,pride festival,euganea film festivalPersonalmente amo molto la rassegna di concerti in Arena Romana, così come le serate di musica, danza e teatro presso il giardino di Palazzo Zuckermann per non parlare del Portello River Film Festival, il festival dei cortometraggi proiettati sullo schermo-zattera in mezzo al canale Piovego, così come l’Euganea Film Festival ma davvero non ha senso elencarvi tutti i moltissimi appuntamenti se già qualcuno l’ha fatto…non credete? Come sempre affidabile e puntuale il portale Padova Eventi ha messo on line il calendario completo di quest’estate carrarese così che io senza vergogna vi ripropongo si seguito l’elenco completo del programma con relativi link di approfondimento. Poi, e mi rivolgo ai padovani,  in giro avrete modo di trovare il libretto cartaceo con il programma che potrete consultare ogni volta che avrete voglia di uscire per cercare un’idea su come trascorrere una serata.

padova,padova eventi,padovacard,estate carrarese,padova cultura,turismo padova terme euganee,portello river festival,pride festival,euganea film festivalAi turisti e a chi vorrà venire a Padova o alle Terme Euganee quest’estate per trascorrere qualche giorno consiglio di leggere il sito della PadovaCard, utile strumento per visitare la città sfruttando i vantaggi di moltissimi ingressi gratuiti ai musei e alle attrazioni turistiche principali, oltre a sconti e la possibilità di utilizzare gratuitamente anche il servizio di trasporto pubblico.

Ecco di seguito il programma dell’Estate Carrarese 2011!

CULTURA AI MUSEI CIVICI

MOSTRE D’ARTE

VISITE GUIDATE

CINEMA ALL’APERTO

MUSICA

DANZA E TEATRO

GRANDI EVENTI D’ESTATE

GLI ALTRI EVENTI

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

padova,università,creatività,laureata,elena cornaro,radiobue,università padova,333,valore donna,nicoletta maragno,piccola bottega baltazar,progetto giovani,eventiCiao a tutti e buon lunedì! Quest’oggi grandi novità su questo blog! Con il post di oggi, infatti, la redazione di VirgilioPadova guadagna una nuova blogger! Sto parlando di Laura Sicolo che di autodefinisce “appassionata talent scout di nuove idee e creatività all’ombra del Santo. Dal 1983!“. Laura curerà in particolare una nuova rubrica, “Padova creativa”, un tema quello della creatività sicuramente interessante e parecchie sono le esperienze in città che testimoniano questo lato creativo di Padova. Come dice Laura,infatti, anche Padova come altre città, ha il suo lato creativo, fatto di persone e progetti, passioni e competenze che meritano di essere valorizzati e comunicati al fine di ispirare nuove persone, favorire relazioni e contribuire così a rendere la città sempre più dinamica e creativa. Ma ora il post “Padova celebra la sua prima laureata” firmato Laura Sicolo.


padova,università,creatività,laureata,elena cornaro,radiobue,università padova,333,valore donna,nicoletta maragno,piccola bottega baltazar,progetto giovani,eventiForse non tutti sanno che la prima laureata della storia venne proclamata a Padova.
Studiosa di fama internazionale e conosciuta per le sue doti intellettive, il 25 Giugno 1678 Elena Lucrezia Cornaro Piscopia riuscì infatti a prendere la laurea in Filosofia presso l’Università di Padova nonostante le opposizioni riscontrate nell’ambiente accademico ed intellettuale del periodo.  Negatale inizialmente la laurea in Teologia dal Cardinale Barbarigo, al tempo cancelliere dell’Università che considerava “uno sproposito dottorar una donna”, le venne in seguito riconosciuta la laurea in Filosofia entrando così nella storia come la prima donna laureata al mondo.
A 333 anni dalla sua dissertazione, RadioBue in collaborazione con il Forum di Ateneo per le Politiche e gli Studi di Genere, Progetto Giovani e l’Università di Padova ha lanciato “333, Il Valore dello studio per una donna”, progetto che mira a valorizzare il ruolo dello studio e della cultura nella vita della donna.  Tramite un semplice form ed una segreteria ogni ragazza può dare la propria testimonianza raccontando che cosa rappresenta lo studio (in ambito universitario, ma anche più semplicemente legato ad una passione o hobby) nel suo percorso di crescita personale.
Durante la giornata del 25 Giugno RadioBue trasmetterà sulle sue frequenze tutte le testimonianze giunte alla redazione, concludendo il progetto con una rappresentazione teatrale gratuita presso il Teatro Ruzante di Padova che vedrà sul palco Nicoletta Maragno accompagnata dall’avvolgente incanto delle canzoni della Piccola Bottega Baltazar.
Ecco un po’ di social link per seguire il progetto:
Facebook
Twitter

E per te che valore ha lo studio? Se non ci hai mai pensato questa è l’occasione giusta per farlo.
Contribuisci al progetto raccontando la tua esperienza!

Laura Sicolo
/ Facebook / Linkedin  / Segnala un evento e progetto

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

 

padova,città della speranza,run for children,gioranta mondiale della drepanocitosi,ail,oms,salute,solidarietàCiao a tutti, quest’oggi per il weekend che sta per cominciare vi presenterà due iniziative lodevoli e meritevoli di essere diffuse che per altro, ormai, già sono state comunicate e promosse in maniera adeguata e massiccia (specie la prima..)

Mi riferisco all’evento “Run for Children” di questa sera in Prato della Valle. Se l’edizione dello scorso anno è stata la “Swim for children” (che ha avuto per altro un ottimo successo), quest’anno, per la nuova edizione è stata scelta la corsa per riuscire a coinvolgere un numero ancora più elevato di persone. RunforChildren 2011 consisterà, infatti, in una staffetta, che si terrà a Padova il 17 e 18 giugno. Organizzata secondo le linee guida dell’Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica (IAAF) e supportata dall’italiana FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), RunForChildren 2011 avrà come scenario “Prato della Valle”. Per l’occasione, il famoso polmone verde della Città sarà attrezzato con un anello di circa 200 metri che consentirà agli atleti di passarsi il testimone per 24 ore consecutive: dalle ore 20 di venerdì 17 giugno 2011 alle ore 20 di sabato 18 giugno 2011 . Ognuno di loro dovrà correre 100 metri, in un tempo sufficiente (sotto ai 22 secondi) a battere un altro “Guinness record” già esistente: quello delle 3807 persone che il 19 ottobre 2008 hanno corso a staffetta 100 metri a testa ininterrottamente per 24 ore al “Daugava Stadium” di Riga (Lettonia). Ed anche questa volta l’intero ricavato della manifestazione di sport e solidarietà sarà interamente devoluto a realizzare i progetti scientifici e sanitari dell’Istituto di Ricerca Pediatrica “Città della Speranza”. Ecco. È quest’ultimo obiettivo che deve indurci a contribuire a scrivere una nuova pagina dell’intramontabile racconto di “Partecipazione & Solidarietà”: da rileggere poi con la soddisfazione di chi ha fatto tutto quello che è nelle sue mani (e, in questo caso, anche gambe) per costruire un futuro migliore.

padova,città della speranza,run for children,gioranta mondiale della drepanocitosi,ail,oms,salute,solidarietàTutti a correre quindi, o quantomeno a partecipare a questa bellissima manifestazione presenziando ed applaudendo i partecipanti, manifestazione che avrà senz’altro un grosso successo e una grande partecipazione popolare. Correrrano davvero tutti, rappresentanti delle istituzioni, dipendenti di aziende registrate, i vigili del fuoco, associazioni sportive, anche la vicepresidentessa del Calcio Padova barbara Carron, Moreno Morello che ha promesso di correre con un tempo inferiore ai 12 secondi (lui faceva atletica e si allena ad inseguire i malafattori che in Striscia la Notizia smaschera..), persino una squadra di preti e seminaristi, e due monaci di Santa Giustina. Io no, perchè mi sono fatto un po’ male ad un piede purtroppo…

padova,città della speranza,run for children,gioranta mondiale della drepanocitosi,ail,oms,salute,solidarietàIl 19 giugno, come ogni 19 giugno, per decisione dell’ONU, sarà la Giornata Mondiale della Drepanocitosi, una malattia genetica ereditaria poco conosciuta, una malattia del globulo rosso causata da un’anomalia dell’emoglobina; la malattia è molto diffusa tra le popolazioni dell’Africa, India, Carabi e bacino del Mediterraneo. Ogni anno nascono nel mondo circa 300.000 bambini affetti e questa giornata è stata pensata allo scopo di diffondere l’informazione e sensibilizzare le popolazioni.

In Europa negli ultimi anni il numero di bambini affetti da Drepanocitosi è sensibilmente aumentato. Considerate le complesse manifestazioni cliniche della malattia e le difficoltà di una adeguata gestione, molti Paesi, tra cui l’Italia, stanno organizzando servizi clinici multidisciplinari dedicati a questi bambini. In Veneto, in particolare, il numero di bambini affetti da SCD che si rivolgono alle strutture di Pronto Soccorso, Ambulatoriali o di degenza per complicanze acute e croniche è in sensibile aumento. Si tratta di bambini immigrati di prima generazione, figli di coppie miste, provenienti da famiglie di origine meridionale o dell’area del Delta del Po o adottati con adozione internazionale, una prassi per la quale il Veneto è la seconda Regione Italiana.

A partire dal 2004, nell’ambito delle attività della Clinica di Oncoematologia Pediatrica dell’Università-Azienda Ospedaliera di Padova, si è costituito il Gruppo Drepanocitosi che si dedica alla cura dei bambini con SCD, grazie ad un Progetto della Fondazione Città della Speranza. La diagnosi, la cura ed il trattamento di questi bambini seguono le linee guida internazionali, adattate alla realtà locale.

Il Gruppo Drepanocitosi ha raccolto l’invito dell’ONU organizzando a Padova per il giorno 19 Giugno 2011, per la prima volta in Italia, una festa multietnica che possa avvicinare e sensibilizzare la cittadinanza. L’invito è rivolto a tutti, in particolare agli operatori sanitari, agli insegnanti, alle figure professionali ed educative che possono venire in contatto con i bambini ammalati e le loro famiglie.

La festa multietnica inizierà alle 16 nell’isola Memmia di Prato della Valle e ospiterà vari gruppi musicali, giochi gonfiabili, clown e laboratori creativi. Stand gastronomici multietnici metteranno a disposizione le loro specialità. Giovani medici del Dipartimento di Pediatria informeranno il pubblico interessato con l’ausilio di grandi pannelli illustrati in italiano, inglese e francese.

padova,città della speranza,run for children,gioranta mondiale della drepanocitosi,ail,oms,salute,solidarietàConcluderà la giornata un grande concerto di Cheryl Porter.

La grande festa del 19 giugno chiude quattro giorni che vedono la città di Padova impegnata a sostegno dei bambini ammalati. Le manifestazioni si sono aperte ieri con il Convegno “Drepanocitosi: un problema emergente di salute pubblica nella realtà di oggi” presso la Sala Paladin di Palazzo Moroni, e proseguiranno oggi venerdì 17 e poi sabato 18 con la manifestazione sportiva Run for Children e si concluderanno con la grande festa in Prato.

Un weekend quindi totalmente dedicato ai bambini e agli sforzi che la ricerca medica sta facendo per cercare di trovare soluzioni per debellare queste malattie, ancora più terribili se le si associa a pazienti più piccoli ed inermi che nella speranza di tutti dovrebbero invece godersi la propria infanzia nel modo più gioioso, sereno e spensierato possibile. Quindi un ringraziamento a tutte le associazioni, le onlus, oltre ai ricercatori ovviamente, che fanno della propria vita una missione per migliorare la qualità della vita dei bambini.

Ciao, buon fine settimana!

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

calcio padova,padova,acp 1910,serie bwin,serie b,cestaro,dal canto,vincenzo italiano,stadio euganeo,biancoscudati,forza padovaOk, il sogno della serie A si è infranto proprio sull’ultimo ostacolo ma squadra, società e tifoseria possono guardare a questo campionato con orgoglio per aver dato il massimo e compiuto comunque un’impresa sportiva impensabile fino a 3 mesi fa quando a tutto si pensava tranne che ad una finale play-off. “A testa alta” quindi, come ha detto il capitano Italiano a fine partita così come mi par di aver visto dicesse sotto la curva dei tifosi biancoscudati quando a partita conclusa si è messo a sventolare una nostra bandiera mentre i compagni di squadra piangevano per la delusione. Nel frattempo i tifosi del Calcio Padova non smettevano di cantare il proprio orgoglio tributando i giusti onori a questo gruppo di ragazzi che hanno fatto sognare una città intera nell’ultimo mese mentre a pochi metri di distanza, uno stadio, una città, Novara, festeggiava la comunque meritata promozione in serie A.

calcio padova,padova,acp 1910,serie bwin,serie b,cestaro,dal canto,vincenzo italiano,stadio euganeo,biancoscudati,forza padovaPer quanto ci riguarda e per quanto possa essere difficile ci riproveremo l’anno prossimo ma ricorderemo senz’altro con piacere quest’annata davvero rocambolesca ed emozionante, ricca di partite spettacolari che entreranno di diritto nella storia del Calcio Padova: la vittoria con il Livorno, la vittoria a Torino, il 3-3 a Varese e anche i 4 gol rifilati ai vicentini ma ricorderemo con piacere anche gli interpreti e principali protagonisti che spero possano essere con noi anche il prossimo anno. L’unico di cui ora sembra certo l’addio è il giovane “faraone” Stephan El Sharaawy, il piccolo fenomeno che farà senz’altro una carriera di livello internazionale e che un giorno potremo dire di averlo visto nella sua prima stagione da professionista (in bocca al lupo Stephan e quando sarai in una grossa squadra ricordati di noi!).

calcio padova,padova,acp 1910,serie bwin,serie b,cestaro,dal canto,vincenzo italiano,stadio euganeo,biancoscudati,forza padovaIn questo momento ho ancora davanti l’immagine descritta all’inizio, un’immagine esteticamente bella per quanto bella possa essere una sconfitta. La squadra in lacrime davanti alla propria curva di tifosi che non smette di osannare i propri beniamini in un tripudio di bandiere, cantando con tutta la propria voce che noi siamo il Padova, che possiamo anche perdere, possiamo anche non andare in A ma ci saremo sempre a portare in alto i colori della squadra e della città e che in questo modo si vince anche perdendo come cantavano gli Statuto nella canzone “I campioni siamo noi”.

calcio padova,padova,acp 1910,serie bwin,serie b,cestaro,dal canto,vincenzo italiano,stadio euganeo,biancoscudati,forza padovaIeri sera davanti al Caffè Pedrocchi, la squadra ed i tifosi  si sono ritrovati prima delle vacanze estive (dei giocatori) e l’immagine si è ripetuta. Tantissima gente ancora piena di entusiasmo e desiderosa di tributare il giusto omaggio alla squadra. Cori per quasi tutti i giocatori per mister Dal Canto, per il capitano Vincenzo Italiano, il presidente e sopratutto gli applausi di incoraggiamento per Cesar, colui che per un errore tecnico ha costretto la squadra a giocare la finale di ritorno in inferiorità numerica e che, più di altri, si sentiva in colpa. Tra tutti giusto e meritato il tributo al portiere Cano e a Roger Rabito, due “bandiere” del Padova, due esempi di professionalità assoluta e di attaccamento ai colori biancoscudati, a Bovo, il generosissimo Bovo che settimana prossima convolerà a nozze (in bocca al lupo!) a Legati, ottimo difensore, al “cabezon” Cuffa…questi ultimi tre che nelle ultime partite finivano sempre col giocare con vistose fasciature alla testa, dcon un’immagine quasi da eroi combattenti! Ancora una volta quindi il pubblico biancoscudato ha mostrato la sua passione e l’attaccamento con cui segue le gesta del nostro Padova. Chissà che dalla ceneri di questo finale di campionato non si sia solidificato un gruppo storico che, come avvenne negli anni ’90, anno dopo anno possa crescere fino al raggiugimento dell’obiettivo serie A, un gruppo cui il pubblico padovano si è già affezzionato.

calcio padova,padova,acp 1910,serie bwin,serie b,cestaro,dal canto,vincenzo italiano,stadio euganeo,biancoscudati,forza padovaE ora si riparte, sperando di superare le solite polemiche che spesso avvengono a Padova, probabilmente con un nuovo direttore sportivo, ma con un bel gruppo di giocatori che (spero possa rimanere) si è creato attorno alla figura di mister Dal Canto e di capitan Italiano, un vero leader, il cui abbraccio tra i due nella partita con il Livorno rimarrà l’immagine simbolo di questo fine campionato, il presidentissimo Cestaro (c’è solo un presidente) e con un punto fermo che ci rappresenta tutti, vale a dire il biancoscudo! Forza Padova!

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

padova,strade di padova,turismo padova terme euganee,piazza cavour,cultura popolare,cinema eden,galleria civica padovaTorno quest’oggi a parlarvi di Padova e delle sue strade con la rubrica “Le strade di Padova”, ispirata dal libro dal titolo omonimo di Giuseppe Toffanin, come ho spiegato nel post di presentazione di questo spazio, principale fonte per questi posts.

In realtà il post di oggi è dedicato non ad una via ma bensì ad una piazza e cioè a Piazza Cavour, una piazza centralissima a cui si accede percorrendo via 8 febbraio 1848 dal Canton del Gallo passando di fianco al Caffè Pedrocchi, superando piazzetta Garzerie (sulla destra) e giungendo quindi alla Piazza che si trova sulla destra.

padova,strade di padova,turismo padova terme euganee,piazza cavour,cultura popolare,cinema eden,galleria civica padovaIn  Piazza Cavour, alle spalle del plateatico di un wine bar di recente apertura, di fianco al vicolo che porta verso porta Altinate, sorgeva l’Albergo Savoja-Croce d’Oro, il più elegante della città, chiuso nel 1920. Fu il primo ad avere camere da bagno private, ascensore, riscaldamento centrale, giardino d’inverno,  omnibus-automobile alla stazione ferroviaria. A fianco, laddove ora c’è una banca, vi era il palazzo settecentesco dei nobili Donà. Nell’angolo della piazza, dove ora c’è il Brek, i più “adulti” ricorderanno il cinema Eden. Ho scritto un post qualche tempo fa dal titolo “Padova e i suoi cinema che furono ma resta un Altino da salvare” in cui ho scritto di come i moltissimi cinemi del centro città siano stati chiusi o abbiano cambiato destinazione d’uso. Il cinema Eden è tra questi, cinema che nel durante la seconda guerra mondiale fu ribattezzato Adua per non creare equivoci con il nome del ministro degli esteri inglese Hayden. Il cinefilo padovano Piero Tortolina lo spiega nell‘intervista che rilascia per un documentario. Prima, ai primordi, c’era la Fiat con un garage di una delle sue prime filiali quando non c’era pericolo che le auto intasassero neanche le strade del centro. Poi dovette traserirsi in corso del popolo e poi andarsene anche da lì.

padova,strade di padova,turismo padova terme euganee,piazza cavour,cultura popolare,cinema eden,galleria civica padovaPiazza Cavour si era chiamata piazza delle Biade e piazza delle Legne (per il commercio dei cereali o del legname). Il monumento al Cavour è opera dello scultore Chiaradia (1888); ora è spostato , neppure felicemente, ma si trovava al centro della piazza, secondo l’usanza ottocentesca di collocare le statue nel mezzo e di ritrarre il celebrato il più realisticamente possibile , ragion per cui lo statista infila il suo dito indice nel panciotto. Negli anni Venti esisteva il Palazzo Zaborra si aprirono i grandi magazzini della Rinascente. Sicchè si tratta di un ritorno quello della Rinascente dopo che per diversi anni quello era diventato lo store della Upim. Almeno io da ragazzino, negli anni ’80 e parte del ’90 ricordo infatti l’Upim ed esattamente non ricordo quando avvenne il cambio con la Rinascente. “Prima che la via divenisse pedonale (ricordo che per l’attuale liston ci passava il vecchio tram!), in un’abbastanza contenuto traffico automobilistico, le luci dei bar Racca o Aperol erano la sera (e notte) le ultime a spegnersi, affollati entro e fuori dai “viveurs” padovani, piuttosto tranquilli, impegnati soprattutto in discussioni sportive o resoconti difficilmente accertabili di altre avventure” (dal libro Le strade di Padova di G. Toffanin).

padova,strade di padova,turismo padova terme euganee,piazza cavour,cultura popolare,cinema eden,galleria civica padovaAltro ricordo di piazza Cavour, da ragazzino, era che laddove ora sorge il Caffè Cavour, negli anni ’80 fu aperto il primo fast food padovano, Master’s, che divenne il luogo di ritrovo preferito da quella sorta di tribù urbana di allora che erano i paninari. Ricordate? Quelli con le Timberland, i jeans Levi’s e la cintura El Charro, le felpe Best Company o le camicie a quadri Najoleari e ovviamente il Moncler come giubbotto: giovani e meno giovani che si esprimevano con uno slang tutto particolare che li distingueva da altri gruppi. “Troppo giusti!” aheh. Già sul finire degli anni ’80, se non erro, piazza Cavour ed in particolare la ringhiera attorno alla galleria che sta in centro alla piazza, divenne il luogo di ritrovo degli ultras del Padova, la seconda generazione degli Hell’s Angels Ghetto, il gruppo di appassionati del Calcio Padova che fu fondato nel 1982 da ragazzi del Ghetto e dopo una certa ora di sera i paninari se ne andavano perchè non erano ben visti da questi. Quel che si dice spazio pubblico come relazione tra luogo e chi lo vive…Ora le nuove panchine sono spesso occupate da persone che si fermano a fare due chiacchere, da anziani che si ritrovano con gli amici/amiche, da qualche mamma a passeggio con il proprio pargolo mentre il basamento della statua è spesso “usato” da adolescenti come luogo di ritrovo e di incontro con i coetanei.

padova,strade di padova,turismo padova terme euganee,piazza cavour,cultura popolare,cinema eden,galleria civica padovaAttualmente la piazza è stata oggetto di rinnovamenti dal punto di vista dell’arredo urbano, alcuni dei quali, come le palle di ferro antiparcheggio, sono state oggetto di qualche polemica. La galleria ospita spesso esposizioni temporanea, è stata predisposto un ascensore per disabili, la cui struttura dall’aspetto futuristico esce sulla piazza, è stato installato un pannello a cristalli liquidi in cui vengono trasmesse e segnalate comunicazioni ai cittadini e pubblicizzate le offerte culturali a vantaggio dei turisti. Ampio spazio è stato concesso ai plateatici dei pubblici esercizi sulla piazza che appare molto “piena” di elementi d’arredo e non ha più l’aspetto austero che aveva quando centro della piazza, sopra all’attuale Galleria Civica “Cavour” (sotterranea), e principale punto di riferimento era la statua del Cavour.

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

725540060.jpegCiao a tutti e ben ritrovati al post dedicato al weekend padovano!

L’evento del fine settimana a Padova è senz’altro la finale playoff del Calcio Padova che in queste settimane ha scatenato una vera psicosi. Purtroppo nella finale d’andata, davanti ad un pubblico record di 22.000 (la media stagionale era di poco superiore alle 6000 presenze), il Padova non è riuscito a vincere sul Novara che si è dimostrata davvero un’ottima squadra. Domenica in Piemonte ci giocheremo le ultime chance-promozione consapevoli che sarà necessaria una vera impresa ma il Padova di imprese in questo finale di campionato ne ha già fatte parecchie sicchè non disperiamo…anzi…ce la giocheremo fino alla fine. Forza Padova quindi per questo ultimo sforzo!

Anche se con il cuore e fisicamente sarò a Novara segnalo alcuni eventi. Tra le altre cose sono molti i maxischermi dove poter seguire la finale di ritorno per chi rimarrà in città, rta i vari ricordo il maxischermo che verrà posizionato all’interno del mitico Stadio Appiani così come quello all’interno del Gran Teatro GEOX.

Inizio segnalandovi l’iniziativa che vi ho presentato mercoledì (rileggi il post) e cioè “Sotto Padova”, un occasione ed una serie di appuntamenti per scoprire la città sotterranea.

Ricordo come sempre il contenitore di eventi PadovaExplò , una vera esplosione di eventi, spettacoli, proposte di visite guidate (come quelle di “Scoprendo Padova“, di “Incontra Padova” e le visite dedicate alle mura e ai bastioni della città) e di gite in battello lungo i canali della città e lo shopping domenicale e con le promozioni della PadovaCard pensate per i turisti! Vi consiglio di visitare il sito perchè è davvero il manuale per l’uso e consumo del weekend a Padova, ricco di belle immagine della nostra città.

padova,weekend,padova weekend,turismo padova terme euganee,padova eventi,universi diversi,gran teatro geox,esapolis,padova explòAnche in questo post voglio ricordare “Universi diversi” , il contenitore di eventi primaverili in città di cui vi ho parlato altre volte e che vi ho presentato nel post “Universi diversi: una primavera di eventi” e del quale vi invito a visitare il sito e scoprirne il programma. Vi consiglio davvero di visitare il sito e scoprirne il programma davvero fascinoso e ricco di proposte interessanti. Ovviamente ricordo la straordinaria mostra clou del 2011 e cioè “Guariento e la Padova Carrarese”. Consiglio!

Per conoscere tutti gli eventi in programma questo weekend in città ma anche in provincia vi consiglio di consultare come sempre  anche il sito di Padova Eventi dove potete leggere le proposte e le iniziative organizzate su tutto il territorio provinciale anche quelle che io dimentico di ricordarvi…Per quanto riguarda le mostre ad esempio potete avere una panoramica completa di quelle in programma e scoprire le prossime mostre che apriranno a Padova vi rimando a questa pagina del portale. Nel sito nella sezione “Tutte le feste di bella stagione (padovana) fra marzo e giugno” sono raccolte tutte le iniziative e manifestazioni organizzate in città e provincia!

Come sempre per finire ricordo alcuni riferimenti per i turisti e chi verrà da fuori a trascorrere un week end o più, piuttosto che una giornata in città e/o provincia. Segnalo il sito Turismo Padova Terme Euganee, e la pagina dei pacchetti speciali del Consorzio di promozione turistica Welcome Padova di cui ho scritto qualche post fa (Welcome Padova, il marketplace del turismo padovano!) e dulcis in fondo il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie.

Per padovani e turisti segnalo che spunti di visita e informazioni enogastronomiche sono invece a disposizione nella sezione Padova da gustare del sito di Turismo Padova Terme Euganee.

Buon fine settimana! 😉

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton

padova,mura di padova,comitato mura,turismo padova terme euganee,padovacard,sotto padova,sotterranei palazzo della ragioneQuest’oggi volevo presentarvi una nuova proposta per scoprire ed approfondire la conoscenza di Padova da un punto di vista particolare. Fino al 29 settembre l’associazione Arc-A-Dia ha messo in piedi e curato una serie di appuntamenti con la cultura. Incontri informativi, visite guidate, rappresentazioni teatrali nei luoghi suggestivi di Padova sotterranea e laboratori per bambini; questo il programma di “Sotto Padova” un’occasione grazie alla quale i padovani, i turisti e chiunque si trovasse a passare per Padova potranno scoprire e trascorrere alcune ore in luoghi suggestivi e misteriosi come sono per antonomasia quelli che si celano sotto terra.

Gallerie, cunicoli, spazi abitati e vissute in epoche antiche, bastioni, collegamenti ipogei tra le varie fortificazioni e mura insomma la Padova sotterranea visitabile la si potrà vedere accompagnati da guide competenti che sapranno con le loro conoscenze rendere ancora più suggestivo questo “viaggio”. L’associazione Arc-A-Dia è la stessa che gestisce le visite guidate ai sotterranei del Palazzo della Ragione, visita che pure io ho fatto ad inizio anno e che vi avevo raccontato nel post: “I sotterranei di Palazzo della Ragione e la (mia) immaginazione”.

padova,mura di padova,comitato mura,turismo padova terme euganee,padovacard,sotto padova,sotterranei palazzo della ragioneGli spazi interessati di “Sotto Padova” saranno: Sotterranei ed esterno (piazza delle Erbe e della Frutta) palazzo della Ragione; Torrione Alicorno: ingresso Giardini Alicorno in piazzale Santa Croce; Baluardo Santa Croce: via Marghera, 44; Torrione Santa Giustina: ingresso giardino, via M. Sanmicheli;
Torrione Buovo, Galleria del Castelnuovo e golena San Massimo: via San Massimo, 137; Torrione della Gatta (sacello votivo alla base del serbatoio dell’acquedotto): ingresso giardini della Rotonda; Torrione Impossibile: via Raggio di Sole, 2; Loggia della Gran Guardia, piazza dei Signori.

padova,mura di padova,comitato mura,turismo padova terme euganee,padovacard,sotto padova,sotterranei palazzo della ragioneTutti i martedì del mese di giugno ci sono gli “Incontri con gli esperti”. Gli incontri sono consigliati a studenti, appassionati e professionisti del settore e comprendono visite guidate ai sotterranei del palazzo della Ragione e all’esterno del palazzo, con eventuale passeggiata per le piazze osservando particolari architettonici del palazzo e scoprendo gli spazi commerciali della città del ‘300. All’interno della programmazione sono stati individuati alcuni “giovedì alla scoperta di…”. Percorsi sotterranei in città (passeggiate di circa 2 ore) per scoprire la “Padova antica sotto ai nostri piedi”. Altra offerta sono “I sabati teatrali nei sotterranei”: percorso con musica e teatro nei sotterranei del palazzo della Ragione.

padova,mura di padova,comitato mura,turismo padova terme euganee,padovacard,sotto padova,sotterranei palazzo della ragioneIl Comitato Mura (visitate il sito davvero ben fatto e ricco di approfondimenti) curerà le visite agli ambienti ipogei della Padova bastionata. Appuntamenti ai luoghi indicati per ogni percorso, ogni martedì, giovedì e sabato; 2 turni di visita, della durata di un’ora circa: alle ore 10:30 e ore 17:30. Per questo e per tutti gli appuntamenti per i quali è richiesta la prenotazione è necessario presentarsi qualche minuto prima per evitare che ogni turno accumuli ritardi ai danni del turno successivo. Prenotazione obbligatoria all’Associazione Comitato mura di Padova inviando email a comitatomura@virgilio.it, è possibile anche contattare l’Associazione attraverso i numeri 340 6884564 (anche mesi di luglio e agosto) e 049 8364363.
Gruppi massimo 25 persone.
Costo 6 euro comprensivo di visita guidata e materiale didattico inerente il percorso.

padova,mura di padova,comitato mura,turismo padova terme euganee,padovacard,sotto padova,sotterranei palazzo della ragioneSono previste anche alcune giornate di visite guidate e di laboratorio dedicate ai bambini che diverranno dei “piccoli esploratori alla scoperta dei sotterranei del Palazzo della Ragione”. Per questa proposta così come per ” gli incontrì con l’autore”, i “giovedi alla scoperta di..” e i “sabati teatrali nei sotterranei” prenotazione obbligatoria inviando email a arcadia@arcadia-web.ito o  telefonando allo 049 8364363. Gruppi massimo 15 bambini (dai 6 agli 11 anni).
Costo 6 euro comprensivo di ingresso agli scavi archeologici sotto al Salone, visita guidata e laboratorio della durata di 1 ora e 30.

Per i dettagli sull’iniziativa e sui vari appuntamenti cliccate quì alla pagina di padovanet! Visto che si parla di cultura e di luoghi sugestivi della nostra città aggiungo qualche dritta per i turisti e chi verrà da fuori a trascorrere un week end o più, piuttosto che una giornata in città e/o provincia. Segnalo il sito Turismo Padova Terme Euganee, e la pagina dei pacchetti speciali del Consorzio di promozione turistica Welcome Padova di cui ho scritto qualche post fa (Welcome Padova, il marketplace del turismo padovano!) e dulcis in fondo il sito della PadovaCard che consente numerose agevolazioni, moltissimi ingressi gratuiti a musei e monumenti, riduzioni per mostre ed esposizioni varie.

Alla prossima! 😉

PS:Come sempre lo spazio commenti è aperto per dire la vostra e commentare. Ricordo inoltre la pagina facebook “Il blog di Padova” sulla quale potete interagire, esprimere opinioni su quanto avviene in città e postare foto o video che la riguardano. Basta cliccare su “like” nello spazio “fb” a fondo pagina.

My facebook: Alberto Botton

My Twitter: albertobotton